Panchina Fiorentina: De Rossi in pole come erede di Italiano

0

Le strade tra la panchina della Fiorentina e il giovane tecnico Vincenzo Italiano sarebbero sempre più prossime al didiversi definitivamente in vista della successiva stagione calcistica 2024/25: prima di entrare nello specifico, però, bisogna assolutamente evidenziare come in caso di addio ufficiale da parte dell’allenatore ex Spezia la società si sarebbe già mossa con largo anticipo per provare a sondare dei degni eredi, con particolare attenzione dei Viola sulla situazione di Daniele De Rossi all’attuale comando del club capitolino della Roma, sempre in Serie A. Il palcoscenico giallorosso, di fatto, ha messo decisamente in buona luce l’ex centrocampista centrale. Chiaramente ancora ci sarebbero diversi ostacoli da superare per arrivare a parlare di offerte dirette dei toscani. Però, le idee sembrerebbero essere piuttosto chiare in dirigenza. Convinta di poter operare in un’unica direzione.

La Fiorentina corteggia De Rossi: Italiano si allontana dalla panchina

Con una stagione, quella attuale 2023/24, che vede la Fiorentina ancora in corsa su tutti i fronti (affronterà i quarti di finale di Conference League contro il Viktoria Plzen, le semifinali di Coppa Italia con l’Atalanta e in Serie A ha l’unico obiettivo di raggiungere un posto nelle prossime competizioni europee) l’allenatore Vincenzo Italiano potrebbe decidere di abbandonare la scialuppa alla fine dell’anno calcistico, dato che il contratto con i Viola scadrà in data 30 giugno 2024: al suo posto per la panchina la società toscana vorrebbe essere sicura di accaparrarsi un erede al livello del bravo mister ex Spezia, motivo per il quale uno degli indiziati finito nella lista dei desideri non poteva che non rispondere al nome di Daniele De Rossi. Protagonista della rinascita stagionale della Roma.

Stando a quanto riportato da Tuttomercatoweb, infatti, la dirigenza fiorentina avrebbe messo al primo posto tra le priorità l’attuale tecnico dei giallorossi. Il futuro prossimo dell’ex centrocampista, a dire il vero, è ancora oggi una grande incognita. Dal suo arrivo al posto di José Mourinho nella Capitale la squadra sembra aver preso coscienza della propria forza. Come dimostrato dai risultati. Però, De Rossi non ha la sicurezza al 100% di venire riconfermato dalla società del presidente Dan Friedkin.

Il suo contratto, firmato lo scorso gennaio, risulta a breve termine. Proprio come il collega Vincenzo Italiano, quindi, avrà scadenza naturale momentanea al prossimo 30 giugno. Da evidenziare, chiaramente, che in caso di buona campagna in Europa e di un posizionamento finale in campionato tra le prime cinque (che dovrebbe permettere a tutti gli effetti di essere qualificati alla prossima Champions League senza doversi avvalere di dover alzare per forza al cielo il trofeo dell’attuale Europa League) per il neofita allenatore si alzerebbero considerevolmente le chance di rimanere al comando della Lupa.

Dove vedere il calcio in streaming e come risparmiare

Su DAZN, al costo di 34,99 euro al mese, è possibile vedere tutte le partite della Serie A, la Serie B, l’Europa League e alcune partite della Conference League.

Sky ha la sua piattaforma streaming, Now TV, dove il Pass Sport, che include tre partite per turno della Serie A e tutta la Champions League e Serie B, costa 9,99 euro al mese.

Amazon Prime Video costa 4,99 euro al mese, e include tutti i servizi Prime oltre le migliori sedici partite della Champions League del mercoledì.

Bonus: come avere un abbonamento alle piattaforme streaming e risparmiare

Esistono alcuni servizi che consentono di condividere l’account delle migliori piattaforme streaming (DAZN, Now TV, Netflix, Prime Video, Disney Plus, ecc.) con altre persone e dunque di risparmiare sugli abbonamenti, parliamo di GamsGoGoSplit o CooSub. Grazie a GamsGo, GoSplit e CooSub è possibile acquistare, ad un prezzo irrisorio, un abbonamento condiviso con altri utenti in maniera facile, veloce e sicura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui