Milan-Napoli (1-0): i top e flop del match

0

Il Milan si è aggiudicato il big match della 24a giornata di Serie A del Giuseppe Meazza contro il Napoli, vincendo per 1-0. Gara decisa dal binomio Leao-Theo Hernandez, che ha concluso di fino anticipando Gollini. Nel finale forcing offensivo dei partenopei, che però non ha cambiato il risultato. I rossoneri confermano così il terzo posto portandosi momentaneamente a -1 dalla Juventus, mentre gli uomini di Mazzarri scivolano in nona posizione. Quali sono stati i top e flop di Milan-Napoli? Scopriamoli insieme.

Milan-Napoli: i top del match

Theo Hernandez: ovviamente non può che esserci il transalpino in cima alla lista. Finalizza ottimamente l’assist vincente di Leao e crea sempre apprensione nella catena di sinistra con le sue accelerate. Se si accende, è dura contenerlo.

Matteo Gabbia: prestazione difensiva impeccabile da parte del giocatore cresciuto nella Primavera milanese. Di fatto azzecca tutti gli interventi, provvidenziale quello ad anticipare Raspadori pronto a calciare in spaccata. Si conferma.

Yacine Adli: il francese è sempre più importante nella mediana di Stefano Pioli. Argina le azioni avversarie e costruisce, anche con dei tocchi di qualità. Sempre nel vivo, ad oggi è un giocatore a cui è difficile rinunciare.

Milan-Napoli, i flop del match

Giovanni Simeone: il Cholito non ha morso gli avversari, come spesso avviene nelle sfide con le big (e nel match di San Siro dello scorso campionato). Ha una chance capitale dopo 10′ ma spara alto da pochi passi, si muove molto ma non colpisce.

André Zambo Anguissa: il camerunense forse con la testa era ancora in Coppa d’Africa. Ritmi lenti e compassati, non è il solito leone del centrocampo che si prende la scena. Non incide e tutto il reparto ne risente.

Ismael Bennacer: la squalifica di Reijnders ha riaperto all’algerino le porte della titolarità. La condizione non è delle migliori, non ha il solito passo e un suo errore sta per scaturire il possibile 1-1 di Simeone. Naturalmente il Milan attenderà che possa presto tornare in forma, ha bisogno del miglior Bennacer possibile. Anche perché tornano le coppe e gli impegni aumenteranno.

Quali sono stati, secondo voi, i top e flop di Milan-Napoli?

Dove vedere il calcio in streaming e come risparmiare

Su DAZN, al costo di 34,99 euro al mese, è possibile vedere tutte le partite della Serie A, la Serie B, l’Europa League e alcune partite della Conference League.

Sky ha la sua piattaforma streaming, Now TV, dove il Pass Sport, che include tre partite per turno della Serie A e tutta la Champions League e Serie B, costa 9,99 euro al mese.

Amazon Prime Video costa 4,99 euro al mese, e include tutti i servizi Prime oltre le migliori sedici partite della Champions League del mercoledì.

Bonus: come avere un abbonamento alle piattaforme streaming e risparmiare

Esistono alcuni servizi che consentono di condividere l’account delle migliori piattaforme streaming (DAZN, Now TV, Netflix, Prime Video, Disney Plus, ecc.) con altre persone e dunque di risparmiare sugli abbonamenti, parliamo di GamsGoGoSplit o CooSub. Grazie a GamsGo, GoSplit e CooSub è possibile acquistare, ad un prezzo irrisorio, un abbonamento condiviso con altri utenti in maniera facile, veloce e sicura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui