Le pagelle di Udinese-Juventus (2-2): i friulani la ribaltano

0

Finisce con un clamoroso pareggio per 2-2 la sfida della “Dacia Arena” di Udine tra Udinese e Juventus. La compagine torinese dopo aver chiuso il primo tempo in vantaggio per 2-0 grazie a Dybala e Cuadrado, ha buttato tutto all’aria nel secondo tempo. A condizionare la gara sono state le due “papere” di Szczesny parso incerto in diverse occasioni, e colpevole senza alcuna giustificazione. I padroni di casa sono stati bravi ad approfittarne, prima su rigore con Pereyra, poi con Deulofeu mettendo alle corde gli avversari. Tanta sfortunata nella seconda frazione per la Juve a causa dei due pali colpiti da Morata e Bentancur, e con la rete di Ronaldo annullata per fuorigioco millimetrico nei minuti di recupero. Ecco le pagelle di Udinese-Juventus.

Le pagelle di Udinese-Juventus

Prima di analizzare le pagelle di Udinese-Juventus andiamo a commentare la prova del direttore di gara.

Arbitro: Ivano Pezzuto 6,5 – Dopo un primo tempo gestito con grande tranquillità, il direttore di gara della sezione di Lecce è costretto ad intervenire su diversi episodi, chiedendo spesso e volentieri l’ausilio del VAR. Giusta gestione dei cartellini da parte del giovane arbitro bravo nel tenere a bada gli animi dei calciatori soprattutto nei secondi 45′.

Pagelle Udinese

Silvestri 6 – Non può nulla sulle due reti messe a segno dalla Juventus. Fortunato sui due pali colpiti dagli avversari e sul gol annullato, ma allo stesso tempo efficace nel parare un tiro insidioso di Dybala nel finale.

Becao 6,5 – Grazie alla sua fisicità riesce ad arginare alcune sortite offensive della Vecchia Signora vincendo i duelli contro Morata. Dei tre centrali friulani è anche il più intraprendente in fase offensiva, creando superiorità numerica in avanti.

Nuytinck 5 – La prestazione del capitano dell’Udinese è rovinata dal duello in 1 contro 1 perso con Cuadrado che lo salta con grande facilità. 

Samir 5,5 – Il difensore brasiliano soffre molto la velocità e intraprendenza di Cuadrado sul lato destro del campo. Abbastanza decisivo nei contrasti, ma sono troppi i palloni persi durante l’incontro (93′ Zeegelaar s.v.).

Molina 6 – Nei primi 45′ si fa vedere molto spesso in avanti con la sua velocità e intraprendenza mettendo in area traversoni invitanti, aiutando molto i suoi anche in fase di non possesso. Sufficienza meritata in queste pagelle di Udinese-Juventus.

Arslan 6 – Dopo esser stato in difficoltà per tutta la prima frazione, il tedesco riesce a conquistarsi con gran furbizia il calcio di rigore che accorcia le distanze (80′ Jajalo s.v.).

Walace 5,5 – Abbastanza macchinoso in mezzo al campo, in fase di possesso commette diverse disattenzioni banali. Meglio invece in fase difensiva dando quantità al centrocampo friulano.

Makengo 5,5 – Soffre gli inserimenti senza palla dei centrocampisti avversari. Nonostante la fisicità non riesce a vincere nessun contrasto, perdendo anche diversi palloni banali (57′ Deulofeu 7 – Con la sua freschezza mette subito in grande difficoltà la compagine piemontese provando a mettere grande pressione sui portatori palla. Il suo impegno viene alla fine premiato dalla rete del pareggio).

Udogie 5,5 – Il giovanissimo esterno basso friulano non riesce a sfondare sulla sinistra a causa dell’ottima copertura difensiva di Danilo e Cuadrado. Pochi spazi per mettere in mostra la sua grande agilità (57′ Stryger Larsen 6 – Il danese entra molto bene in campo dando esperienza e dinamicità alla squadra guidata da Gotti. Ha dimostrato di poter ancora ricoprire un ruolo da protagonista in questa rosa).

Pereyra 7 – Si muove molto senza palla non dando punti di riferimento e arretrando sulla linea dei centrocampisti in fase di non possesso. La sua ottima prestazione viene premiata dalla rete su calcio di rigore. Fondamentale la sua presenza in campo per dare maggiore equilibrio.

Le pagelle di Udinese-Juventus (2-2): i friulani la ribaltano

Pussetto 6 – L’argentino mette in un paio di occasioni in difficoltà la retroguardia di Allegri. Tenta diverse volte la conclusione in porta andando anche vicino al gol su sviluppi di corner. Partita di grande sacrificio per lui anche in fase di non possesso, arretrando per dare una mano ai suoi (80′ Okaka s.v.).

Allenatore: Luca Gotti 7 – L’allenatore dell’Udinese, dopo un primo tempo in difficoltà, mette nella mischia giocatori freschi per dare maggiore vivacità e per sfruttare la stanchezza dei giocatori juventini. Cambi decisamente azzeccati tenendo conto della rete di Deulofeu e del lavoro in pressing di Okaka per il gol dello spagnolo. Nonostante gli addii di Musso e De Paul, i friulani hanno dimostrato di continuare ad essere una squadra rognosa, sfruttando i punti deboli degli avversari. Prestazione questa che lascia ben sperare per il prosieguo della stagione.

Pagelle Juventus

Szczesny 4 – Giornata assolutamente da dimenticare per l’estremo difensore polacco. Protagonista in negativo dell’incontro, da due sui gravissimi errori arrivano le due reti dei padroni di casa. Non riesce a bloccare un semplice tiro di Pereyra causando poi il penalty messo a segno dal Tucu, e sbaglia il rinvio a causa della pressione del reparto offensivo dell’Udinese. Peggiore in campo in queste pagelle di Udinese-Juventus.

Danilo 5,5 – Il terzino classe ’91 gioca un buon primo tempo chiudendo tutti gli spazi dalla sua zona di campo. Con l’uscita di Ramsey viene spostato da Allegri a centrocampo, ruolo nel quale commette diverse disattenzioni causa anche stanchezza. Meglio nel suo ruolo naturale.

De Ligt 5,5 – Non ancora al meglio della condizione come gran parte dei suoi compagni, pare in difficoltà in marcatura su Pussetto, commettendo falli abbastanza ingenui. L’ex Ajax ha un potenziale enorme, ma oggi non ha di certo brillato.

Bonucci 6 – Comanda bene la retroguardia juventina con la sua leadership anticipando bene le sortite offensive dell’Udinese. Evitabile forse, il passaggio all’indietro verso Szczesny vista l’indecisione dell’ex portiere dell’Arsenal.

Alex Sandro 6,5 – Spinge molto sulla fascia sinistra creando superiorità numerica in area di rigore avversaria in diverse circostanze. Macina tanti chilometri per tutti i 90′ rendendosi efficace anche in difesa con buoni anticipi e preziosi recuperi palla.

Cuadrado 7 – Sulla fascia destra attacca la profondità senza problemi dando anche un apporto prezioso in difesa. Contropiedista nato, il colombiano segna la rete del raddoppio su grande lancio di Dybala vincendo nell’1 contro 1 il duello con Nuytinck. Prezioso come sempre in entrambe le fasi (74′ Chiesa 6 – Serve un assist perfetto di mancino per il gol di testa di Ronaldo annullato però per fuorigioco).

Bentancur 6,5 – L’ex centrocampista del Boca Juniors pare molto intraprendente per buona parte della gara. Crea diverse difficoltà alla difesa avversaria con inserimenti improvvisi in area di rigore. Da uno di questi serve un preciso assist per Dybala per la rete che apre l’incontro. Tanta qualità e quantità per lui in mezzo al campo, sfortunato per il tiro dalla distanza che si stampa sul palo e che avrebbe portato il match sul 3-1 (90′ Locatelli s.v.).

Ramsey 5,5 – Il gallese soffre all’inizio il pressing dei padroni di casa. Ancora abbastanza macchinoso nel nuovo ruolo di regista, incide poco in questa gara (60′ Chiellini 6 – Entra per difendere il vantaggio di 2-1 per la Vecchia Signora. Szczesny però ha rovinato tutti i piani di Allegri).

Bernardeschi 6 – Tatticamente ricopre un ruolo fondamentale nell’11 iniziale messo in campo da mister Allegri. Il numero 20 infatti, parte come esterno nel 4-4-2 per poi riuscire a non dare punti di riferimento agi avversari muovendosi molto anche sulla trequarti. Bravo anche nel dare una mano alla fase difensiva (60′ Kulusevski 5,5 – Lo svedese non entra bene in campo. Mezz’ora abbastanza complicata per il classe 2000, parso abbastanza goffo e un po’ troppo falloso. Il pareggio inaspettato dell’Udinese non ha di certo aiutato).

Morata 5,5 – Primi 45′ abbastanza sottotono per il centravanti spagnolo. La fisicità del trio difensivo friulano non gli garantisce l’attacco alla profondità. Unica occasione degna di nota il palo su colpo di testa a pochi minuti dalla sua uscita dal campo (60′ Cristiano Ronaldo 5,5 – Clamorosamente in panchina, l’ex Real Madrid dimostra di non essere al top della condizione. Continuamente ingabbiato dalla retroguardia friulana, trova la rete del vantaggio con un grande stacco di testa. Rete però annullata per fuorigioco millimetrico. Sfortunato).

Dybala 7,5 – Migliore in campo tra le fila della Juventus, la Joya ha messo in mostra tutte le sue fantastiche doti tecniche dimostrando di poter prendersi la squadra sulle spalle. La fascia di capitano lo ha di certo rigenerato considerando la sua prestazione da MVP della partita. Prima segna la prima rete stagionale dei bianconeri in questa Serie A, poi serve con un lancio lungo preciso Cuadrado in contropiede, autore del momentaneo 0-2. Cala vistosamente negli ultimi 20′ di gara, ma senza mollare prova a vincere la gara con un bel tiro a giro parato da Silvestri nel recupero. Una delle poche noti lievi di questa sera per i bianconeri.

Le pagelle di Udinese-Juventus (2-2): i friulani la ribaltano

Allenatore: Massimiliano Allegri 5,5 – L’allenatore toscano prepara bene la gara provando a chiuderla subito per poi ingabbiare gli avversari. Se in contropiede la sua Juve sembra letale, ancora da rivedere è la difesa parsa ancora abbastanza molle in alcune circostanze. Seconda frazione assolutamente da dimenticare con la squadra vistosamente in calo dal punto di vista fisico e mentale, brava nel reagire, ma meno concreta del solito e sfortunata in fase offensiva. Piano gara e cambi che, stranamente, non hanno funzionato a causa delle “papere” di Szczesny. Condizione fisica di diversi calciatori ancora da rivedere, così come è da rivedere l’atteggiamento troppo molle visto in campo negli ultimi minuti. Ci si aspetta una grande reazione nella prossima gara contro l’Empoli. Forse questa squadra è stata fin troppo sopravvalutata questa estate. 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui