Milan, dato negativo da record: 64 gol subiti nell’anno solare

0

Il Milan ha chiuso la stagione 2023 mettendo a referto ben 64 gol subiti in tutte le competizioni disputate, un dato che ha destato molte preoccupazioni tra i tifosi e gli addetti ai lavori. Da sottolineare che questi numeri negativi non venivano toccati dai rossoneri dalla stagione 1929/30. Un’elevata media di gol subiti che ha sicuramente impattato negativamente sul rendimento della squadra e che ha portato a una stagione deludente per i rossoneri. La domanda che inevitabilmente sorge è: da cosa è derivato questo elevato numero di reti subite? Analizzando più da vicino le varie partite disputate dal Milan durante la stagione, emergono alcune cause principali che hanno contribuito a questo risultato negativo.

Tra infortuni e mancanza di lucidità: Milan troppo superabile

La prima e più evidente ragione è stata la debolezza della difesa. Nonostante l’arrivo di alcuni giocatori di livello, come il centrocampista difensivo Ruben Loftus-Cheek, la retroguardia del Milan è apparsa spesso disorganizzata e poco incisiva. Errore di marcatura, mancanza di comunicazione e di concentrazione sono state le principali faibblesse del reparto difensivo milanista. Reti subite in maniera troppo frequente e facile. Inoltre, i numerosi infortuni del capitano e leader della difesa, Davide Calabria, hanno sicuramente pesato sulla solidità del reparto.

Il terzino destro italiano era infatti uno dei pilastri della squadra, sia a livello tecnico che a livello caratteriale. La sua assenza ha creato un vuoto importante da colmare. Un’altra causa che ha contribuito al numero elevato di gol subiti è stata la mancanza di equilibrio tattico. Durante la stagione, il Milan ha spesso utilizzato un sistema di gioco molto offensivo, con molti giocatori devoti all’attacco e pochi centrocampisti.

Milan, dato negativo da record: 64 gol subiti nell'anno solare
Davide Calabria, Milan

Questo ha permesso alla squadra di essere molto pericolosa in fase di attacco, ma allo stesso tempo ha reso il centrocampo vulnerabile nella fase difensiva, lasciando spazio alle ripartenze avversarie. Inoltre, il Milan ha spesso avuto difficoltà a mantenere il possesso palla e a gestire le transizioni difensive, lasciando ampi spazi agli avversari che hanno saputo sfruttare al meglio. Questo atteggiamento troppo aggressivo e poco equilibrato ha portato la squadra a subire molti gol su contropiede.

Scommesse di mercato giuste o sbagliate? Inesperienza Milan

Altro fattore che ha influito sui gol subiti dai rossoneri è stato l’inesperienza di alcuni giocatori. Nonostante la presenza di giocatori esperti come Olivier Giroud e Theo Hernandez, il Milan ha puntato molto sui giovani talenti come Tijjani Reijnders, Yunus Musah e Malick Thiaw. Questi giocatori hanno sicuramente dato un importante contributo alla squadra, ma allo stesso tempo hanno commesso errori che hanno portato a gol avversari. La mancanza di esperienza in partite di alto livello ha sicuramente influito sul rendimento difensivo della squadra e ha portato a gol subiti evitabili. Infine, anche la mancanza fissa tra i titolari del fenomenale Mike Maignan in porta ha avuto il suo peso.

Milan, Maignan è periodicamente mancato: 64 gol subiti lo dimostrano

Il Milan per sostituirlo durante l’intero anno che sta giungendo agli sgoccioli ha scelto di puntare prima su Tatarusanu e, poi, su Mirante. Nonostante l’indiscutibile esperienza dei due estremi difensori, entrambi hanno dimostrato di non essere all’altezza per una squadra di alto livello come quella rossonera. Le prestazioni altalenanti e gli errori commessi hanno portato a gol subiti che hanno influito sulla classifica finale (in particolare modo quella della scorsa Serie A) e sulla sensazione di incertezza della difesa milanista.

Milan, dato negativo da record: 64 gol subiti nell'anno solare

In conclusione, il numero elevato di gol subiti dal Milan, ben 64, durante la stagione 2023 è stato determinato da una combinazione di fattori. Una difesa poco organizzata e poco incisiva, la mancanza di equilibrio tattico, l’inesperienza di alcuni giocatori e la mancanza frequente di un portiere di alto livello sono le principali cause di questo risultato negativo.

È dunque evidente che i rossoneri dovranno lavorare intensamente per migliorare la sua retroguardia. Oltre a trovare un equilibrio tra attacco e difesa, se vuole tornare ai massimi livelli e ridurre il numero di gol subiti in futuro. Solo con un lavoro costante e una maggiore attenzione ai dettagli sarà possibile ridurre questo dato negativo e ripartire alla grande già nella seconda metà dell’attuale stagione.

Dove vedere il calcio in streaming e come risparmiare

Su DAZN, al costo di 34,99 euro al mese, è possibile vedere tutte le partite della Serie A, la Serie B, l’Europa League e alcune partite della Conference League.

Sky ha la sua piattaforma streaming, Now TV, dove il Pass Sport, che include tre partite per turno della Serie A e tutta la Champions League e Serie B, costa 9,99 euro al mese.

Amazon Prime Video costa 4,99 euro al mese, e include tutti i servizi Prime oltre le migliori sedici partite della Champions League del mercoledì.

Bonus: come avere un abbonamento alle piattaforme streaming e risparmiare

Esistono alcuni servizi che consentono di condividere l’account delle migliori piattaforme streaming (DAZN, Now TV, Netflix, Prime Video, Disney Plus, ecc.) con altre persone e dunque di risparmiare sugli abbonamenti, parliamo di GamsGoGoSplit o CooSub. Grazie a GamsGo, GoSplit e CooSub è possibile acquistare, ad un prezzo irrisorio, un abbonamento condiviso con altri utenti in maniera facile, veloce e sicura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui