Qatar 2022: i convocati della Spagna

0

Dopo l’Uruguay, anche la Spagna poco fa ha diramato la lista dei convocati per i prossimi Mondiali in Qatar. Gli iberici se la dovranno vedere in un vero e proprio girone di ferro con Germania, Costa Rica e Giappone. I Campioni del Mondo del 2010 proveranno a migliorare il posizionamento dell’ultima edizione quando, anche in quel caso considerati come favoriti, uscirono agli ottavi di finale contro i padroni di casa della Russia. Obiettivo per le Furie Rosse: alzare la seconda Coppa del Mondo della loro storia.

Qatar 2022: i convocati della Spagna

Portieri

  • David Raya (Brentford)
  • Robert Sánchez (Brighton)
  • Unai Simón (Athletic Bilbao)

Difensori

  • Jordi Alba (Barcellona)
  • Cesar Azpilicueta (Chelsea)
  • Dani Carvajal (Real Madrid)
  • José Gayá (Valencia)
  • Eric García (Barcellona)
  • Hugo Guillamon (Valencia)
  • Aymeric Laporte (Manchester City)
  • Pau Torres (Villarreal)

Centrocampisti

  • Sergio Busquets (Barcellona)
  • Gavi (Barcellona)
  • Koke (Atletico Madrid)
  • Marcos Llorente (Atletico Madrid)
  • Pedri (Barcellona)
  • Rodri (Manchester City)
  • Carlos Soler (PSG)

Attaccanti

  • Marco Asensio (Real Madrid)
  • Pablo Sarabia (PSG)
  • Ansu Fati (Barcellona)
  • Alvaro Morata (Atletico Madrid)
  • Dani Olmo (Lipsia)
  • Yéremi Pino (Villarreal)
  • Ferran Torres (Barcellona)
  • Nico Williams (Athletic Bilbao)

Diverse le conferme che spiccano nella lista dei convocati diramata da Luis Enrique. Da Jordi Alba a Busquets, fino ad arrivare a Morata, Koke e Azpilicueta, l’ex tecnico della Roma ha deciso di puntare su una selezione composta da veterani e giocatori meno esperti. Sono diversi infatti i giovani talenti tra i quali oltre ai già noti Pedri, Gavi e Ansu Fati, sono presenti anche Nico Williams, Yéremi Pino e Guillamon. Unica vecchia conoscenza del nostro campionato è l’ex centravanti della Juventus Alvaro Morata il quale avrà il compito di guidare il reparto offensivo iberico. Grandi assenti, invece, sono l’estremo difensore del Manchester United David De Gea, ma soprattutto Sergio Ramos al quale non è stata data la possibilità di disputare l’ultimo Mondiale di una carriera gloriosa.

Dove vedere il calcio in streaming e come risparmiare

Su DAZN, al costo di 34,99 euro al mese, è possibile vedere tutte le partite della Serie A, la Serie B, l’Europa League e alcune partite della Conference League.

Sky ha la sua piattaforma streaming, Now TV, dove il Pass Sport, che include tre partite per turno della Serie A e tutta la Champions League e Serie B, costa 9,99 euro al mese.

Amazon Prime Video costa 4,99 euro al mese, e include tutti i servizi Prime oltre le migliori sedici partite della Champions League del mercoledì.

Bonus: come avere un abbonamento alle piattaforme streaming e risparmiare

Esistono alcuni servizi che consentono di condividere l’account delle migliori piattaforme streaming (DAZN, Now TV, Netflix, Prime Video, Disney Plus, ecc.) con altre persone e dunque di risparmiare sugli abbonamenti, parliamo di GamsGoGoSplit o CooSub. Grazie a GamsGo, GoSplit e CooSub è possibile acquistare, ad un prezzo irrisorio, un abbonamento condiviso con altri utenti in maniera facile, veloce e sicura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui