Premier League: un positivo al Coronavirus

0

Un tampone positivo al Coronavirus in Premier League, arrivato il comunicato ufficiale.

Brutte notizie dall’Inghilterra: un tampone è risultato positivo al Coronavirus in Premier League. La Lega inglese, infatti, ha annunciato: “Oggi la Premier League può confermare che lunedì 8 giugno e martedì 9 giugno, 1.213 giocatori sono stati sottoposti a tampone per il COVID-19. Di questi, uno è risultato positivo. La Premier League fornisce queste informazioni aggregate ai fini dell’integrità della concorrenza e della trasparenza. La Lega non fornirà dettagli specifici su club o singoli individui e i risultati saranno resi pubblici dopo ogni prova”

Premier League: cosa cambia con un positivo al Coronavirus?

Premier League: un positivo al Coronavirus

Al contrario di quanto deciso dalla Serie A, la Premier League segue lo stile Bundesliga. In caso di tampone che riveli una positività al Covid-19, infatti, il calciatore contagiato sarà isolato per il periodo necessario, mentre il resto del gruppo potrà continuare a lavorare dopo tutti i controlli sanitari del caso.

Un tipo di protocollo che si sta provando a portare anche in Italia, ma che fino ad oggi, non ha avuto riscontri positivi. Diverse le proposte avanzate, come anche quello della riduzione della quarantena, ma il CTS per adesso non vuole sentire ragioni. La prudenza sembra non essere mai troppa.

Dove vedere il calcio in streaming e come risparmiare

Su DAZN, al costo di 34,99 euro al mese, è possibile vedere tutte le partite della Serie A, la Serie B, l’Europa League e alcune partite della Conference League.

Sky ha la sua piattaforma streaming, Now TV, dove il Pass Sport, che include tre partite per turno della Serie A e tutta la Champions League e Serie B, costa 9,99 euro al mese.

Amazon Prime Video costa 4,99 euro al mese, e include tutti i servizi Prime oltre le migliori sedici partite della Champions League del mercoledì.

Bonus: come avere un abbonamento alle piattaforme streaming e risparmiare

Esistono alcuni servizi che consentono di condividere l’account delle migliori piattaforme streaming (DAZN, Now TV, Netflix, Prime Video, Disney Plus, ecc.) con altre persone e dunque di risparmiare sugli abbonamenti, parliamo di GamsGoGoSplit o CooSub. Grazie a GamsGo, GoSplit e CooSub è possibile acquistare, ad un prezzo irrisorio, un abbonamento condiviso con altri utenti in maniera facile, veloce e sicura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui