L’importanza di Luka Jovic al Milan: un panchinaro di lusso per Pioli

0

7 gol in 19 presenze collezionate. Numeri sorprendenti quelli di Luka Jovic nella sua nuova avventura al Milan. Il centravanti serbo, nonostante le sole 6 apparizioni nell’undici titolare, è diventato un calciatore imprescindibile nello scacchiere tattico di Stefano Pioli. Un panchinaro di lusso capace con la sua vena realizzativa di togliere le castagne dal fuoco quando necessario. Proprio come nelle trasferte di Salerno e Udine, l’ex Fiorentina nella giornata di ieri è subentrato dalla panchina per dare maggiore peso all’attacco, trovando dopo appena un minuto dal suo ingresso in campo il gol del definitivo 2-3 ai danni del Frosinone. Un momento d’oro quello del n°15 rossonero tornato a buoni livelli dopo un paio di stagioni al di sotto delle aspettative.

Jovic-Milan: un’arma in più dalla panchina a disposizione di mister Pioli

Arrivato allo scadere della sessione estiva di calciomercato, nessuno si sarebbe mai aspettato un impatto del genere di Luka Jovic in maglia rossonera. Reduce da alcune stagioni negative al Real Madrid intervallate dal ritorno in prestito all’Eintracht tutt’altro che entusiasmante, il classe ’96 aveva accettato due estati fa la sfida della Fiorentina. Un’occasione di riscatto per il serbo capace però di deludere le aspettative rendendosi protagonista di un’annata altalenante.

Fuori dai piani di mister Italiano in questo inizio di campionato, sull’attaccante era forte l’interesse di diversi club stranieri, ma alla fine è stato il Milan ad aggiudicarselo. Con tre competizioni da giocare, infatti, il Diavolo ha individuato nel serbo il vice-Giroud ideale. Una scelta più che azzeccata considerando i gol pesanti messi a segno dal centravanti. Tutto è iniziato proprio dalla gara casalinga vinta contro il Frosinone quando Jovic con un gol e un assist, ha giocato una partita da MVP al posto dello squalificato Giroud.

Subentrato quasi sempre nei minuti finali, il ventiseienne è entrato nuovamente a referto nella trasferta di Bergamo siglando la rete del momentaneo 2-2 prima della magia di Muriel, per poi rendersi decisivo sempre nel finale negli incontri contro Salernitana e Udinese. Se Leao lo scorso anno era il calciatore che nei momenti di maggiore difficoltà faceva uscire fuori tutto il suo talento per vincere le partite, Jovic è il panchinaro di lusso che qualsiasi big vorrebbe. Lo ha dimostrato anche ieri allo Stirpe quando gli sono bastati pochissimi secondi per mettere a segno un gol fondamentale per le sorti della sfida e del campionato. Gol pesanti che rendono Jovic più di una semplice riserva!

Dove vedere il calcio in streaming e come risparmiare

Su DAZN, al costo di 34,99 euro al mese, è possibile vedere tutte le partite della Serie A, la Serie B, l’Europa League e alcune partite della Conference League.

Sky ha la sua piattaforma streaming, Now TV, dove il Pass Sport, che include tre partite per turno della Serie A e tutta la Champions League e Serie B, costa 9,99 euro al mese.

Amazon Prime Video costa 4,99 euro al mese, e include tutti i servizi Prime oltre le migliori sedici partite della Champions League del mercoledì.

Bonus: come avere un abbonamento alle piattaforme streaming e risparmiare

Esistono alcuni servizi che consentono di condividere l’account delle migliori piattaforme streaming (DAZN, Now TV, Netflix, Prime Video, Disney Plus, ecc.) con altre persone e dunque di risparmiare sugli abbonamenti, parliamo di GamsGoGoSplit o CooSub. Grazie a GamsGo, GoSplit e CooSub è possibile acquistare, ad un prezzo irrisorio, un abbonamento condiviso con altri utenti in maniera facile, veloce e sicura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui