Milan-Bologna, la conferenza stampa di Pioli

0
conferenza stampa Milan-Atalanta Pioli

Da poco conclusa la conferenza stampa di Stefano Pioli, allenatore del Milan, in vista della sfida di domani sera col Bologna. La gara si giocherà a San Siro.

Milan-Bologna, Pioli: “Il Bologna è sempre intenso e aggressivo”

L’ex coach di Fiorentina e Inter ha toccato vari argomenti, come il match da affrontare, Europa League e alcuni giocatori. “Questa è una nuova stagione, domani sarà un’altra partita. Avranno il massimo delle motivazioni ma anche noi le abbiamo. Calhanoglu? Si parte dalle qualità del giocatore, sa leggere gli spazi liberi e la sua collaborazione con Ibra è importante. Nasce tutto dalla sua disponibilità, ha qualità e generosità. Ha tutto per essere un punto di riferimento per la squadra. Più sereno dopo l’Europa? Nel pre gara sono sempre combattuto, ho la serenità di aver preparato al meglio la squadra. Però c’è preoccupazione sempre perché le gare sono imprevedibili. Nella prima gara in Europa c’erano delle insidie, ma non ho avuto dubbi sulla nostra squadra. Dobbiamo essere convinti delle nostre qualità e abbiamo le possibilità di migliorare.

Avere delle pressioni è un privilegio perché vuol dire che si lavora bene, bisogna migliorare la posizione della passata stagione. È inutile però pensare alle griglie di inizio stagione, dobbiamo essere una squadra ambiziosa, molto giovane che può migliorare. I nuovi acquisti? Il loro inserimento è stato facilitato dal fatto che hanno trovato un gruppo affiatato e che sta bene. Un inserimento positivo, Tatarusanu già conosceva il campionato italiano, poi Tonali e Diaz hanno grande qualità. Rebic? Ante è un giocatore importantissimo per questa squadra, ha qualità, forza fisica e profondità. È pronto per giocare domani sera, è in buone condizioni.

“Mai arrendersi e migliorarsi sempre”

“L’undici iniziale? È inizio stagione, l’aspetto principale è puntare su chi dà più garanzie fisiche. Qualche rotazione nelle prossime due settimane ci sarà, ma sarà al condizione fisica a dirci se continuare sullo stesso undici o cambiare. Avere cinque cambi a disposizione è un vantaggio da sfruttare. Il Bologna? Abbiamo visto solo le due amichevoli, è una squadra che ha mantenuto l’intensità e l’aggressività di sempre. Una squadra con ottime qualità, la dobbiamo affrontare con determinazione. Lo Scudetto? Non lo so, pensiamo a crescere e migliorare, dimostriamo di essere ambiziosi domenica dopo domenica. Il Milan ha sempre perso la prima gara stagionale, dobbiamo iniziare con una vittoria. Il mio motto è mai arrendersi e migliorarsi sempre. Paquetà? Ha qualche difficoltà sia per le posizioni che prendiamo in campo sia perché ha caratteristiche particolari. Vediamo cosa ci dirà il mercato da qui alla fine. 

Il dubbio sul Milan non l’ho mai avuto, abbiamo una nostra identità e modo di occupare il campo. L’incertezza era sulla prima gara ufficiale e c’è sempre l’insidia dietro l’angolo. Dobbiamo essere più veloci nel palleggio, però siamo sulla strada giusta e abbiamo soluzioni per essere pericolosi. Calabria? Ha dato continuità e dal punto di vista mentale ha fatto un salto in avanti importante. Vedo un giocatore sereno e contento, deve continuare così. Tonali e Diaz? Li vedo già ben inseriti, sanno già cosa fare nel nostro sistema di gioco. Mi auguro di dare il prima possibile minutaggio. Giochiamo ogni tre giorni, ci sarà spazio per più giocatori. Mille tifosi allo stadio? È un primo passo importante, non vediamo l’ora di vedere lo stadio tutto pieno. Abbiamo bisogno di loro, il calcio necessita i tifosi.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui