Le pagelle di Sampdoria-Milan (1-2): i rossoneri volano a +5!

0
Le pagelle di Sampdoria-Milan (1-2): i rossoneri volano a +5!

Ecco le pagelle di Sampdoria-Milan. La Sampdoria di Ranieri propone il solito 4-4-2 ordinato, imposta una partita chiusa basato sul contropiede. Il Milan di Pioli conferma il solito 4-2-3-1 con Diaz titolare al posto di Hauge. I rossoneri dominano ma un gran goal di Ekdal riapre la partita nel finale, nonostante questo il Milan riesce a mantenere il vantaggio e a portare a casa i tre punti.

Pagelle Sampdoria-Milan

Arbitro: Calvarese 4,5 – Gestisce male i cartellini e manca il secondo giallo per Adrien Silva nel primo tempo. Manca anche un rigore alla Sampdoria.

Pagelle Sampdoria

Audero 6 – Incolpevole sui goal, sul rigore viene spiazzato da Kessie.

Bereszyński 5,5 – Gioca solo venti minuti in cui soffre parecchio Theo Hernandez (19′ Colley 6,5 – Entra bene in partita e fa due interventi decisivi su Rebic e Saelemaekers).

Ferrari 6 – Da centrale fa una buona partita; viene adattato a terzino destro e soffre la velocità del nuovo entrato Hauge.

Tonelli 6 – Pericoloso sui calci piazzati offensivi, sbaglia su Rebic ma rimedia facendo un ottimo salvataggio sulla linea.

Augello 5 – Poco incisivo in fase offensiva e si perde Castillejo sul secondo goal del Milan che chiude la partita (81′ Leris – s.v.).

Candreva 5,5 – Gioca una pessima partita per ottanta minuti, negli ultimi dieci inizia a crossare e a rendersi molto pericoloso ma i suoi compagni non sfruttano gli assist.

Thorsby 6 – Giocatore fondamentale per l’equilibrio della squadra di Ranieri, altra buona partita per il centrocampista doriano.

Silva 5 – Prestazione disastrosa del centrocampista portoghese, viene graziato dall’arbitro con un secondo giallo mancato (46′ Ekdal 7 – Prende subito in mano le redini del gioco, riesce anche a riaprire la partita con un gran goal in acrobazia).

Jankto 5 – Parte male e finisce anche peggio; causa il rigore del vantaggio rossonero, si fa ammonire per un fallo di frustrazione e viene sostituito a fine primo tempo (46′ Daamsgard 6 – Giocatore molto interessante, entra bene e fornisce l’assist per il goal di Ekdal).

Gabbiadini 5 – Un fantasma per il campo, si vede soltanto quando prova un tiro dalla lunghissima distanza che non preoccupa minimamente Donnarumma (57′ La Gumina 5 – Non riesce ad essere mai pericoloso, praticamente non si sente mai nominare il suo nome).

Quagliarella 5 – Prestazione di basso livello per il capitano doriano, viene sempre anticipato da Romagnoli e Gabbia.

Pagelle Milan

Donnarumma 6 – Incolpevole sul goal in acrobazia di Ekdal, si fa trovare pronto quando chiamato in causa.

Calabria 6,5 – Perfetto in fase difensiva e pericoloso in fase offensiva, con queste prestazioni sta meritando la maglia da titolare in Nazionale.

Romagnoli 6 – Partita ordinata del capitano rossonero, vince sempre i contrasti aerei e copre bene quando Gabbia esce per anticipare.

Gabbia 6,5 – Sta crescendo di partita in partita, oggi non fa sentire la mancanza di un giocatore fondamentale come Kjaer.

Theo Hernandez 6,5 – Spinge per tutti i novanta minuti, si guadagna anche il rigore del primo goal rossonero.

Tonali 6,5 – La miglior partita da quando veste la maglia del Milan, finalmente una prestazione di carattere e di qualità.

Kessie 7 – Solita prestazione di alto livello del centrocampista ivoriano, oltre che decisivo in fase difensiva rimane glaciale dagli undici metri.

Diaz 5 – La peggior partita da quando è al Milan, sbaglia sempre il passaggio decisivo e non è mai incisivo sotto porta (45′ Hauge 6 – Entra e porta freschezza alla manovra del Milan, non riesce quasi mai a saltare l’uomo però).

Chalanoglu 5,5 – Con l’assenza di Ibra doveva prendere in mano lui le redini del gioco, purtroppo non riesce ma comunque aiuta la squadra in fase difensiva (90′ Krunic – s.v.).

Saelemaekers 5,5 – Spesso impreciso in fase offensiva ma sempre generoso nel difendere e a raddoppiare sempre l’uomo (76′ Castillejo 7 – Entra e segna il goal decisivo che vale i tre punti, meglio di cosi non poteva fare).

Rebic 6 – Non è una punta e si vede; davanti alla porta non è cinico ma fa un grande lavoro per tutta la squadra ed è bravo a fornire l’assist per Castillejo.

Allenatore: Pioli 7 – Con tutte queste assenze la sua squadra mantiene comunque l’identità e vince su un campo difficile contro un avversario ostico, azzecca anche il cambio Castillejo.

Dove vedere il calcio in streaming e come risparmiare

Su DAZN, al costo di 34,99 euro al mese, è possibile vedere tutte le partite della Serie A, la Serie B, l’Europa League e alcune partite della Conference League.

Sky ha la sua piattaforma streaming, Now TV, dove il Pass Sport, che include tre partite per turno della Serie A e tutta la Champions League e Serie B, costa 9,99 euro al mese.

Amazon Prime Video costa 4,99 euro al mese, e include tutti i servizi Prime oltre le migliori sedici partite della Champions League del mercoledì.

Bonus: come avere un abbonamento alle piattaforme streaming e risparmiare

Esistono alcuni servizi che consentono di condividere l’account delle migliori piattaforme streaming (DAZN, Now TV, Netflix, Prime Video, Disney Plus, ecc.) con altre persone e dunque di risparmiare sugli abbonamenti, parliamo di GamsGoGoSplit o CooSub. Grazie a GamsGo, GoSplit e CooSub è possibile acquistare, ad un prezzo irrisorio, un abbonamento condiviso con altri utenti in maniera facile, veloce e sicura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui