Lionel Messi è svincolato dal Barcellona

0

Lionel Messi dal 1 luglio è svincolato. Formalmente non è più un giocatore del Barcellona. Il contratto che lo legava al club blaugrana è scaduto, ma si lavora ancora per un accordo tra le parti. Il Barcellona avrebbe voluto trovare un accordo per il rinnovo del contratto entro il 30 giugno, ma senza successo. Quindi da oggi il cartellino del fuoriclasse argentino non è più di proprietà del club spagnolo.

Sebbene negli ultimi giorni si siano susseguite diverse voci che parlavano di un’imminente chiusura della trattativa per il rinnovo, non c’è stata l’ufficialità. Il presidente Laporta continua a dirsi tranquillo sul buon esito della trattativa, ma tra i tifosi, e non solo, c’è molta preoccupazione perché il miglior giocatore al mondo non è più legato al Barça.

Lionel Messi è svincolato dal Barcellona

Rinnovo complicato

Secondo quanto trapela dalle clausole del contratto appena scaduto tra la Pulce e il club, Messi non può più rinnovare. Infatti avrebbe dovuto avvisare il club della sua volontà di proseguire in blaugrana entro la fine della stagione. Di fatto, quindi, il Barcellona dovrà acquistarlo nuovamente. Tra le parti continua ad esserci la volontà di trovare un punto d’incontro. I contatti tra il presidente del Barça, Joan Laporta, ed il padre e agente del fuoriclasse argentino, Jorge Messi, proseguono spediti ma non c’è ancora un accordo definitivo. L’operazione non è ancora stata definita perché il contratto tra le parti è molto complesso, sia dal punto di vista economico che da quello fiscale.

Un altro tema di fondamentale importanza è poi quello legato ai diritti d’immagine, che per un calciatore del calibro di Messi generano introiti anche maggiori di quelli da calciatore. Si tratta di un argomento che sta giocando un ruolo chiave all’interno della trattativa. Ad ogni modo, entrambe le parti sperano di poter trovare un’intesa nel prossimo futuro.

All’interno del club tutti danno per scontata la permanenza di Messi, ma nessuno è in grado di garantire quando potrà essere trovato un accordo definitivo. Non è inoltre escluso che il tutto possa slittare al termine della Copa America.

Lionel Messi è svincolato dal Barcellona

Lionel Messi andrà riacquistato

Lionel Messi è svincolato. Tuttora, anche a 34 anni, è l’uomo immagine del Barcellona, oltre che il giocatore che con la sua presenza può fare da calamita verso altri grandi calciatori per scegliere il club blaugrana. Il fatto che ora Messi sia svincolato, apre un nuovo scenario. Il Barça, infatti, dovrà registrare Messi come un nuovo acquisto. Per farlo dovrà trovare una formula innovativa che possa consentire di inserire l’argentino all’interno del quadro di controllo finanziario attuato dalla Liga. Il club catalano infatti aveva già superato i limiti salariali nella scorsa stagione. Il Barcellona, quindi, dovrà lavorare molto per riuscire a far rientrare Messi nei limiti salariali per la prossima stagione.

Dove vedere il calcio in streaming e come risparmiare

Su DAZN, al costo di 34,99 euro al mese, è possibile vedere tutte le partite della Serie A, la Serie B, l’Europa League e alcune partite della Conference League.

Sky ha la sua piattaforma streaming, Now TV, dove il Pass Sport, che include tre partite per turno della Serie A e tutta la Champions League e Serie B, costa 9,99 euro al mese.

Amazon Prime Video costa 4,99 euro al mese, e include tutti i servizi Prime oltre le migliori sedici partite della Champions League del mercoledì.

Bonus: come avere un abbonamento alle piattaforme streaming e risparmiare

Esistono alcuni servizi che consentono di condividere l’account delle migliori piattaforme streaming (DAZN, Now TV, Netflix, Prime Video, Disney Plus, ecc.) con altre persone e dunque di risparmiare sugli abbonamenti, parliamo di GamsGoGoSplit o CooSub. Grazie a GamsGo, GoSplit e CooSub è possibile acquistare, ad un prezzo irrisorio, un abbonamento condiviso con altri utenti in maniera facile, veloce e sicura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui