Premier League, giornata 36: allungo del Manchester City

0

Il Manchester City piazza l’allungo forse decisivo sul Liverpool, fermato in casa dal Tottenham. Il Chelsea si fa rimontare e vede l’Arsenal avvicinarsi minacciosamente. Retrocede matematicamente il Watford. Di seguito l’analisi della giornata 36 di Premier League.

Premier League – Giornata 36: Liverpool-Tottenham 1-1, Man. City-Newcastle 5-0

Un pareggio che probabilmente non serve a nessuno. Così si può sintetizzare l’1-1 fra Liverpool e Tottenham dato che i Reds vedono scappare il Manchester City e gli Spurs si ritrovano a meno quattro dal quarto posto. La squadra di Conte era passata in vantaggio con Son per poi essere raggiunta da Luis Diaz.

Premier League, giornata 36: allungo del Manchester City

Ne approfitta, come detto, il Manchester City che travolge 5-0 il Newcastle. Le reti di Sterling (doppietta), Laporte, Rodri e Foden consentono ai Cityzens di portarsi a +3 sulla squadra di Klopp e di scavalcarla anche nella differenza reti, parametro principale in caso di arrivo a pari punti.

Chelsea-Wolverhampton 2-2, Arsenal-Leeds 2-1, Brighton-Man. United 4-0, Norwich-West Ham 0-4

Suicidio sportivo del Chelsea in casa contro il Wolverhampton: i Blues sopra di due reti grazie alla doppietta del redivivo Lukaku e in pieno controllo del match si fanno rimontare dai Wolves andati a segno al 79′ con Trincao e al 97′ con Coady. Un 2-2 che mette a rischio la terza posizione dato che l’Arsenal si avvicina.

Proprio l’Arsenal domina in lungo e in largo contro il Leeds vincendo però solo 2-1. I Gunners sono già avanti 2-0 dopo dieci minuti in virtù della doppietta dell’ex Nketiah, rimangono in superiorità numerica per il rosso a Ayiling ma non riescono ad uccidere la partita con i Whites che accorciano con Llorente. Partita comunque portata a casa per la squadra di Arteta, adesso a meno uno dal Chelsea e a +4 sul Tottenham.

Umiliante sconfitta per il Manchester United sul campo del Brighton per 4-0 firmata dalle marcature di Caicedo, Cucurella, Groß e Trossard. Quest’altra pessima prestazione mette definitivamente fine alle speranze dei Red Devils di raggiungere un posto per la prossima Champions League. Per la prima volta dal 2003 una squadra in cui gioca Cristiano Ronaldo non si qualifica per la massima competizione europea.

Premier League, giornata 36: allungo del Manchester City

Torna a sorridere il West Ham dopo l’eliminazione dall’Europa League e dopo quattro partite senza successi. Gli Hammers infatti passeggiano sul campo del già retrocesso Norwich battendolo 4-0 a domicilio con i gol di Benrahma (doppietta), Antonio e Lanzini.

Leicester-Everton 1-2, Crystal Palace-Watford 1-0, Burnley-Aston Villa 1-3, Brentford-Southampton 3-0

Vitale affermazione dell’Everton che batte in trasferta il Leicester compiendo un passo importante verso la salvezza superando in un colpo solo Leeds e Burnley. Gol dell’incontro realizzati da Mykolenko, Daka e Holgate.

Un rigore di Zaha condanna il Watford che, con questo 1-0 contro il Crystal Palace, retrocede matematicamente in Championship.

Si ferma la striscia di tre vittorie consecutive del Burnley fermato in casa dall’Aston Villa. Nel 3-1 per i Villans decisive le reti di Ings, Buendia e Watkins; di Cornet il gol della bandiera per i padroni di casa.

Infine, netto successo del Brentford sul Southampton frutto delle marcature di Jansson, Wissa e Ajer.

Classifica

Premier League, giornata 36: allungo del Manchester City

Premier League, il programma della giornata 37

  • Tottenham – Burnley
  • Wolverhampton – Norwich
  • West Ham – Manchester City
  • Watford – Leicester
  • Leeds – Brighton
  • Aston Villa – Crystal Palace
  • Everton – Brentford
  • Newcastle – Arsenal
  • Southampton – Liverpool
  • Manchester Utd – Chelsea (1-1 già disputata)

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui