Messi, nuovo record in frantumi in MLS

0

Nel suo periodo di scongelamento nella calda Florida, sempre più prossimo al crepuscolo della sua carriera, Lionel Messi sta continuando a incantare e a dipingere calcio col suo sinistro dorato. Negli States, orde di grandi star ammucchiano gli stadi pur di poter apprezzare dal vivo le gesta di colui che è ormai definito il G.O.A.T. del calcio. Il fuoriclasse argentino, complice anche il livello non eccelso, o comunque lontano da quello dei grandi palcoscenici europei, del campionato degli USA, non sta deludendo le aspettative dei suoi fan. E così, nell’ultima partita disputata contro il St. Louis City, Messi ha fatto suo un nuovo record della MLS. Scopriamo quale. 

Il record dell’MLS infranto da Messi

Nella sfida interna contro la squadra del Missouri, la Pulce ha messo a referto un gol e un assist. Tale score, sebbene non sia bastato al suo Inter Miami per conquistare la vittoria (la partita è infatti terminata sul 3-3 con pareggio di Jordi Alba agguantato nel finale), a Messi è comunque servito per infrangere un nuovo record in MLS. Un primato che resisteva dal 2019.

Messi, nuovo record in frantumi in MLS

Con la rete e l’assistenza siglate nella notte italiana, il Campione del Mondo è infatti diventato il giocatore del campionato americano ad impiegare meno partite per raggiungere la cifra di 25 coinvolgimenti in gol, tra marcature e passaggi decisivi per i compagni. A Messi sono bastati appena 12 turni per entrare nella storia del calcio americano. Ha fatto meglio di alcuni dei giocatori più rappresentativi dei tempi recenti dell’MLS. Con questo suo nuovo primato, che si aggiunge agli infiniti altri personali raccolti in Europa e con la maglia della Nazionale argentina, Messi si piazza davanti a giocatori come Carlos Vela, che nel 2019 impiegò 16 match, e addirittura Landon Donovan. Un autentico totem del calcio d’Oltreoceano a cui servirono 20 incontri nel 2008 per raggiungere tale cifra.

L’effetto-Messi, però, non sta avendo un valore esclusivamente mediatico. Grazie alle sue prestazioni, assieme agli altri ex blaugrana Alba e Suárez, l’Inter Miami si ritrova attualmente in vetta alla classifica della Eastern Conference. Dopo 18 giornate, sono 35 i punti raccolti, frutto di 10 vittorie, 5 pareggi e 4 sconfitte. L’argentino e l’uruguayano guidano la squadra di David Beckham grazie ai 12 gol a testa segnati. Sono, invece, addirittura 14 gli assist collezionati dal numero 10, nonché capitano. Numero che lo rende leader indiscusso in questo dipartimento statistico.

Messi, nuovo record in frantumi in MLS

Trascinato dalle giocate del Re dei Palloni d’oro, il club della Florida spera di riuscire a trionfare per la prima volta nella sua storia nel campionato statunitense. Messi sta vivendo una sorta di seconda giovinezza, dimostrandosi decisivo fin da subito. In una condizione così, dunque, quella speranza potrebbe non essere poi tanto peregrina.

Dove vedere il calcio in streaming e come risparmiare

Su DAZN, al costo di 34,99 euro al mese, è possibile vedere tutte le partite della Serie A, la Serie B, l’Europa League e alcune partite della Conference League.

Sky ha la sua piattaforma streaming, Now TV, dove il Pass Sport, che include tre partite per turno della Serie A e tutta la Champions League e Serie B, costa 9,99 euro al mese.

Amazon Prime Video costa 4,99 euro al mese, e include tutti i servizi Prime oltre le migliori sedici partite della Champions League del mercoledì.

Bonus: come avere un abbonamento alle piattaforme streaming e risparmiare

Esistono alcuni servizi che consentono di condividere l’account delle migliori piattaforme streaming (DAZN, Now TV, Netflix, Prime Video, Disney Plus, ecc.) con altre persone e dunque di risparmiare sugli abbonamenti, parliamo di GamsGoGoSplit o CooSub. Grazie a GamsGo, GoSplit e CooSub è possibile acquistare, ad un prezzo irrisorio, un abbonamento condiviso con altri utenti in maniera facile, veloce e sicura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui