Milan, Europa League in vista: gli obiettivi di Pioli

0

Il mese di febbraio si avvia precipitosamente verso la fine, ma le emozioni per i tifosi del Bel Paese non accennano a diminuire. Ormai la Serie A 2023/2024 è entrata nel vivo e grazie a un turbinio di vittorie e sconfitte lascia col fiato sospeso gli appassionati. Tuttavia oltre ai goal, rigori mancati e la celebrazione del fair play all’interno dell’ambito rettangolo verde, c’è qualcos’altro al centro dell’attenzione per intere schiere di supporters: la 27a giornata di campionato. Inoltre ad occupare il mister del Milan, Stefano Pioli, è il prossimo incontro di Europa League. Tuttavia prima di scendere in campo contro lo Slavia Praga, è tempo di apportare delle modifiche. Scopriamo insieme di che cosa si tratta.

Milan, gli obiettivi di Pioli prima dell’Europa League

L’ultima sfida disputata dal Diavolo si è conclusa con un amaro pareggio di 1-1 con l’Atalanta. Tale confronto ha rispecchiato perfettamente l’andamento intrapreso dai rossoneri: l’entusiasmo iniziale che permette al bomber di turno d’aggiornare il tabellino. A seguire l’illusione di vittoria si sfalda precipitosamente, come il sogno dello Scudetto nella season 2023/2024. Inoltre a non far procedere i milanesi per un vantaggio netto, è la mancanza di continuità, convinzione e la rosa al completo nell’ambito rettangolo verde.

Milan, Europa League in vista: gli obiettivi di PioliPer quanto concerne l’attacco del Milan, l’allenatore dopo aver rivitalizzato Rafael Leao ha ancora altri due giocatori da mettere in riga. Si tratta di Samuel Chukwueze e Noah Okafor, quest’ultimi rispettivamente con la maglia del Villarreal e del Salisburgo avevano raggiunto ben altre statistiche. Inoltre a vessare i milanisti sono anche i calciatori che hanno affollato il reparto infermeria: complessivamente si è giunti a quota 35 sinistri.

Delle voragini si ritrovano anche nella difesa meneghina, infatti negli ultimi 3 match non ha neutralizzato ben 8 reti. Un ottimo metro di misura in tal senso potrebbe essere l’andamento dell’Inter, in confronto al Biscione hanno incassato 20 centri in più. Dunque rafforzare il reparto difensivo per l’allenatore Stefano Pioli è ormai un imperativo, soprattutto se si tiene conto dell’insidiosa trasferta in cui affronterà la Lazio. Infine a potersi rivelare una vera occasione di riscatto è la finale dell’Europa League, dopo il sogno sfumato ai gironi di Champions.

Dove vedere il calcio in streaming e come risparmiare

Su DAZN, al costo di 34,99 euro al mese, è possibile vedere tutte le partite della Serie A, la Serie B, l’Europa League e alcune partite della Conference League.

Sky ha la sua piattaforma streaming, Now TV, dove il Pass Sport, che include tre partite per turno della Serie A e tutta la Champions League e Serie B, costa 9,99 euro al mese.

Amazon Prime Video costa 4,99 euro al mese, e include tutti i servizi Prime oltre le migliori sedici partite della Champions League del mercoledì.

Bonus: come avere un abbonamento alle piattaforme streaming e risparmiare

Esistono alcuni servizi che consentono di condividere l’account delle migliori piattaforme streaming (DAZN, Now TV, Netflix, Prime Video, Disney Plus, ecc.) con altre persone e dunque di risparmiare sugli abbonamenti, parliamo di GamsGoGoSplit o CooSub. Grazie a GamsGo, GoSplit e CooSub è possibile acquistare, ad un prezzo irrisorio, un abbonamento condiviso con altri utenti in maniera facile, veloce e sicura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui