Monza-Roma (1-4), De Rossi: «Possiamo fare grandi cose»

0

La Roma in un mese ha svoltato e la vittoria per 1-4 contro il Monza è solo un’altra grande prestazione frutto del lavoro di Daniele De Rossi. Allo UPower Stadium i giallorossi conquistano tre punti importanti per la lotta alla Champions e che mettono pressione ad Atalanta e Bologna. Il tecnico ha parlato alla fine del match.

De Rossi su Monza-Roma (1-4): «Gruppo che sta lavorando molto bene»

Una Roma impressionante inizia questo marzo così come l’aveva concluso, ovvero con quattro gol e questa volta contro il Monza. Per De Rossi sono tre punti importanti e in attesa degli ottavi adesso sembra essere il Brighton a preoccuparsi. La rete di capitan Pellegrini ha aperto le danze e Lukaku ha raddoppiato nel primo tempo; nel secondo tempo la punizione di Dybala e il rigore di Paredes hanno completato. Per i brianzoli non è bastata la rete di Andrea Carboni, una perla che si aggiunge a questo sabato pieno di gol. Il tecnico Daniele De Rossi ha parlato alla fine della partita. 

C’è entusiasmo nel tecnico dopo una prestazione del genere e infatti ha commentato così la vittoria: «Se questa è la Roma di stasera, posso solo immaginare quella di giovedì. Se questi ragazzi possono interpretare e giocare le partite così, allora sono giocatori fortissimi. Concentriamoci su giovedì e poi partita dopo partita».

Sulla coesione del gruppo in così poco tempo invece ha evidenziato: «Evidentemente questo gruppo era coeso anche prima. È un gruppo che è andato avanti in Europa per due anni di seguito. Io non ho fatto niente. Se non sei un gruppo unito non raggiungi quegli standard. Io cerco solo di gestirli e in quanto esseri umani cerco di essere diretto con loro. Faccio delle scelte e sono contentissimo di lavorare con loro. Sono avvantaggiato sul fatto che alcuni erano stati miei compagni di squadra, perciò hanno avuto anche parecchio la mia attenzione, ma mi hanno molto aiutato per integrarmi».

Incredibile la rinascita di Lorenzo Pellegrini e di tutta la squadra, su cui ovviamente De Rossi si è concentrato: «Io cercato di dare quello che penso sia la mia idea di calcio, in cui credo molto. Stanno bene fisicamente e mi piace che abbiamo migliorato alcune cose rispetto alla scorsa partita. Non solo Lorenzo mi sta capendo, ma penso tutti. Il gioco è stato sviluppato bene e la squadra ha voglia di faticare per arrivare a questi risultati».

Su quanto abbia inciso il suo lavoro sulle prestazioni il tecnico non si nasconde: «Spero tanto, ma non lo so di preciso. Cerco di mettere in campo una squadra offensiva perché so che con le loro caratteristiche possono fare gol da un momento all’altro. Non è che in allenamento dico a Pellegrini di fare quel gol, ma ammette che quel gol di Lukaku è stato provato spesso. Penso che ci siano delle qualità che vadano sfruttate e rispettate, allora cerco di esaltarle. Parlo di singoli, ma intendo anche quelli invisibili, che ti fanno ottenere buoni risultati entrando con la grinta con cui è entrato Celik».

In seguito aggiunge: «In ogni partita c’è sempre da lavorare. Oggi abbiamo rischiato di prendere gol nel secondo tempo; non credo fosse Djuric. Oggi c’erano un po’ di palle pericolose che ci hanno colto alla sprovvista. Dal punto di vista mio c’è un miglioramento, ma servirà mettersi alla prova con squadra di grande portata per capire il nostro valore. Per me abbiamo fatto ancora poco».

Dybala non segnava su punizione dal 2020, quando ancora giocava alla Juventus. De Rossi commenta così la rete della Joya e la sua prestazione: «Noi siamo contenti della sua attitudine quotidiana. Lavora molto e sostiene i compagni. È un esempio, ma devo dire che tutti i giocatori sono fantastici. Ovvio che lui ha professionalità e sta mettendo in campo molto talento. Inutile nascondersi: ha qualcosa in più degli altri».

Coppia di attaccanti in doppia cifra e De Rossi aggiunge: «Dobbiamo segnare tutti e in tanti. Le stelle poi devono dare quel contributo che stanno già dando. Oggi tutti hanno fatto una bella partita, mi piace sottolineare che chi è entrato ha fatto molto bene e ci trascinano. Questo accade se c’è l’atteggiamento giusto e uno scheletro dietro». L’ultima coppia era quella del 2017 con Salah e Dzeko, con il bosniaco capocannoniere.

Dove vedere il calcio in streaming e come risparmiare

Su DAZN, al costo di 34,99 euro al mese, è possibile vedere tutte le partite della Serie A, la Serie B, l’Europa League e alcune partite della Conference League.

Sky ha la sua piattaforma streaming, Now TV, dove il Pass Sport, che include tre partite per turno della Serie A e tutta la Champions League e Serie B, costa 9,99 euro al mese.

Amazon Prime Video costa 4,99 euro al mese, e include tutti i servizi Prime oltre le migliori sedici partite della Champions League del mercoledì.

Bonus: come avere un abbonamento alle piattaforme streaming e risparmiare

Esistono alcuni servizi che consentono di condividere l’account delle migliori piattaforme streaming (DAZN, Now TV, Netflix, Prime Video, Disney Plus, ecc.) con altre persone e dunque di risparmiare sugli abbonamenti, parliamo di GamsGoGoSplit o CooSub. Grazie a GamsGo, GoSplit e CooSub è possibile acquistare, ad un prezzo irrisorio, un abbonamento condiviso con altri utenti in maniera facile, veloce e sicura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui