OTP Bank Liga 2022/23: classifica e situazione

0
OTP Bank Liga

Dopo 12 giornate, è possibile analizzare la situazione in classifica in OTP Bank Liga 2022/23, dove il Ferencváros ne fa da padrona, senza troppi intoppi. L’ottima partenza ha permesso al Fradi di mantenere un considerevole distacco nonostante le recenti sconfitte. La compagine di Budapest, tra l’altro, nonostante due partite in meno conta un punto in più sulla seconda, ovvero il Kecskeméti TE, autentica sorpresa del campionato. La neopromossa sta mostrando carattere e identità e potrebbe essere la nuova “cenerentola” della stagione, togliendo così il posto al Kisvárda.

Classifica OTP Bank Liga

Come ogni anno, sembra quasi normale vedere il Ferencváros in vetta, con un distacco importante e una rosa sicuramente più competitiva. Negativa invece la prima fase del Puskás Academy che ha perso solo due partite (entrambe contro il Fradi) ma ha pareggiato in ben cinque occasioni. MOL Vidi che vive una condizione di stallo, come anche l’Újpest, in penultima posizione.

Anche sui gol fatti e subiti sembra non esserci storia: il Ferencváros conduce con 25 gol fatti e 7 subiti. Un’armata quasi invincibile che ha, finora, messo in evidenza pochi punti deboli, contando anche l’Europa League.

Di seguito, allora, la classifica dopo 12 partite:

  1. Ferencváros**: 24 punti
  2. Kecskeméti TE: 23 punti
  3. Kisvárda: 21 punti
  4. Puskás Academy: 20 punti
  5. Zalaegerszegi*: 15 punti
  6. Paksi SE*: 15 punti
  7. Debrecen: 13 punti
  8. Honvéd: 13 punti
  9. MOL Vidi: 12 punti
  10. Mezőkövesd-Zsóry: 12 punti
  11. Újpest: 12 punti
  12. Vasas: 9 punti

OTP Bank Liga 2022/23: classifica e situazione

Una classifica corta e combattuta, con la zona grigia che quasi si fonde con quella calda che richiama la zona retrocessione. Le due new entry si ritrovano a vivere due situazioni opposte: il Kecskeméti TE lotta per il podio mentre il Vasas arranca ed è il fanalino di coda. Debrecen e Honvéd vivono ancora in bilico tra voglia di osare e paura di cadere.

Un campionato ancora lungo che potrebbe, dunque, regalare qualche emozione.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui