UFFICIALE – Milan, Stefano Pioli lascia dopo cinque anni

0

Dopo diverse settimane di voci sempre più insistenti, alla fine è arrivato anche l’atteso comunicato ufficiale: Stefano Pioli non sarà più l’allenatore del Milan a partire dalla prossima stagione. Un addio sancito con una lunga nota da parte del club rossonero, che ha colto l’occasione per ringraziare il tecnico emiliano per i quasi cinque anni trascorsi sulla panchina meneghina, che hanno fruttato il ritorno in Champions League e, soprattutto, la conquista del 19° Scudetto. Momenti di gloria, che fanno da contraltare alle cocenti delusioni delle ultime due stagioni, condite in ogni caso dalla semifinale di Champions League della scorsa stagione e dal 2° posto finale in quella attuale.

Per sostituire l’ormai ex allenatore rossonero, il grande favorito resta Paulo Fonseca: nei prossimi giorni sarebbe prevista la firma sul contratto da parte dell’attuale tecnico del Lille. A meno di un ennesimo, clamoroso ribaltone, come accaduto nel momento in cui si parlava di Julen Lopetegui come candidato a raccogliere l’eredità del tecnico emiliano.

Il comunicato del Milan sull’addio di Pioli

AC Milan e Stefano Pioli comunicano che nella prossima stagione non proseguiranno insieme, intendendo interrompere il rapporto professionale che li lega da ottobre 2019.

Il Milan ringrazia con affetto Stefano Pioli, e tutto il suo staff, per aver guidato la Prima Squadra in questi cinque anni, ottenendo uno Scudetto che resterà indimenticabile e per aver riportato il Milan stabilmente nelle più importanti competizioni europee. Stefano con la sua professionalità e la sua umanità ha saputo valorizzare la rosa e ha incarnato fin dal primo giorno i valori fondamentali del Club.

Stefano Pioli ringrazia il Milan per l’opportunità di far parte della Storia di questo glorioso Club e esprime profonda gratitudine nei confronti di proprietà, dirigenti, squadra, staff e tutto il personale di Milanello e di Casa Milan per il supporto e la grande professionalità. Il tecnico rivolge un pensiero speciale ai tanti tifosi che hanno sostenuto il Milan in questi anni, dimostrando un attaccamento incondizionato”.

Dove vedere il calcio in streaming e come risparmiare

Su DAZN, al costo di 34,99 euro al mese, è possibile vedere tutte le partite della Serie A, la Serie B, l’Europa League e alcune partite della Conference League.

Sky ha la sua piattaforma streaming, Now TV, dove il Pass Sport, che include tre partite per turno della Serie A e tutta la Champions League e Serie B, costa 9,99 euro al mese.

Amazon Prime Video costa 4,99 euro al mese, e include tutti i servizi Prime oltre le migliori sedici partite della Champions League del mercoledì.

Bonus: come avere un abbonamento alle piattaforme streaming e risparmiare

Esistono alcuni servizi che consentono di condividere l’account delle migliori piattaforme streaming (DAZN, Now TV, Netflix, Prime Video, Disney Plus, ecc.) con altre persone e dunque di risparmiare sugli abbonamenti, parliamo di GamsGoGoSplit o CooSub. Grazie a GamsGo, GoSplit e CooSub è possibile acquistare, ad un prezzo irrisorio, un abbonamento condiviso con altri utenti in maniera facile, veloce e sicura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui