OTP Bank Liga, il sogno del Paksi SE è finito

0

Non tutte le favole sono pronte a concludersi con un “lieto fine”, o almeno non con quello sperato. Il Paksi SE, in OTP Bank Liga, si è dovuto arrendere all’evidenza e lasciare la vetta al Ferencváros, capace di riprendersi la prima posizione. In questo momento, dopo 27 giornate, i punti di distacco sono addirittura 11 in favore del Fradi, con lo scontro diretto vinto di recente – e di misura – nei minuti finali.

OTP Bank Liga, Paksi SE: gli aspetti positivi di questa stagione

Un piccolo sogno che non si è avverato quello del Paksi SE che, con l’amaro in bocca, ha dovuto accettare la dura “regola” del mondo: spesso i più forti vincono. Sicuramente l’obiettivo stagionale non era quello di trionfare in campionato, ma fare un percorso migliore dell’anno passato, puntando finalmente all’Europa.

Allo stato attuale, infatti, la compagine allenata da György Bognár è a quota 50 e conta 4 punti dalla terza, il MOL Vidi. Terzo miglior attacco con 45 gol, dietro a Ferencvárosi con 68 reti e MOL Vidi con 48, e terza miglior difesa con 32 gol, dopo il Fradi a 24 e il Puskás Academy (calato visibilmente) a 30 sigilli. Viste le premesse, i sogni di gloria sono svaniti, ma il progetto si è fatto più concreto. Il Paksi SE, adesso, deve assolutamente puntare a confermare il secondo posto, per mantenere vive le speranze di una crescita graduale ed esponenziale. Infatti se la prima si gioca un’occasione in Europa League, seconda e terza si giocano un posto in Conference League.

Giunti alle battute conclusivi, il piccolo club si giocherà una fetta di campionato nei prossimi giorni, dovendo affrontare prima il MOL Vidi e poi il Puskas Academy. Non perdere significherebbe dare un senso all’intero percorso.

OTP Bank Liga, il sogno del Paksi SE è finito

Paksi SE, la Magyar Kupa diventa un obiettivo concreto?

Oltre al campionato, anche la Magyar Kupa – la Coppa d’Ungheria – è diventata un obiettivo concreto, visto che il Paksi SE è pronto a giocarsi la semifinale contro il Kisvarda. Dall’altro lato non manca il Ferencváros con la sorpresa dell’anno, la modestissima compagine della seconda divisione magiara, la Nyíregyháza.

Si tratterebbe di un trofeo rilevante, per dimostrare l’enorme maturità della compagine. Speranze ancora vive e certezze da non perdere. Questa è la ricetta del Paksi SE.

Dove vedere il calcio in streaming e come risparmiare

Su DAZN, al costo di 34,99 euro al mese, è possibile vedere tutte le partite della Serie A, la Serie B, l’Europa League e alcune partite della Conference League.

Sky ha la sua piattaforma streaming, Now TV, dove il Pass Sport, che include tre partite per turno della Serie A e tutta la Champions League e Serie B, costa 9,99 euro al mese.

Amazon Prime Video costa 4,99 euro al mese, e include tutti i servizi Prime oltre le migliori sedici partite della Champions League del mercoledì.

Bonus: come avere un abbonamento alle piattaforme streaming e risparmiare

Esistono alcuni servizi che consentono di condividere l’account delle migliori piattaforme streaming (DAZN, Now TV, Netflix, Prime Video, Disney Plus, ecc.) con altre persone e dunque di risparmiare sugli abbonamenti, parliamo di GamsGoGoSplit o CooSub. Grazie a GamsGo, GoSplit e CooSub è possibile acquistare, ad un prezzo irrisorio, un abbonamento condiviso con altri utenti in maniera facile, veloce e sicura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui