Panchina Milan: suggestione Gallardo dall’Al Ittihad

0

Continua ad infittirsi sempre più la telenovela relativa al successore di Stefano Pioli sulla panchina del Milan in vista della prossima stagione calcistica 2024/25: ormai per il tecnico parmigiano il percorso in rossonero è scaduto, complice una scelta dirigenziale che all’unisono ha preferito interrompere l’intesa con il mister per il bene del progetto futuro del club, anche se adesso non sarà facile trovare il rimpiazzo migliore che la piazza offre, contando che di nomi nel taccuino degli alti piani societari ce ne sono già finiti in numerosi, come ad esempio l’ultima suggestione Marcelo Gallardo in uscita dalla squadra araba dell’Al Ittihad.

Milan, continua il casting panchina: se fosse Gallardo il prescelto?

Vietato, ora più che mai, farsi trovare impreparati alla preparazione tattica della prossima stagione: questo il Milan lo sa bene e, visto e considerato che la panchina della formazione rossonera verrà a breve lasciata dall’attuale allenatore Stefano Pioli, in dirigenza si dovrà fare un’importante accelerata in merito al profilo scelto per sostituirlo nel migliore dei modi, con Marcelo Gallardo, in questo senso, finito recentemente nei discorsi societari della squadra di Milano. Stando a quanto riportato da Gianluca Di Marzo, di fatto, il tecnico in forza all’Al Ittihad sarebbe il momentaneo indiziato numero uno per raggiungere in estate i rossoneri.

L’argentino classe 1976 avrebbe recentemente rotto i rapporti con il club arabo. Decidendo, quindi, di abbandonare la nave una volta terminata l’attuale stagione calcistica nel campionato di Saudi Pro League. L’annata al comando della rosa composta da alcune ex stelle del panorama europeo come N’Golo Kanté o Karim Benzema non ha dato tutti i frutti sperati. Al momento i gialloneri sono al quinto posto in classifica. Grazie ai 50 punti racimolati in trentuno sfide finora. Il ciò avrebbe già da alcune settimane escluso matematicamente l’Al Ittihad dalle prossime competizioni continentali. Su tutte alla Champions League Araba.

Nonostante ciò, in Europa il profilo di Gallardo è sempre stato visto di buon occhio. Con accostamenti ai palcoscenici più importanti già arrivati in precedenza. La chiamata del Milan carica di responsabilità, questo deve essere chiaro a chiunque avrà la chance di sedere su quella panchina. Sembra che l’ex River Plate sia preparato a sfide di questo calibro. Il passato in Argentina, sia come calciatore che come mister, lo ha formato a tutto tondo. Chiaramente dovrà esserci una giusta valutazione attorno al suo profilo. In gioco c’è il futuro del club. I rossoneri continuano a monitorare. Decisive le prossime settimane.

Dove vedere il calcio in streaming e come risparmiare

Su DAZN, al costo di 34,99 euro al mese, è possibile vedere tutte le partite della Serie A, la Serie B, l’Europa League e alcune partite della Conference League.

Sky ha la sua piattaforma streaming, Now TV, dove il Pass Sport, che include tre partite per turno della Serie A e tutta la Champions League e Serie B, costa 9,99 euro al mese.

Amazon Prime Video costa 4,99 euro al mese, e include tutti i servizi Prime oltre le migliori sedici partite della Champions League del mercoledì.

Bonus: come avere un abbonamento alle piattaforme streaming e risparmiare

Esistono alcuni servizi che consentono di condividere l’account delle migliori piattaforme streaming (DAZN, Now TV, Netflix, Prime Video, Disney Plus, ecc.) con altre persone e dunque di risparmiare sugli abbonamenti, parliamo di GamsGoGoSplit o CooSub. Grazie a GamsGo, GoSplit e CooSub è possibile acquistare, ad un prezzo irrisorio, un abbonamento condiviso con altri utenti in maniera facile, veloce e sicura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui