Manchester United, Ratcliffe acquista il 25% delle quote

0

Da poche ore è ufficiale l’acquisto del 25% delle quote del Manchester United da parte dell’imprenditore britannico Jim Ratcliffe. Nel giorno della Vigilia di Natale arriva, dunque per i Red Devils, una notizia che può portare serenità. 

La difficile era targata Glazer è a un punto di svolta con l’entrata di Ratcliffe in società. L’ambizione è cercare di riportare il club ai fasti dell’era Ferguson, il tecnico più amato nella storia del club, che dal suo addio ha sempre faticato. 

Manchester United, Ratcliffe acquista il 25% delle quote

L’imprenditore 70enne, tra gli uomini più ricchi del Regno Unito e già ampiamente conosciuto nel mondo sportivo grazie alla INEOS, che vanta numerosi successi negli ultimi anni nel ciclismo, nel calcio con il Nizza e che ha da poco rilevato le quote della Mercedes in F1, ha dunque portato a termine la transazione.

Bel regalo di Natale anche per lui, che dello United è da sempre tifoso e che ora può aiutare a tornare ai vertici del calcio inglese in prima persona. 

L’accordo si è concluso dopo trattative della durata di quasi 1 anno, e oltre all’ingente investimento effettuato, ci sono anche 300 milioni di sterline da destinare ai lavori per l’Old Trafford. 

Ecco le prime parole di Ratcliffe da azionario del Manchester United

Questo il comunicato con cui Ratcliffe si presenta come nuovo azionario del Manchester United: 

“La nostra ambizione è chiara: vogliamo tutti vedere il Manchester United tornare ai vertici del calcio inglese, europeo e mondiale. Come tifoso del club sono molto contento che siamo riusciti a giungere ad un accordo con il consiglio di amministrazione del club.

Sebbene il successo commerciale del Club abbia sempre garantito la disponibilità di fondi per vincere trofei ai massimi livelli, ultimamente questo potenziale non è stato sfruttato completamente. Metteremo la conoscenza globale, l’esperienza e il talento del gruppo INEOS Sport per portare miglioramenti al Club

Manchester United, Ratcliffe acquista il 25% delle quote

Forniremo inoltre fondi utili a consentire il miglioramento nel prossimo futuro dell’Old Trafford. Siamo qui con un progetto a lungo termine e sappiamo che ci attendono molte sfide e duro lavoro che affronteremo con rigore, professionalità e passione.

Ci impegniamo a lavorare con gli altri azionisti del Club, lo staff, i giocatori e i tifosi per migliorare la situazione e aiutare il Club“. 

Parole dunque che fanno trasparire la volontà di Ratcliffe di immergersi nell’avventura e risollevare lo United dopo anni complessi. 

Chi rischia ora? In estate sicura la rivoluzione

Il Manchester United è in una fase di grande crisi in Inghilterra ed in Europa. Nonostante i quasi 500 milioni spesi in due campagne acquisti per accontentare le idee di Ten Hag, i risultati son deludenti. 

In questa stagione il Manchester United, fuori da qualsiasi competizione europea già a Dicembre dopo aver concluso in quarta posizione il proprio girone di Champions League, sta faticando molto anche in Premier League

Al momento il club è in ottava posizione, fuori dalla possibilità di giocare in Europa nella prossima stagione, e il distacco dall’ultima posizione utile per arrivare in Champions League è di 8 punti. La situazione è dunque, quasi del tutto compromessa e serve al più presto una scossa. 

Manchester United, Ratcliffe acquista il 25% delle quote

A rischiare più di tutti è Ten Hag, che potrebbe essere sollevato nelle prossime giornate dal suo incarico. Se invece si decidesse di dare fiducia al tecnico fino alla fine della stagione, è comunque probabile qualche partenza eccellente sul mercato.

A rischiare sono vari giocatori, su tutti Casemiro e Onana, che non hanno mantenuto le aspettative visti gli esborsi per i cartellini. Possibili partenti sono poi Sancho e Anthony, veri e propri oggetti misteriosi dalle parti di Old Trafford. 

Dove vedere il calcio in streaming e come risparmiare

Su DAZN, al costo di 34,99 euro al mese, è possibile vedere tutte le partite della Serie A, la Serie B, l’Europa League e alcune partite della Conference League.

Sky ha la sua piattaforma streaming, Now TV, dove il Pass Sport, che include tre partite per turno della Serie A e tutta la Champions League e Serie B, costa 9,99 euro al mese.

Amazon Prime Video costa 4,99 euro al mese, e include tutti i servizi Prime oltre le migliori sedici partite della Champions League del mercoledì.

Bonus: come avere un abbonamento alle piattaforme streaming e risparmiare

Esistono alcuni servizi che consentono di condividere l’account delle migliori piattaforme streaming (DAZN, Now TV, Netflix, Prime Video, Disney Plus, ecc.) con altre persone e dunque di risparmiare sugli abbonamenti, parliamo di GamsGoGoSplit o CooSub. Grazie a GamsGo, GoSplit e CooSub è possibile acquistare, ad un prezzo irrisorio, un abbonamento condiviso con altri utenti in maniera facile, veloce e sicura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui