Liverpool, auguri a Wijnaldum, l’Orange di Klopp

0
Liverpool, auguri a Wijnaldum, l’Orange di Klopp

Oggi compie gli anni Georginio Wijnaldum, ragionatore e inseritore nel temibile Liverpool di Jurgen Klopp. Un giocatore che sa come fare la differenza.

Liverpool-Wijnaldum, caratteristiche e origini

Wijnaldum nasce a Rotterdam nel 1990, ma le sue radici provengono anche dal Suriname. Le doti sono ben presto chiare a tutti gli addetti ai lavori. Nasce come trequartista, ma col tempo si adegua a coprire tutti i ruoli della mediana. È molto rapido e punta spesso l’uomo con successo, caratteristica che gli consentirà di siglare diverse reti. Inizia proprio nelle giovanili della sua città, ma nel 2007 il Feyenoord crede in lui e lo acquista per la seconda squadra. In quell’anno, a soli 16 anni, debutta con i più grandi. Qui resta fino al 2011, prima di passare al PSV in cambio di cinque milioni di euro. Anno in cui compie la prima apparizione Orange, in un 11-0 contro il San Marino: ci mette quattro minuti a segnare. 

Nel 2015, la svolta: il Newcastle lo acquisisce per 14,7 milioni sterline, il terzo più costoso della storia. Basta un solo anno per attirare le stime del Liverpool, 30 milioni: il doppio dell’annata passata. È anche il primo anno di Klopp sulla panchina Red, su cui però non riesce ad imporsi immediatamente. Il tempo, si sa, è galantuomo, ma questo concetto nel calcio frenetico e forsennato di oggi raramente esiste. Tempo due anni e sfiorerà la vittoria della Champions League nel 2017-2018, nella finale segnata dalle follie di Karius. Poi Georginio si riprenderà tutto con gli interessi: nella stagione successiva sigla una doppietta decisiva nella scoppola rifilata al Barça di Messi in semifinale. Un 4-0 senza storie dopo lo 0-3 dell’andata.

Wijnaldum vince tutto

Da lì, l’apoteosi. I Reds trionfano in Supercoppa Europea, Mondiale per Club e, soprattutto, Premier League, un trofeo che mancava nella bacheca da trent’anni. Trenta, come gli anni che compie oggi. Il tecnico teutonico, ormai, a lui non sa più rinunciare. E nemmeno l’Olanda, conscia del valore di questo giocatore. Un giocatore che ha contribuito a riportare gli Orange nei posti alti, assieme al suo connazionale Van Dijk. Wijnaldum, ovunque vada, fa rima con rinascita.

Dove vedere il calcio in streaming e come risparmiare

Su DAZN, al costo di 34,99 euro al mese, è possibile vedere tutte le partite della Serie A, la Serie B, l’Europa League e alcune partite della Conference League.

Sky ha la sua piattaforma streaming, Now TV, dove il Pass Sport, che include tre partite per turno della Serie A e tutta la Champions League e Serie B, costa 9,99 euro al mese.

Amazon Prime Video costa 4,99 euro al mese, e include tutti i servizi Prime oltre le migliori sedici partite della Champions League del mercoledì.

Bonus: come avere un abbonamento alle piattaforme streaming e risparmiare

Esistono alcuni servizi che consentono di condividere l’account delle migliori piattaforme streaming (DAZN, Now TV, Netflix, Prime Video, Disney Plus, ecc.) con altre persone e dunque di risparmiare sugli abbonamenti, parliamo di GamsGoGoSplit o CooSub. Grazie a GamsGo, GoSplit e CooSub è possibile acquistare, ad un prezzo irrisorio, un abbonamento condiviso con altri utenti in maniera facile, veloce e sicura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui