Le pagelle di Torino-Atalanta (2-4): Gomez leader straripante

0
Le pagelle di Torino-Atalanta (2-4): Gomez leader straripante

Analizziamo le pagelle di Torino-Atalanta, gara che ha aperto la seconda giornata di Serie A. Buona la prima per gli orobici, che battono i granata in rimonta. Dopo il vantaggio di Belotti, la Dea va sull’1-3, prima di chiudere l’intervallo con un altra rete del Gallo. Nella ripresa il sigillo di De Roon pone fine ai giochi. Primi tre punti gli ospiti, in attesa del recupero di mercoledì contro la Lazio, Toro ancora a 0 dopo le prime due.

A seguire le pagelle di Torino-Atalanta 2-4.

Arbitro: Irrati 6 – Conduce il match con disciplina senza particolari avversità. Equa la distribuzione dei cartellini per Caldara, Zaza e Freuler.

Pagelle Torino

Sirigu 6 – Poche colpe sulle reti subite, è la difesa da registrare.

Vojvoda 5,5 – Debutto dal primo minuto duro. Il cliente Gosens e duro da contenere ed è impreciso in fase di spinta.

Bremer 5,5 – Non dà grandi sicurezze al reparto, si perde spesso le marcature.

N’Koulou 5,5 – Anche lui non fornisce la giusta carica, partecipa alle sbandate generali seppur senza commettere errori grossolani.

Murru 5 – Hateboer fa un po’ quello che vuole e lui si limita spesso al compitino. Poco per un avversario del genere.

Meité 6 – Tanta corsa e sostanza. Recupera diversi palloni ed è uno di quelli che ci crede fino alla fine.

Rincón 5 – Non è un playmaker, ma un rubapalloni. E si vede. Difficoltà nella costruzione del gioco, non nelle sue vene. Esce per infortunio (80′ Segre – s.v.).

Linetty 5 – Si sente poco la sua presenza. Dovrebbe dare qualità e inserimenti, ma trova solamente tanto traffico (64′ Lukic 5,5 – Non fa molto meglio del compagno di squadra e di reparto).

Berenguer 5 – Altra prestazione incolore dopo Firenze. Non accende mai la luce e si fa vedere solo per un tiro centrale (64′ Verdi 5,5 – Non che superi di molto lo spagnolo, qualche tentativo di dribbling e nulla di più).

Zaza 5,5 – Al 7′ ha la chance per sbloccare il match ma il suon tiro violento colpisce il palo. Poi tanto sbattimento per la squadra ma poca pericolosità (75′ Millico – s.v.).

Belotti 6,5 – Solita gara di sacrificio e dedizione. Condita da una bella doppietta che, purtroppo per i suoi, non riesce a portare i punti.

Allenatore: Giampaolo 5 – L’atteggiamento iniziale è giusto, ma la velocità degli orobici fa girare la testa ai suoi. Nel secondo tempo la squadra non gira e l’Atalanta porta a casa la vittoria. Non ci siamo, dovremo attendere.

Pagelle Atalanta

Sportiello 6 – Incolpevole sui gol, non deve compiere interventi prodigiosi. Tranquillo sulle uscite. 

Toloi 6,5 – Solidità e partecipazione alla manovra. Buona prestazione.

Caldara 6 – Il meno preciso dei tre, viene sostituito nell’intervallo (45′ Palomino 6,5 – Dalle sue parti non passa nessuno, fornisce la sua esperienza alla squadra).

Sutalo 6 – Qualche svarione rischia di far partire occasioni per il Toro. Ma, nel complesso, se la cava.

Hateboer 7 – È tornato al gol con uno dei suoi classici inserimenti. Torna a premere in avanti e Gasperini ne sarà felice.

De Roon 7,5 – Uomo ovunque. Detta i ritmi di gioco, si abbassa in difesa e con un piattone firma il definitivo 2-4. Essenziale.

Freuler 6,5 – Tanta sostanza e ordine, il suo contributo è silenzioso ma determinante.

Gosens 6,5 – Fa venire il mal di testa a Vojvoda. Si inserisce spesso e volentieri, puntuale nelle chiusure difensive (84′ Mojica – s.v.).

Gomez 8 – L’Aalanta non può fare a meno di questo Papu. Si inventa da solo l’1-1, inventa uno spettacolare lancio per Muriel e il cross per Hateboer è al bacio. Tanta regia in mezzo al campo. Da clonare (84′ Pasalic – s.v.).

Muriel 7 – La stagione della verità per lui, in cui parte subito alla grande. Gran gol per l’1-2 e il servizio per De Roon sono impeccabili (64′ Malinovskyi 6 – Spunti interessanti in un momento in cui la Dea è già sul 2-4).

Zapata 6 – Oggi meno appariscente, ma fa salire la squadra e sgomita per aprire gli spazi. Lodevole l’impegno (84′ Lammers – s.v.).

Allenatore: Gasperini– Corsa degli esterni, intensità, Papu: l’Atalanta del Gasp è tornata. Non si scompone dopo lo svantaggio per una squadra che gira già molto bene. Appuntamento a Bergamo nel big match contro la Lazio.

Dove vedere il calcio in streaming e come risparmiare

Su DAZN, al costo di 34,99 euro al mese, è possibile vedere tutte le partite della Serie A, la Serie B, l’Europa League e alcune partite della Conference League.

Sky ha la sua piattaforma streaming, Now TV, dove il Pass Sport, che include tre partite per turno della Serie A e tutta la Champions League e Serie B, costa 9,99 euro al mese.

Amazon Prime Video costa 4,99 euro al mese, e include tutti i servizi Prime oltre le migliori sedici partite della Champions League del mercoledì.

Bonus: come avere un abbonamento alle piattaforme streaming e risparmiare

Esistono alcuni servizi che consentono di condividere l’account delle migliori piattaforme streaming (DAZN, Now TV, Netflix, Prime Video, Disney Plus, ecc.) con altre persone e dunque di risparmiare sugli abbonamenti, parliamo di GamsGoGoSplit o CooSub. Grazie a GamsGo, GoSplit e CooSub è possibile acquistare, ad un prezzo irrisorio, un abbonamento condiviso con altri utenti in maniera facile, veloce e sicura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui