Lista infortuni Serie A 2022/23: gli indisponibili

0
Lista infortuni Serie A 2022/23: gli indisponibili

A meno di un mese dall’inizio della stagione, il mercato estivo si fa sempre più caldo grazie a colpi – in entrata e in uscita – di grande livello. Dal ritorno di Lukaku e Pogba (a Inter e Juventus) agli addii di de Ligt e Koulibaly (passati a Bayern Monaco e Chelsea), con Dybala ad un passo dalla Roma. A non mancare sono anche gli infortuni in vista della Serie A, con alcuni indisponibili. Andiamo a scoprire la lista e i tempi di recupero.

Serie A, infortuni e tempi di recupero

Tra arrivi e cessioni, alcuni club possono vantare un ottimo organico e una rosa completa, senza giocatori indisponibili. Altre compagini dovranno invece fare i conti con alcuni giocatori infortunati e con tempi di recupero abbastanza importanti.

Ecco allora la situazione delle squadre con i giocatori in infermeria:

  • EMPOLI: Tonelli (rientro verso metà Novembre)
  • FIORENTINA: Castrovilli (rientro previsto per Febbraio 2023)
  • INTER: Gosens (da valutare)
  • JUVENTUS: Chiesa (rientro per metà Settembre), Kaio Jorge (rientro verso metà Ottobre), Pogba (rientro da definire)
  • MILAN: Ibrahimovic (rientro previsto verso Gennaio 2023)
  • MONZA: Bettella (da valutare)
  • ROMA: Darboe (da valutare)
  • TORINO: Pellegri (da valutare)
  • UDINESE: Buta (da valutare), Deulofeu (da valutare)

Infortunio Lista infortuni Serie A 2022/23: gli indisponibili

Squalificati e diffidati

Oltre agli infortunati – e di conseguenza indisponibili – ci si può soffermare anche sugli squalificati che, di conseguenza, salteranno la prima gara di campionato. Non sono di certo pochi e, in ottica fantacalcio, è un fattore da non sottovalutare.

  • ATALANTA: Freuler (salta la prima giornata)
  • HELLAS VERONA: Ceccherini, Veloso (saltano la prima giornata)
  • JUVENTUS: Rabiot; Kean (saltano la prima giornata)
  • SASSUOLO: M. Lopez (salta la prima giornata)
  • TORINO: Buongiorno (salta la prima giornata)

Tra infortuni e squalifiche, bisognerà tenere d’occhio la lista degli indisponibili, dato che, a causa dei ritmi molto intensi, altri giocatori potrebbe essere colpiti da affaticamenti muscolari.

Dove vedere il calcio in streaming e come risparmiare

Su DAZN, al costo di 34,99 euro al mese, è possibile vedere tutte le partite della Serie A, la Serie B, l’Europa League e alcune partite della Conference League.

Sky ha la sua piattaforma streaming, Now TV, dove il Pass Sport, che include tre partite per turno della Serie A e tutta la Champions League e Serie B, costa 9,99 euro al mese.

Amazon Prime Video costa 4,99 euro al mese, e include tutti i servizi Prime oltre le migliori sedici partite della Champions League del mercoledì.

Bonus: come avere un abbonamento alle piattaforme streaming e risparmiare

Esistono alcuni servizi che consentono di condividere l’account delle migliori piattaforme streaming (DAZN, Now TV, Netflix, Prime Video, Disney Plus, ecc.) con altre persone e dunque di risparmiare sugli abbonamenti, parliamo di GamsGoGoSplit o CooSub. Grazie a GamsGo, GoSplit e CooSub è possibile acquistare, ad un prezzo irrisorio, un abbonamento condiviso con altri utenti in maniera facile, veloce e sicura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui