Qatar 2022, qualificazioni: Brasile-Argentina sospesa dopo 7′

0

Nel turno 9 delle qualificazioni del Sudamerica ai Mondiali 2022 in Qatar salgono in classifica Perù e Uruguay, mentre pareggiano Ecuador e Colombia rispettivamente contro Cile e Paraguay. Clamorosamente, invece, è stata sospesa Brasile-Argentina, match clou di serata, dopo soli 7 minuti di gioco. Le autorità sanitarie sono entrate sul terreno di gioco interrompendo il match perché quattro giocatori dell’Albiceleste (Emiliano Martínez, Cristian Romero, Giovanni Lo Celso ed Emiliano Buendía) provenienti dalla Premier League non avrebbero rispettato la quarantena obbligatoria di 14 giorni per chi proviene dall’Inghilterra. L’Argentina è stata costretta a rientrare negli spogliatoi mentre il Brasile è rimasto in campo ad allenarsi, dopo che la gara è stata definitivamente sospesa.

Questa la posizione della CONMEBOL, la federazione sudamericana, attraverso un comunicato: “Per decisione dell’arbitro dell’incontro, il match tra Brasile e Argentina è sospeso. L’arbitro e il Commissario della partita invieranno una relazione alla Fifa, che determinerà le decisioni da prendere. Si tratta di un procedimento che segue alla lettera le regole vigenti. Le eliminatorie del Mondiale sono una competizione che si disputa sotto l’egida della Fifa. Tutte le decisioni su organizzazione e affini sono di competenza esclusiva della Fifa”.

Sudamerica, qualificazioni a Qatar 2022: pari tra Ecuador e Cile

Rallenta l’Ecuador che pareggia 0-0 in casa contro il Cile, ma resta al terzo posto. La Roja, invece, è terzultima in classifica a quattro punti dalla zona qualificazione. La più grande occasione del primo tempo è per gli ospiti con un sinistro in area di Meneses deviato in corner dal portiere. Nella ripresa chance anche per la Tricolor con un destro da fuori area di Caicedo respinto da Bravo. Al 63’ l’Ecuador resta in dieci per l’espulsione diretta di Sornoza, ma poco dopo sfiora ancora il vantaggio con un colpo di testa in area di Valencia a lato di poco.

Clamorosa è l’occasione per Estrada, che tutto solo a centro area manda il pallone a centimetri dal palo con un colpo di testa che poteva avere esito migliore. Finisce senza reti: l’Ecuador pareggia una gara di qualificazione ai Mondiali dopo 15 risultati consecutivi tra vittorie e sconfitte. Inoltre, per la Tricolor è il primo 0-0 nelle qualificazioni dal 2008 (contro l’Uruguay) dopo 51 partite.

Sale al settimo posto il Perù che batte 1-0 il Venezuela, ancora ultimo in classifica. In avvio di partita conclusione dei padroni di casa salvata quasi sulla linea di porta, ma anche gli ospiti sfiorano il vantaggio con Savarino che da ottima posizione in area spara il pallone sopra la traversa. La blanquirroja sblocca il match al 35’: errore clamoroso di Villanueva che sbaglia il passaggio regalando la sfera a Cueva nei pressi dell’area di rigore, il 10 di casa punisce con un destro a giro imparabile. Piove sul bagnato per il Venezuela che resta in dieci uomini al 38’ per l’espulsione di Rincón. Nella ripresa Lapadula sfiora il raddoppio su punizione. Il Perù allunga a sei partite l’imbattibilità contro il Venezuela, contro cui non perde in casa da 13 gare.

Poker dell’Uruguay e quarto posto agganciato

L’Uruguay sale al quarto posto dopo la vittoria per 4-2 sulla Bolivia, che invece non si schioda dal penultimo posto. Padroni di casa subito pericolosi con un sinistro in area di Brian Rodríguez che termina di poco alto, ma al 18’ l’attaccante della Celeste serve a De Arrascaeta l’assist vincente per il tap-in a porta vuota che vale il vantaggio. Al 31’ arriva il raddoppio di Valverde direttamente da posizione defilata: destro a giro rasoterra che supera la barriera e finisce all’angolino. Lampe nega il tris con due parate nello spazio di pochi secondi, ma il terzo gol è solo rimandato. Al 47’ è Álvarez Martínez a siglare il gol con una zampata da pochi passi su cross di Piquerez, diventando il primo calciatore nato nel XXI secolo a segnare un gol per l’Uruguay nelle qualificazioni sudamericane.

La Bolivia prova a rientrare in partita al 59’ con Marcelo Moreno che approfitta di una distrazione difensiva e batte Muslera. Al 67’ però De Arrascaeta firma il poker e la doppietta personale su rigore spiazzando Lampe. Penalty realizzato anche da Moreno all’84’, riducendo lo svantaggio. L’Uruguay estende a 16 partite l’imbattibilità casalinga contro la Bolivia, che con 59 partite senza vittorie in trasferta nelle qualificazioni sudamericane detiene il record peggiore nella competizione. L’ultimo successo esterno della Verde risale all’1-7 contro il Venezuela nel 1993.

Qatar 2022, qualificazioni sudamericane: al Paraguay non riesce l’aggancio al quinto posto

Il Paraguay pareggia 1-1 contro la Colombia e non riesce ad agganciarla al quinto posto. Nel primo tempo Silva respinge un destro potente di Cuadrado da fuori area e si supera sul colpo di testa ravvicinato di Uribe. Al 40’ però sono i padroni di casa a portarsi in vantaggio: grande giocata di Ángel Romero, assist per Sanabria che a pochi metri dalla porta non può sbagliare il tap-in. Nella ripresa i Cafeteros pareggiano al 53’ grazie al rigore vincente di Cuadrado, poi la Albirroja va vicina due volte al nuovo vantaggio con Villasanti e Martínez. La Colombia allunga a sei partite l’imbattibilità in trasferta contro il Paraguay, che invece manca la vittoria nelle qualificazioni sudamericane da sei gare. Si tratta della peggiore striscia dell’Albirroja nella competizione.

Prossimo turno: il programma della 10^ giornata

10/09/2021

  • Uruguay – Ecuador (ore 00:30)
  • Paraguay – Venezuela (ore 00:30)
  • Colombia – Cile (ore 01:00)
  • Argentina – Bolivia (ore 01:30)
  • Brasile – Perù (ore 02:30)

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui