Premier League, la classifica marcatori aggiornata

0

Cogliamo l’occasione della sosta Nazionali per analizzare la classifica marcatori di Premier League, che nell’ultimo turno ha visto il rinvio di diverse gare a causa della FA Cup. È bagarre vera per la lotta al titolo: Arsenal e Manchester City sono prime a braccetto, seguite dal Liverpool a un punto di distanza. Nelle retrovie, Nottingham Forest, Burnley e Sheffield United sarebbero attualmente retrocesso, mentre il piccolo Luton Town è a +1 dalla zona rossa. Deludente la stagione del Chelsea (e non è una novità), undicesimo e lontano da un piazzamento europeo: sarebbe la seconda stagione di fila senza.

Premier League, la classifica marcatori aggiornata

  • 18: Haaland (Manchester City);
  • 16: Watkins (Aston Villa);
  • 15: Salah (Liverpool), Solanke (Bournemouth);
  • 14: Bowen (West Ham), Son (Tottenham);
  • 13: Saka (Arsenal)
  • 12: Isak (Newcastle)
  • 11: Foden (Manchester City), Palmer (Chelsea);
  • 10: Hwang-Hee Chan (Wolverhampton), Richarlison (Tottenham), Nuñez (Liverpool).

Non è una sorpresa che Erling Haaland, capocannoniere della passata edizione, sia in vetta anche quest’anno. Nonostante l’infortunio il suo andamento è ottimale, con una media gol davvero impressionate. Medaglia d’argento per Ollie Watkins, da anni tra i migliori marcatori ma senza una big che fin qua sia riuscito a strapparlo dai Villans. Chiudono l’ultimo gradino del podio Mohammed Salah e Dominic Solanke, unico membro di una squadra di metà classifica nella top 3. 

Una lunghissima lista di giocatori che sono arrivati almeno a 10 centri e in tal senso la classifica potrebbe cambiare notevolmente. Pensiamo ad esempio a Bukayo Saka, che negli ultimi 6 match ha siglato 3 reti. Spicca anche la presenza di Jarrod Bowen, considerando che si tratta di un esterno offensivo e non propriamente non di una prima punta. Così come Phil Foden, trequartista punto di riferimento nella formazione di Pep Guardiola. In grande evidenza la crescita di Cole Palmer, una delle poche note liete della stagione del Chelsea. Il bomber norvegese si confermerà massimo cannoniere anche nel 2023/2024?

Dove vedere il calcio in streaming e come risparmiare

Su DAZN, al costo di 34,99 euro al mese, è possibile vedere tutte le partite della Serie A, la Serie B, l’Europa League e alcune partite della Conference League.

Sky ha la sua piattaforma streaming, Now TV, dove il Pass Sport, che include tre partite per turno della Serie A e tutta la Champions League e Serie B, costa 9,99 euro al mese.

Amazon Prime Video costa 4,99 euro al mese, e include tutti i servizi Prime oltre le migliori sedici partite della Champions League del mercoledì.

Bonus: come avere un abbonamento alle piattaforme streaming e risparmiare

Esistono alcuni servizi che consentono di condividere l’account delle migliori piattaforme streaming (DAZN, Now TV, Netflix, Prime Video, Disney Plus, ecc.) con altre persone e dunque di risparmiare sugli abbonamenti, parliamo di GamsGoGoSplit o CooSub. Grazie a GamsGo, GoSplit e CooSub è possibile acquistare, ad un prezzo irrisorio, un abbonamento condiviso con altri utenti in maniera facile, veloce e sicura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui