Napoli, brutte notizie: infortunio per Petagna

0
Napoli, brutte notizie: infortunio per Petagna

L’infermeria in casa Napoli comincia ad affollarsi. La società partenopea, infatti, attraverso il consueto report quotidiano sugli allenamenti, ha reso noto che Andrea Petagna è rimasto fermo ai box per un infortunio accorso nella seduta precedente a quella odierna. Ecco, nel dettaglio, la situazione dell’attaccante azzurro e degli altri infortunati in casa Napoli.

“Seduta mattutina all’SSC Napoli Konami Training Center. Gli azzurri preparano Napoli-Torino, in programma allo Stadio Maradona domenica 17 ottobre per l’ottava giornata di Serie A (ore 18). La squadra ha iniziato la sessione con attivazione ed esercitazione tattica. Successivamente partita a campo ridotto. Lobotka ha svolto metà lavoro in gruppo e metà personalizzato. Terapie per Malcuit. Ounas ha fatto terapie e allenamento personalizzato in palestra. Petagna ha svolto terapie per una contrattura al muscolo adduttore lungo di sinistra accusata al termine dell’allenamento di ieri. Sono rientrati dagli impegni con le Nazionali: Rrahmani, Osimhen e Zielinski“.

Il rendimento stagionale di Petagna prima dell’infortunio

In attesa di conoscere i tempi di recupero dall’infortunio, di certo non può sorridere Luciano Spalletti per la perdita di Petagna. Finora, infatti, il tecnico toscano l’ha sempre utilizzato nelle partite giocate tra campionato ed Europa League, quasi tutte da subentrante, eccezion fatta per il match perso in casa contro lo Spartak Mosca. Spicca, inoltre, la partita di Genova, quando una sua zampata ha piegato i padroni di casa rossoblù a pochi minuti dal termine.

Pur avendo davanti a sé un titolare inamovibile come Victor Osimehn, il giocatore ex Spal ha sempre dimostrato grande professionalità, facendosi trovare pronto al momento giusto, come visto in precedenza. Ora toccherà al suo allenatore rimettere in sesto quanto prima il nigeriano, rientrato ieri dagli impegni con la Nazionale, sperando che il numero 37 possa recuperare quanto prima. Visto anche lo stop di Adam Ounas, infatti, il fronte offensivo campano e senza dubbio il reparto più in emergenza.

Dove vedere il calcio in streaming e come risparmiare

Su DAZN, al costo di 34,99 euro al mese, è possibile vedere tutte le partite della Serie A, la Serie B, l’Europa League e alcune partite della Conference League.

Sky ha la sua piattaforma streaming, Now TV, dove il Pass Sport, che include tre partite per turno della Serie A e tutta la Champions League e Serie B, costa 9,99 euro al mese.

Amazon Prime Video costa 4,99 euro al mese, e include tutti i servizi Prime oltre le migliori sedici partite della Champions League del mercoledì.

Bonus: come avere un abbonamento alle piattaforme streaming e risparmiare

Esistono alcuni servizi che consentono di condividere l’account delle migliori piattaforme streaming (DAZN, Now TV, Netflix, Prime Video, Disney Plus, ecc.) con altre persone e dunque di risparmiare sugli abbonamenti, parliamo di GamsGoGoSplit o CooSub. Grazie a GamsGo, GoSplit e CooSub è possibile acquistare, ad un prezzo irrisorio, un abbonamento condiviso con altri utenti in maniera facile, veloce e sicura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui