Nations League: deludono Francia e Inghilterra, bene l’Olanda

0

La terza edizione di Nations League ha regalato diverse sorprese nelle prime quattro giornate della fase a gironi. A settembre, due mesi prima del Mondiale in Qatar, si giocheranno gli ultimi due turni per determinare le squadre promosse e retrocesse nelle varie leghe, ma soprattutto si conosceranno le quattro selezioni che andranno alle final four per giocarsi la vittoria del trofeo. Analizziamo la situazione attuale nei vari gruppi.

Nations League, diverse sorprese nella Lega A

La notizia più sorprendente arriva dal gruppo 1 della Lega A ed è l’eliminazione della Francia, campione in carica, che ha più possibilità di accedere alle semifinali. I transalpini, ultimi nel girone, hanno raccolto solo due pareggi e altrettante sconfitte: se non invertiranno la rotta, rischiano persino una clamorosa retrocessione in Lega B. Terza a quota 4 punti c’è l’Austria, che sta ben figurando in un girone difficile. Per le final four se la giocano Croazia e Danimarca, rispettivamente seconda (7 punti) e prima (9). Nel gruppo 2 si registra un certo equilibrio: la Spagna, sconfitta nella finale della scorsa edizione, comanda con 8 punti e ha una lunghezza di vantaggio sul Portogallo. Per evitare la retrocessione se la giocano Repubblica Ceca (4 punti) e Svizzera, a quota 3 dopo il successo contro i lusitani.

Nations League: deludono Francia e Inghilterra, bene l'Olanda

Il girone che sta riservando maggiori sorprese, però, è il numero 3: clamorosamente è l’Ungheria a detenere il primato con 7 punti, uno in più della Germania che nell’ultimo match ha travolto l’Italia scivolata al terzo posto. I tedeschi sono ancora imbattuti, mentre sia i magiari che gli Azzurri hanno subito una sconfitta. Delude l’Inghilterra, ultima con 2 punti e a rischio retrocessione in Lega B. Per le final four la lotta è aperta a tre squadre, e nelle ultime due giornate della fase a gironi potrebbero esserci altre sorprese. Nel gruppo 4, invece, pronostici rispettati fino a questo momento: in vetta c’è l’Olanda con 10 punti, segue il Belgio a quota 7; terza la Polonia con 4 punti, Galles ultimo a 1. Orange favoriti per la qualificazione alle semifinali.

Lega B

Nel gruppo 1 la vetta è occupata dall’Ucraina, che ha conquistato 7 punti e tiene lontana la Scozia di una lunghezza; entrambe hanno una gara da recuperare rispetto alle altre due contendenti del girone. Terza è l’Irlanda a quota 4 punti, e dunque ancora in corsa per la promozione in Lega A. Chiude a quota 3 punti l’Armenia, che punta a giocarsela per la permanenza in Lega B. Nel gruppo 2 la Russia è sospesa dalle competizioni internazionali per le note vicende legate alla guerra, dunque il calendario del gruppo è leggermente stravolto. Dopo tre partite Israele guida il girone con 5 punti e sogna la promozione in Lega A, seguono l’Islanda a quota 3 e l’Albania a 1; le Aquile, però, hanno giocato una partita in meno.

Gruppo 3 abbastanza equilibrato: la Bosnia, che guida con 8 punti, è favorita per la promozione ma le avversarie seguono a poca distanza. Secondo è il Montenegro con 7 punti, poi la Finlandia a 4 mentre la Romania chiude il girone a quota 3 punti. Sono apertissime sia la lotta per salire in Lega A che quella per evitare la retrocessione in Lega C. Nel gruppo 4 c’è la Norvegia in vetta con 10 punti, tre in più della Serbia: le due nazionali si contendono la promozione, con gli scandinavi favoriti visto il buon vantaggio. Fuori dai giochi la Svezia, grande delusione della Lega B: gialloblù terzi a quota 3 punti, se la giocano con la Slovenia (ultima a 2) per evitare la retrocessione.

Nations League, la situazione delle Leghe C e D

In Lega C tutto facile per la Turchia, che comanda il gruppo 1 a punteggio pieno: 12 punti e cinque di vantaggio su Lussemburgo, la promozione in Lega B è a un passo. Un cammino perfetto con 14 gol segnati in quattro partite e zero subiti. Al terzo posto le Isole Faroe con 4 punti, mentre la Lituania chiude il girone a quota zero e rischia la retrocessione. Procede speditamente anche il percorso della Grecia, che comanda il gruppo 2 a punteggio pieno con sei lunghezze di vantaggio sul Kosovo: per la risalita in Lega B è ormai fatta. Irlanda del Nord e Cipro sono appaiate a quota 2 punti e se la giocano per la permanenza in Lega C.

Nations League: deludono Francia e Inghilterra, bene l'Olanda

La sorpresa nel gruppo 3 è il primato del Kazakistan, imbattuto dopo quattro turni e a quota 10 punti. Sono quattro le lunghezze di vantaggio sulla Slovacchia, dunque i kazaki si avvicinano alla promozione in Lega B. Al terzo posto l’Azerbaigian con 4 punti, chiude la Bielorussia a quota 2. Benissimo anche la Georgia nel gruppo 4: i 10 punti attuali valgono il primo posto con tre punti di vantaggio sulla Macedonia. Delude la Bulgaria, terza a quota 3, chiude Gibilterra con un punto. In Lega D, ultima della Nations League, la Lettonia guida il gruppo 1 a punteggio pieno ed è a un passo dalla promozione: seguono Moldavia a 7, Andorra a 4 e Liechtenstein a zero. Nel gruppo 2 Estonia (con una gara in meno) e Malta sono appaiate a quota 6 punti e si giocano la promozione. Fanalino di coda San Marino con zero punti.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui