Protocollo UEFA-CONMEBOL, c’è l’intesa per Italia-Argentina

0
Protocollo UEFA-CONMEBOL, c’è l’intesa per Italia-Argentina

Tra Aleksander Ceferin e Alejandro Dominguez, presidenti rispettivamente dell’UEFA e della CONMEBOL, bolle qualcosa di grosso in pentola. I massimi vertici delle due federazioni calcistiche continentali hanno infatti annunciato il rinnovo e l’ampliamento del “Memorandum of Understanding” fino al 30 giugno 2028. Si tratta di un protocollo d’intesa finalizzato all’organizzazione di una serie di eventi per la promozione e lo sviluppo del calcio nei relativi territori. Questo è solo un altro dei tanti momenti d’incontro tra i due enti, che vantano una collaborazione storicamente datata.

Svelati anche data e sede di Italia-Argentina

Il primo importante progetto individuato nell’accordo tra UEFA e CONMEBOL è la creazione e l’apertura di un ufficio comune. Esso verrà inaugurato all’inizio del 2022 e avrà sede a Londra, la stessa scelta per disputare la partita tra Italia e Argentina, il primo evento ufficiale. Il match in questione si giocherà il primo giugno del 2022. Si tratta di una bella notizia per tutti gli amanti del calcio, dato che l’idea di una sfida tra le vincitrici delle due coppe continentali era già stata paventata.

italia-argentina-supercoppa-maradona-1200x675-1 Protocollo UEFA-CONMEBOL, c'è l'intesa per Italia-Argentina

Nel luglio scorso, infatti, la proposta aveva trovato il parere favorevole della FIFA, anche come momento di ricordo per Diego Armando Maradona. Niente di meglio di una sfida secca, una sorta di “Coppa dei Due Mondi” come antipasto succulento dei Mondiali in Qatar, ai quali speriamo possa partecipare anche la nostra Nazionale

UEFA e CONMEBOL: una lunga storia di incroci

Il “Vecchio” e il “Nuovo” continente condividono un amore viscerale per il calcio. Da un lato abbiamo, infatti, la terra che ha dato i natali allo sport più popolare al mondo. Dall’altro, c’è la patria che del fùtbol ne ha fatto una religione, con i suoi profeti profani che diffondono il loro verbo su un rettangolo verde. Ebbene, questo destino incrociato ha avuto modo varie volte di riproporsi nella storia del calcio. La mente ci riporta immediatamente alle tante sfide di Coppa Intercontinentale. Come non ricordare la vittoria dell’Inter di Mazzola e Corso nel settembre del 1964 agli spareggi contro l’Independiente, o il successo del 1996 della Juventus sul River Plate a Tokyo, marchiata da un giovanissimo Alessandro Del Piero. Fino a giungere all’ultimo, sfortunato, incrocio tra una squadra italiana e una argentina nel 2003, col trionfo del Boca Juniors di Burdisso e Tevez sul Milan di Ancelotti.

boca-juniors Protocollo UEFA-CONMEBOL, c'è l'intesa per Italia-Argentina

Probabilmente, però, la sfida Italia-Argentina tende a somigliare maggiormente ad una competizione un po’ meno nota. Facciamo riferimento alla Coppa “Artemio Franchi”, voluta fortemente da questo grande personaggio, di cui porta il nome, che fu presidente dell’UEFA e vicepresidente della FIFA. Si trattava di un torneo amichevole, che vedeva confrontarsi in una partita secca le nazionali vincitrici delle due competizioni continentali, europea e sudamericana. Lo scarno albo d’oro vede un trionfo a testa per la Francia nel 1985 e per l’albiceleste nel 1993.

UEFA e CONMEBOL per il bene del calcio

Il protocollo d’intesa rafforzato dalle due federazioni è volto alla creazione di un programma comune che possa assistere e supportare tutti i membri degli enti coinvolti. Questa collaborazione si appresta ad essere molto fitta e riguarda i temi più disparati, che vanno anche oltre le mere questioni sportive. UEFA e CONMEBOL intendono, infatti, dare avvio ad una vasta serie di progetti e attività. Si spazia dalla promozione del calcio di base, giovanile e femminile all’organizzazione di competizioni non solo calcistiche, ma anche inerenti al futsal. Fino ad arrivare a questioni legali, di marketing e di responsabilità sociale, nonché si coopera anche per sostenere la promozione di principi etici e di buoni modelli di governance del calcio.

Dove vedere il calcio in streaming e come risparmiare

Su DAZN, al costo di 34,99 euro al mese, è possibile vedere tutte le partite della Serie A, la Serie B, l’Europa League e alcune partite della Conference League.

Sky ha la sua piattaforma streaming, Now TV, dove il Pass Sport, che include tre partite per turno della Serie A e tutta la Champions League e Serie B, costa 9,99 euro al mese.

Amazon Prime Video costa 4,99 euro al mese, e include tutti i servizi Prime oltre le migliori sedici partite della Champions League del mercoledì.

Bonus: come avere un abbonamento alle piattaforme streaming e risparmiare

Esistono alcuni servizi che consentono di condividere l’account delle migliori piattaforme streaming (DAZN, Now TV, Netflix, Prime Video, Disney Plus, ecc.) con altre persone e dunque di risparmiare sugli abbonamenti, parliamo di GamsGoGoSplit o CooSub. Grazie a GamsGo, GoSplit e CooSub è possibile acquistare, ad un prezzo irrisorio, un abbonamento condiviso con altri utenti in maniera facile, veloce e sicura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui