Parma: dopo la promozione in A, Ansaldi vuole tornare in Spagna

0

Dopo la promozione in Serie A ottenuta vincendo il campionato, il laterale argentino Cristian Ansaldi, ha dichiarato di voler lasciare il Parma e tornare in Spagna. Il 37enne, che ha giocato nelle ultime stagioni coi ducali dopo le esperienze in Genoa, Inter e nel Torino infatti, vorrebbe star più vicino alla famiglia

Questa la sua volontà, spiegata attraverso il proprio profilo ufficiale su Instagram, che apre lo scenario al suo addio. La squadra emiliana potrebbe tentare l’esperto giocatore con un rinnovo annuale e un futuro in dirigenza, però è probabile che si venga incontro al suo desiderio. 

Parma: dopo la promozione in A, Ansaldi vuole tornare in Spagna

Da un lato infatti, Pecchia e i suoi vorrebbero tenersi stretto un giocatore duttile e sempre tra i migliori quando schierato. Dall’altra parte però, la riconoscenza per quanto fatto in campo e nello spogliatoio, portano la dirigenza a non andare contro i suoi desideri.

Il contratto in scadenza a fine stagione infatti, fa si che la volontà del giocatore sia determinante. Le sue dichiarazioni alla fine del match, dove ha spiegato che: “sono venuto a Parma per riportare il club in A e c’è l’ho fatta”, fanno appunto pensare alla fermezza nella sua scelta. 

Ansaldi, dopo Parma quale può essere la squadra giusta in Spagna per l’ultima avventura in carriera?

Giocatore giramondo, che dalla sua Argentina è arrivato dalla Russia, passando per l’Atletico Madrid e finendo in Italia, può chiudere la sua carriera nella Liga. Impossibile un ritorno nell’Atletico seppur il club vanti una folta schiera di argentini, vediamo quali club possono puntare su Ansaldi. 

In Spagna alcuni club potrebbero essere interessati a tesserare l’esperto laterale, in Liga ma anche in seconda divisione. A pensarci nella massima divisione spagnola potrebbero esserci club di bassa classifica come Maiorca, Rayo Vallecano e Las Palmas

Nella Segunda División invece, potrebbero puntare su Ansaldi ad esempio quei club spagnoli che stanno retrocedendo e vogliono provare a risalire nell’immediato. Ad interessarsene potrebbero infatti essere Almeria, Cadice e Granada

Infine, non è da escludere per Ansaldi anche di vivere si in Spagna con la famiglia ma ritirandosi dal calcio giocato. Quella di ieri sera da capitano, proprio in virtù dell’addio col Parma, potrebbe essere infatti la sua ultima partita ufficiale. Senza il progetto giusto infatti, è più che possibile che il nativo di Rosario appenda i scarpini al chiodo. 

Dove vedere il calcio in streaming e come risparmiare

Su DAZN, al costo di 34,99 euro al mese, è possibile vedere tutte le partite della Serie A, la Serie B, l’Europa League e alcune partite della Conference League.

Sky ha la sua piattaforma streaming, Now TV, dove il Pass Sport, che include tre partite per turno della Serie A e tutta la Champions League e Serie B, costa 9,99 euro al mese.

Amazon Prime Video costa 4,99 euro al mese, e include tutti i servizi Prime oltre le migliori sedici partite della Champions League del mercoledì.

Bonus: come avere un abbonamento alle piattaforme streaming e risparmiare

Esistono alcuni servizi che consentono di condividere l’account delle migliori piattaforme streaming (DAZN, Now TV, Netflix, Prime Video, Disney Plus, ecc.) con altre persone e dunque di risparmiare sugli abbonamenti, parliamo di GamsGoGoSplit o CooSub. Grazie a GamsGo, GoSplit e CooSub è possibile acquistare, ad un prezzo irrisorio, un abbonamento condiviso con altri utenti in maniera facile, veloce e sicura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui