Playoff Serie C: Vicenza e Carrarese in finale, chi salirà in B?

0

Si avvicina il sogno della promozione in cadetteria per Vicenza e Carrarese, che si affronteranno nella finale playoff di Serie C. Il match di andata si giocherà mercoledì 5 giugno (ore 21:00) allo stadio “Romeo Menti”, casa del Lane. La gara di ritorno è in programma domenica 9 giugno (ore 17:30) allo “Stadio dei Marmi” di Carrara. L’ultimo atto della post season è la ciliegina sulla torta di un campionato che entrambe le squadre hanno giocato ad alti livelli, chiudendo al terzo posto nei rispettivi gironi (A per il Vicenza, B per la Carrarese). Per la terza stagione consecutiva, una squadra classificata in 3^ posizione al termine della stagione regolare andrà in Serie B. Nei due anni precedenti era già successo con Palermo (2022) e Lecco (2023).

Playoff Serie C, il Vicenza approda in finale e continua la serie positiva

Due partite contro un avversario tosto per tornare nel campionato cadetto dopo due stagioni in Serie C. La compagine veneta arriva all’ultimo atto dei playoff dopo aver superato l’ostacolo Avellino in semifinale. Dopo il pareggio a reti bianche nel match di andata al “Partenio”, è stata decisiva la vittoria per 2-1 nella gara di ritorno davanti al pubblico amico. I padroni di casa hanno indirizzato la sfida con un doppio vantaggio: Della Morte apre le danze al 14’ con un gran sinistro in area, poi al 64’ raddoppia Costa con una conclusione al volo sugli sviluppi di un corner. Patierno riapre i giochi al 75’ dagli undici metri. Il capocannoniere del girone C è infallibile dal dischetto, con otto centri in stagione su altrettanti rigori. Nel finale c’è spazio anche per due espulsioni, Golemic da una parte e Armellino dall’altra.

Brivido nel recupero: la splendida parata di Confente sulla girata di Patierno nega i supplementari alla formazione campana. Al triplice fischio esplode la festa dei padroni di casa che conquistano il 22° risultato utile consecutivo. L’ultima sconfitta risale al 20 gennaio sul campo del Lumezzane, poi il Lane ha scalato posizioni in classifica fino al piazzamento finale, con 71 punti, dietro Padova (77) e Mantova (80). La svolta nella stagione del Vicenza è arrivata con l’approdo di Stefano Vecchi in panchina, al posto di Aimo Diana esonerato dopo aver conquistato solo 26 punti in 18 partite. Il tecnico bergamasco ha perso solo una volta in 26 gare e ora proverà a conquistare la seconda promozione consecutiva nel campionato cadetto. Nella scorsa stagione, infatti, ci era già riuscito con la Feralpisalò.

Il sogno della Carrarese: la Serie B manca da 76 anni

Sulla strada del Vicenza c’è la Carrarese, che in questi playoff ha faticato più degli avversari. Adesso, però, ha l’opportunità di completare quel grande salto che manca dalla fine degli anni Quaranta. I toscani, infatti, hanno disputato il campionato cadetto soltanto in due occasioni, nel 1945/46 e nel 1947/48. Tornando al campionato da poco concluso in Serie C, i giallazzurri si sono piazzati al terzo posto nel girone B con 73 punti, alle spalle di Torres (75) e Cesena (96). Dopo aver superato nei playoff Perugia (nonostante la sconfitta nel match di ritorno) e Juventus Next Gen (due pareggi), i toscani sono approdati in semifinale contro il Benevento. Il successo casalingo nel primo round ha dato un vantaggio ai giallazzurri, che si è concretizzato nella partita di ritorno al “Vigorito”.

Un match ricco di emozioni, che si è concluso in parità (2-2). Lanini illude i campani al 18’ con un colpo di testa vincente sugli sviluppi di un corner, ma al 21’ arriva già il pareggio di Finotto che non sbaglia tutto solo davanti al portiere. Padroni di casa nuovamente avanti al 35’ grazie al destro vincente di Talia, poi espulso nel finale del primo tempo. In superiorità numerica, gli ospiti vanno a segno per la seconda volta al 65’ con una splendida punizione di Schiavi. Riuscirà la Carrarese ad avere la meglio anche del Vicenza? È l’ultimo, grosso ostacolo da superare per la squadra allenata da Antonio Calabro, specialista in promozioni.

Il tecnico salentino ha portato il Gallipoli dall’Eccellenza alla Serie D, ma soprattutto è stato protagonista di un doppio salto con la Virtus Francavilla. Il club pugliese, infatti, è salito dall’Eccellenza alla Serie C in due stagioni consecutive tra il 2014 e il 2016.

Dove vedere il calcio in streaming e come risparmiare

Su DAZN, al costo di 34,99 euro al mese, è possibile vedere tutte le partite della Serie A, la Serie B, l’Europa League e alcune partite della Conference League.

Sky ha la sua piattaforma streaming, Now TV, dove il Pass Sport, che include tre partite per turno della Serie A e tutta la Champions League e Serie B, costa 9,99 euro al mese.

Amazon Prime Video costa 4,99 euro al mese, e include tutti i servizi Prime oltre le migliori sedici partite della Champions League del mercoledì.

Bonus: come avere un abbonamento alle piattaforme streaming e risparmiare

Esistono alcuni servizi che consentono di condividere l’account delle migliori piattaforme streaming (DAZN, Now TV, Netflix, Prime Video, Disney Plus, ecc.) con altre persone e dunque di risparmiare sugli abbonamenti, parliamo di GamsGoGoSplit o CooSub. Grazie a GamsGo, GoSplit e CooSub è possibile acquistare, ad un prezzo irrisorio, un abbonamento condiviso con altri utenti in maniera facile, veloce e sicura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui