Milan, in attacco è vera emergenza: out anche Okafor!

0
Milan, in attacco è vera emergenza: out anche Okafor!

Milan in emergenza in attacco nelle prossime settimane, infatti alle defezioni per infortunio di Leao e squalifica per Giroud, si aggiunge anche quella dello svizzero Noah Okafor. Il giocatore elvetico, si è infortunato nell’impegno tra la sua nazionale e la Romania. 

Nel comunicato del club rossonero in merito alle condizioni di Okafor, si evidenzia come il giocatore ha effettuato di ritorno dagli impegni con la propria selezione gli esami strumentali, per verificare l’entità dell’infortunio occorso durante il match contro la Romania.

Noah-Okafor-696x390-1 Milan, in attacco è vera emergenza: out anche Okafor!

Dall’esito di questi controlli, si evince che il giocatore ha riportato una lesione al bicipite femorale destro, che dovrebbe tenerlo fuori per 1-2 settimane.

Ecco dunque, che la squadra allenata da Stefano Pioli, si trova in grande difficoltà in vista del match contro la Fiorentina ed anche per gli impegni successivi con Dortmund e Frosinone. 

Milan, out Okafor: chi mette Pioli in attacco nelle prossime sfide?

La complessa situazione offensiva del Milan nel reparto offensivo, potrebbe vedere una parziale luce nell’impegno di Champions League contro il Borussia Dortmund. In coppa infatti Stefano Pioli può contare su Olivier Giroud al centro dell’attacco. 

In campionato invece la situazione è più complicata, visto che il francese ha ben due giornate di squalifica. Contro la Fiorentina, il Diavolo dovrebbe giocare con il 4-3-3 con Pulisic e Chukwueze sulle fasce e Jovic punta centrale. 

Queste partite, potrebbero essere le ultime chance concesse dai rossoneri alla punta serba, prima di puntare eventualmente a Gennaio su un nuovo vice-Giroud. Da alcune settimane infatti rimbalzano voci che vorrebbero il Milan fortemente interessato all’acquisto, già a Gennaio di Jonathan David del Lille. 

I buoni rapporti tra i due club, come visto anche nel caso di Mike Maignan e Leao, potrebbero inoltre rendere agevole l’operazione, a meno che Jovic non risponda presente. 

Per il giocatore, arrivato in prestito nelle ultimissime ore di mercato dalla Fiorentina, proprio contro i Viola può esserci l’occasione di dimostrare il suo valore.

jovic-fiorentina-696x464-1 Milan, in attacco è vera emergenza: out anche Okafor!

Un gol, magari decisivo, potrebbe far scrivere una storia diversa al serbo, che sembra da anni una controfigura del talentuoso attaccante ammirato nella prima esperienza all’Eintracht Francoforte. 

Possibile invece come soluzione offensiva per le fasce, in alternativa allo statunitense e al nigeriano, l’impiego di Musah e Florenzi. I due, seppur con caratteristiche differenti, hanno dimostrato nel corso della carriera di avere una buona duttilità e dunque possono diventare preziose risorse. 

Florenzi in particolare ha iniziato la sua carriera nella Roma, con Zeman, come esterno alto nel tridente offensivo del tecnico boemo. Un ritorno alle origini non sarebbe, dunque, un problema per lui. 

Chance di convocazione per Camarda?

Non impossibile inoltre che il Diavolo, vista la grandissima emergenza in fase offensiva decida di convocare il giovanissimo Camarda. Il ragazzino, poco più che 15enne, sta scrivendo a suon di gol la sua ascesa nel mondo del calcio, e potrebbe ora arrivare una chance in Serie A. 

Dopo le ottime medie-gol nelle selezioni giovanili, giocate sempre sotto-età, Camarda si sta affermando anche nel campionato primavera e in UEFA Youth League, con ottimi numeri.

Dunque, è possibile per lui una convocazione e magari qualche minuto nei prossimi impegni del Diavolo. Pioli ci sta pensando attentamente, dopo alcuni allenamenti del giovane bomber in prima squadra durante questa pausa delle nazionali. 

Pioli-e1674909242323-696x455-1 Milan, in attacco è vera emergenza: out anche Okafor!

Importantissimo però è gestire bene un suo eventuale debutto. Camarda infatti, è un prospetto super-interessante, che però non va responsabilizzato troppo

In caso di errori non va additato come responsabile di un risultato negativo da parte del Milan. E in caso invece di debutto con una buona prestazione, non va esaltato in maniera eccessiva. 

In questo senso la gestione di Stefano Pioli, potrebbe essere fondamentale. La sensazione che si avverte, è che il mister dovrebbe ricorrere a lui solo in caso di situazione di svantaggio o larga vittoria. Questo proprio per non responsabilizzarlo in maniera eccessiva.

Dove vedere il calcio in streaming e come risparmiare

Su DAZN, al costo di 34,99 euro al mese, è possibile vedere tutte le partite della Serie A, la Serie B, l’Europa League e alcune partite della Conference League.

Sky ha la sua piattaforma streaming, Now TV, dove il Pass Sport, che include tre partite per turno della Serie A e tutta la Champions League e Serie B, costa 9,99 euro al mese.

Amazon Prime Video costa 4,99 euro al mese, e include tutti i servizi Prime oltre le migliori sedici partite della Champions League del mercoledì.

Bonus: come avere un abbonamento alle piattaforme streaming e risparmiare

Esistono alcuni servizi che consentono di condividere l’account delle migliori piattaforme streaming (DAZN, Now TV, Netflix, Prime Video, Disney Plus, ecc.) con altre persone e dunque di risparmiare sugli abbonamenti, parliamo di GamsGoGoSplit o CooSub. Grazie a GamsGo, GoSplit e CooSub è possibile acquistare, ad un prezzo irrisorio, un abbonamento condiviso con altri utenti in maniera facile, veloce e sicura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui