Qualificazioni europee ai Mondiali: Portogallo agli spareggi!

0

Arrivano altri verdetti dalla giornata 10 delle qualificazioni europee ai Mondiali 2022 in Qatar. La Serbia ottiene il pass diretto mandando il Portogallo agli spareggi, così come la Croazia sorpassa la Russia in extremis nello scontro decisivo per il primo posto. Ai playoff anche Macedonia e Svezia, mentre la Spagna chiude in vetta. Vediamo nel dettaglio tutti i risultati.

Mondiali, qualificazioni europee: ribaltone nel gruppo A

Clamoroso nel gruppo A: la Serbia batte 1-2 il Portogallo in trasferta e si qualifica direttamente per i Mondiali, superando i lusitani al primo posto del raggruppamento. Ronaldo e compagni dovranno vincere le due sfide degli spareggi (semifinali e finale) per andare in Qatar. Eppure la sfida sembra mettersi bene per la nazionale allenata da Santos, che passa in vantaggio dopo appena due minuti con Renato Sanches. Gli ospiti però rimontano: al 33’ pareggia Tadic e al 90’ Mitrovic regala l’incredibile qualificazione ai suoi, che chiudono in vetta con 20 punti lasciando i lusitani a quota 17. La Serbia torna a disputare i Mondiali dopo 12 anni: l’ultima partecipazione risale all’edizione 2010 in Sudafrica. Il Portogallo, invece, non riesce a qualificarsi direttamente per il campionato del mondo come accaduto, nelle ultime qualificazioni, anche nel 2013 e nel 2009.

Qualificazioni europee ai Mondiali: Portogallo agli spareggi!

Nell’altra sfida del girone, l’Irlanda chiude nel migliore dei modi vincendo 0-3 in Lussemburgo, agganciato in classifica dai britannici a quota 9 punti ma superato al terzo posto in virtù di una migliore differenza reti. Le reti arrivano tutte nel secondo tempo: vantaggio di Duffy al 67’, raddoppio di Ogbene al 75’ e tris di Robinson all’88’.

Morata fa esultare la Spagna, la Svezia agli spareggi

Missione compiuta per la Spagna che batte 1-0 la Svezia e chiude il discorso per il primo posto del gruppo B, ottenendo la qualificazione diretta ai Mondiali. A spezzare l’equilibrio ci pensa la rete dello juventino Morata all’86’: gli svedesi erano costretti a vincere per andare direttamente in Qatar. Iberici a quota 19 punti, gli scandinavi chiudono a 15 in seconda posizione e dovranno passare dagli spareggi per la terza volta consecutiva nelle qualificazioni. Nelle due precedenti occasioni è arrivata l’eliminazione per mano del Portogallo nel 2013 e la qualificazione ai danni dell’Italia nel 2017. Le Furie Rosse, invece, parteciperanno alla rassegna mondiale per l’undicesima edizione consecutiva.

Finisce 1-1 tra Grecia e Kosovo nell’altra gara del girone: al vantaggio di Masouras al 44’ risponde Rrahmani, difensore del Napoli, al 76’. Gli ellenici chiudono al terzo posto con 10 punti, i kosovari invece terminano le qualificazioni all’ultimo posto con cinque punti. Si era già spento nelle precedenti giornate il sogno della Grecia di tornare ai Mondiali. L’ultima partecipazione risale all’edizione 2014, quando gli ellenici chiusero il torneo agli ottavi di finale.

Mondiali, qualificazioni europee: un’autorete manda la Croazia in Qatar

Nel gruppo H esulta la Croazia, che batte 1-0 la Russia nello scontro decisivo per il primo posto e vola direttamente in Qatar, chiudendo in vetta a quota 23 punti. Rammarico per i russi, che invece chiudono in seconda posizione con 22 punti e dovranno passare dagli spareggi. A decidere la contesa è un’autorete di Kudryashov all’81’. La Croazia ottiene il pass diretto per il campionato del mondo dopo 16 anni: l’ultima volta è avvenuto nel 2005, poi nel 2013 e nel 2017 sono serviti gli spareggi per ottenere la qualificazione. La Russia, invece, cercherà di ottenere la sua terza partecipazione consecutiva ai Mondiali.

Punteggio tennistico della Slovacchia che si impone per 0-6 in trasferta contro Malta, ultima del girone con 5 punti alla pari di Cipro ma con una peggiore differenza reti. Partita chiusa già nel primo tempo: vantaggio di Rusnak al 6’, raddoppio di Duda un minuto dopo e tris di Rusnak (doppietta) al 16’. Nella ripresa i padroni di casa restano addirittura in nove uomini per le espulsioni di Camenzuli al 46’ e Teuma al 50’. Gli ospiti ne approfittano per dilagare ancora con Duda che firma quarta e sesta rete al 69’ e all’80’ per la tripletta personale. Nel mezzo il quinto gol è realizzato da De Marco al 71’.

Tre punti anche per la Slovenia, che batte 2-1 Cipro e conclude a 14 punti come la Slovacchia ma al quarto posto del girone, in virtù di una peggior differenza reti. Doppio vantaggio dei padroni di casa nel secondo tempo con Zajc al 48’ e Cerin all’84’, poi i ciprioti accorciano le distanze con Kakoullis all’89’.

La Macedonia può sognare, vittoria inutile della Romania

La Germania dilaga anche nell’ultimo turno battendo 1-4 l’Armenia in trasferta. I tedeschi chiudono in vetta al gruppo J con 27 punti, a +9 sul secondo posto. Apre le danze Havertz al 15’, poi Gündogan infila la doppietta personale al 49’ su calcio di rigore e al 50’. Il romanista Mkhitaryan riduce le distanze al 59’ dagli undici metri, ma ci pensa Hofmann a ristabilirle segnando il quarto gol al 64’. L’Armenia chiude al quarto posto con 12 punti, mentre la Germania parteciperà al Mondiale per la 17^ edizione consecutiva.

Qualificazioni europee ai Mondiali: Portogallo agli spareggi!

La Macedonia corona il raggiungimento di un obiettivo (forse) inatteso alla vigilia, ovvero la qualificazione agli spareggi per accedere al campionato del mondo. I balcanici battono 3-1 l’Islanda e chiudono al secondo posto con 18 punti: vantaggio di Alioski al 7’, pareggio ospite di Porsteinsson al 54’ ma la doppietta del napoletano Elmas al 65’ e all’86’ regala il successo ai macedoni. Islanda in dieci uomini dal 79’ per l’espulsione di Johannesson. I nordici chiudono il girone al quinto posto con nove punti.

Nulla da fare per la Romania, che vince 0-2 in Liechtenstein ma doveva sperare in un risultato negativo della Macedonia per piazzarsi al secondo posto, utile per gli spareggi. I balcanici chiudono al terzo posto con 17 punti: vantaggio del parmense Dennis Man al 7’, Stanciu fallisce un calcio di rigore ma all’87’ Bancu firma il raddoppio. Il Liechtenstein chiude le qualificazioni all’ultimo posto con un solo punto.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui