La Liga, classifica marcatori aggiornata alla giornata 6

0

Tempo di sosta per le Nazionali e per la redazione di 11contro11 è tempo di tirare le somme sulla classifica marcatori della Liga. Il campionato spagnolo resta attualmente una giornata indietro rispetto alla Serie A, non avendo sfruttato ancora il turno infrasettimanale.

L’ultimo turno ha visto il Real Madrid conquistare il derby contro l’Atletico, confermandosi in vetta alla classifica a punteggio pieno. Subito dietro a -2 insegue il Barcellona, seguito dal sorprendente Betis, protagonista di un ottimo avvio di stagione. Nei bassifondi, l’Elche è il fanalino di coda con appena un punto, preceduto dal Cadice a 3. A 4 punti al terzultimo posto un terzetto composto da Valladolid, Espanyol e Almería

La Liga, la classifica marcatori

  • 8: Lewandowski (Barcellona)
  • 6: Borja Iglesias (Betis)
  • 5: Aspas (Celta Vigo)
  • 4: Vinicius (Real Madrid)
  • 3: Rodrygo e Valverde (Real Madrid), Baena (Villarreal), Joselu (Espanyol), Berenguer (Athletic Bilbao), Avila (Osasuna), Morata (Atletico Madrid), Sadiq e Mendez (Real Sociedad)
  • 2: Oliver Torres e Carmona (Siviglia), Unal e Alvarez (Getafe), Castillejo (Valencia), Iñaki Williams Nico Williams, Guruzeta e Sancet (Athletic Bilbao), Dembele e Ansu Fati (Barcellona), Edu Exposito e Braithwaite (Espanyol), Ramazani (Girona), Palazon (Rayo Vallecano), Oroz (Osasuna), Griezmann (Atletico Madrid), Juanmi (Betis), Gerard Moreno (Villarreal).

Podio in solitaria per i componenti. Svetta su tutti Lewandowski, che a 34 anni suonati è in grado di fare la differenza in un campionato diverso. 8 reti per lui e un ruolo di leadership tecnica già affermata: il Barça pende già dai suoi gol. Due centri in meno per Borja Iglesias, che sta trascinando il suo Betis in terza posizione a suon di reti. Indubbiamente, contribuisce il fattore calci di rigore (3 realizzati). A 5 insegue l’eterno Iago Aspas. Galiziano purosangue, dal 2015 non ha mai abbandonato i colori della sua Comunidad Autónoma, superando abbondantemente La quota 150 con il Celta.

Menzioni d’onore

Da segnalare la presenza in graduatoria di due vecchie conoscenze del calcio italiano. Alex Berenguer, giocatore con potenzialità ma discontinuo al Torino, punto di riferimento a Bilbao. Con i Leoni quest’anno è andato a segno tre reti, tenendoli nella parte alta della classifica. Nel Valencia di Gattuso, Castillejo, fedelissimo dell’ex Milan, è un punto fermo nel 4-3-3 in posizione di ala. Due centri e buone prestazioni, spesso rimarcate dal Mestalla, nonostante un avvio di stagione ricco di alti e bassi.

Dove vedere il calcio in streaming e come risparmiare

Su DAZN, al costo di 34,99 euro al mese, è possibile vedere tutte le partite della Serie A, la Serie B, l’Europa League e alcune partite della Conference League.

Sky ha la sua piattaforma streaming, Now TV, dove il Pass Sport, che include tre partite per turno della Serie A e tutta la Champions League e Serie B, costa 9,99 euro al mese.

Amazon Prime Video costa 4,99 euro al mese, e include tutti i servizi Prime oltre le migliori sedici partite della Champions League del mercoledì.

Bonus: come avere un abbonamento alle piattaforme streaming e risparmiare

Esistono alcuni servizi che consentono di condividere l’account delle migliori piattaforme streaming (DAZN, Now TV, Netflix, Prime Video, Disney Plus, ecc.) con altre persone e dunque di risparmiare sugli abbonamenti, parliamo di GamsGoGoSplit o CooSub. Grazie a GamsGo, GoSplit e CooSub è possibile acquistare, ad un prezzo irrisorio, un abbonamento condiviso con altri utenti in maniera facile, veloce e sicura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui