Milan-Atalanta (1-1), Gasperini: «Primi minuti brutti da parte nostra»

0

Il Milan e l’Atalanta non vanno oltre il pari e l’1-1 di stasera per Gasperini è un’occasione persa per allungare in classifica nella corsa alla Champions. Il tecnico dei bergamaschi ha commentato la gara a fine partita e ha parlato anche del rigore – molte polemiche sul contatto Holm-Giroud.

Gasperini su Milan-Atalanta (1-1): «Il Milan è una squadra molto forte»

L’Atalanta di Gasperini perde punti e si deve accontentare del pareggio al Meazza contro il Milan. Il gol di Koopmeiners sul rigore polemico salva i nerazzurri da una possibile sconfitta, dopo che ci aveva pensato Leao ad aprire le danze. C’è molto da lavorare, in cista soprattutto della sfida con l’Inter e di un Europa League che pretenderà un atteggiamento da top club, se si vuole tentare un’impresa. 

Sui primi minuti della partita commenta: «Non ero felice di aver preso gol all’inizio, perché ci avevamo lavorato e sapevamo che da quella parte il Milan è molto forte».

Su cosa non ha funzionato invece ha analizzato dove si è giocata la partita: il centrocampo. Gasperini ha parlato così: «È normale che ogni squadra abbia la sua soluzione. Noi abbiamo invertito solo le posizioni di Ederson e di De Roon. Abbiamo portato un punto contro una squadra che ci ha messo in difficoltà. Il Milan di stasera si è dimostrato veramente una squadra di alto livello. Non ho problemi ad ammettere che il Milan è una grande squadra».

Sulla prestazione di Scamacca invece evita di addossare le colpe solo all’attaccante e afferma: «Noi abbiamo bisogno di tutti, non solo di Scamacca. Dobbiamo sviluppare meglio il gioco. Ogni partita ha una sua storia. Abbiamo sofferto oggi, ma magari le prossime partite giocheremo meglio e otterremo buoni risultati»

Sul rigore concesso all’Atalanta invece appare molto schietto: «Adesso devo vederlo. Sono rigori da VAR. Sicuramente non sono stato favorevole a questo tipo di rigore, ma sono diventati all’ordine del giorno. Comunque noi contro il Milan abbiamo un bel credito da smaltire sui rigori. Sono d’accordo sul fatto che ci siano molti rigori irriconoscibili quest’anno, molte simulazioni. A me onestamente non piace, però è favorito dalle televisioni e da chi ama questo tipo».

Dove vedere il calcio in streaming e come risparmiare

Su DAZN, al costo di 34,99 euro al mese, è possibile vedere tutte le partite della Serie A, la Serie B, l’Europa League e alcune partite della Conference League.

Sky ha la sua piattaforma streaming, Now TV, dove il Pass Sport, che include tre partite per turno della Serie A e tutta la Champions League e Serie B, costa 9,99 euro al mese.

Amazon Prime Video costa 4,99 euro al mese, e include tutti i servizi Prime oltre le migliori sedici partite della Champions League del mercoledì.

Bonus: come avere un abbonamento alle piattaforme streaming e risparmiare

Esistono alcuni servizi che consentono di condividere l’account delle migliori piattaforme streaming (DAZN, Now TV, Netflix, Prime Video, Disney Plus, ecc.) con altre persone e dunque di risparmiare sugli abbonamenti, parliamo di GamsGoGoSplit o CooSub. Grazie a GamsGo, GoSplit e CooSub è possibile acquistare, ad un prezzo irrisorio, un abbonamento condiviso con altri utenti in maniera facile, veloce e sicura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui