Qualificazioni Mondiali, la giornata 5 è ricca di reti per le big

0

Nella giornata 5 delle qualificazioni europee ai Mondiali 2022 stecca solo l’Italia tra le big, pareggiando contro la Svizzera. Dilagano Belgio, Inghilterra, Germania, Spagna e Polonia, mentre il Galles vince nel segno di Gareth Bale (tripletta) e la Macedonia si fa rimontare dall’Islanda. Vediamo nel dettaglio tutti i risultati.

Qualificazioni Mondiali, giornata 5: la Svizzera strappa il pareggio all’Italia

Secondo pareggio consecutivo per l’Italia che pareggia 0-0 a Basilea contro la Svizzera. Azzurri sempre al comando del gruppo C con quattro punti di vantaggio sugli elvetici, che però hanno giocato due gare in meno. Gli Azzurri fanno la partita come sempre ma non riescono ad essere cinici davanti alla porta. Esempio lampante è l’occasione di Berardi che, lanciato da Locatelli, sbaglia tutto solo davanti a Sommer facendosi respingere la conclusione. Insigne sfiora il vantaggio con un destro a giro fuori di pochissimo, poi c’è l’occasione anche per i padroni di casa. Il colpo di testa di Akanji, infatti, esce di un soffio.

Qualificazioni Mondiali, la giornata 5 è ricca di reti per le big

Nella ripresa la grande chance per sbloccare il match a favore dell’Italia ma Sommer respinge il calcio di rigore battuto da Jorginho. L’estremo difensore degli elvetici si supera anche su Insigne e Zaniolo, mentre nel finale Donnarumma evita la beffa respingendo un diagonale pericoloso di Zakaria. Un pareggio agrodolce per l’Italia, che taglia un altro record: con 36 gare consecutive senza sconfitte, è la nazionale con la più lunga striscia di imbattibilità nella storia del calcio.

Nello stesso girone degli Azzurri la Bulgaria vince la sua prima gara battendo 1-0 la Lituania, che resta in fondo alla classifica con zero punti. Le occasioni più pericolose sono per i padroni di casa con Despodov, che prima manca il vantaggio da pochi passi sull’assist di Yomov poi un secondo tentativo si scontra con la parata di Setkus. Nella ripresa i baltici cercano di rendersi pericolosi con tiri dalla distanza, ma all’82’ Chochev decide la contesa con un colpo di testa su punizione di Despodov.

Poker della Spagna e tris del Belgio

Pronto riscatto della Spagna che travolge 4-0 la Georgia, sempre ultima con un punto, e si porta in vetta al girone B avendo però giocato due gare in più rispetto alla Svezia. Iberici in vantaggio al 14’ grazie al sinistro di Gayà dal limite dell’area deviato da Kashia, e al 25’ arriva il raddoppio di Soler su assist di Marcos Llorente. Poco dopo Gayà si vede annullare la doppietta per fuorigioco, ma il tris spagnolo arriva al 41’ con Ferran Torres che segna con un destro in area sul secondo assist di Llorente. Nella ripresa poker di Sarabia al 63’ con un sinistro perfetto sull’assist di Fornals in contropiede. Il giocatore dello Sporting Lisbona in prestito dal PSG si vede annullare la doppietta nel finale per offside.

Qualificazioni Mondiali, la giornata 5 è ricca di reti per le big

Pareggio in extremis del Kosovo che fa 1-1 con la Grecia e mantiene il terzo posto nel girone B. Ellenici in vantaggio al 46’ grazie a Douvikas su assist di Bakasetas, ma nel finale di partita arriva la beffa. Hadergjonaj anticipa il portiere ospite Vlachodimos e Muriqi è il più lesto di tutti a ribadire la sfera in rete sulla linea di porta.

Belgio sempre a comando del gruppo E dopo la netta vittoria per 3-0 sulla Repubblica Ceca, ora staccata di sei punti dalla vetta. Gara che si sblocca all’8’ grazie a Lukaku, che sul passaggio vincente di Vanaken non sbaglia davanti al portiere. Al 41’ ancora Vanaken regala il secondo assist personale, questa volta di tacco per il tocco vincente di Hazard che firma il raddoppio. Tris di Saelemaekers al 65’ su assist di Lukaku, anche questo con un pregevole colpo di tacco.

Qualificazioni Mondiali, giornata 5: Inghilterra a punteggio pieno

Rimonta al fotofinish del Galles che vince 2-3 sul campo della Bielorussia e si porta a un punto dal secondo posto, con due gare in meno che potrebbero certificare il sorpasso alla Repubblica Ceca nel gruppo E. Sono i rigori a caratterizzare un match ricco di emozioni: il primo penalty lo segna Gareth Bale al 5’, poi Lisakovich risponde sempre dagli undici metri al 29’. Un minuto dopo, i padroni di casa completano la rimonta con Sedko, servito dallo stesso Livakovich. Nel secondo tempo sale in cattedra Bale, che prima pareggia su rigore al 69’ e poi firma la tripletta personale al 93’ con un tap-in da pochi passi, sul quale il portiere di casa Chernik non è impeccabile.

Qualificazioni Mondiali, la giornata 5 è ricca di reti per le big

L’Inghilterra non sbaglia un colpo e mantiene la vetta del gruppo I a punteggio pieno, dopo il netto 4-0 rifilato ad Andorra. La prima occasione è per Saka che si vede respingere una conclusione sulla linea di porta, ma al 18’ Lingard porta in vantaggio i britannici con un sinistro in area di rigore. Coady sfiora il raddoppio in rovesciata, ma il secondo gol è solo rimandato al 72’ grazie al rigore vincente di Kane. I Tre Leoni dilagano: sei minuti dopo Lingard firma la doppietta personale con un destro sul secondo palo, poi Saka cala il poker all’85’ con un colpo di testa sugli sviluppi di un calcio d’angolo. Nel finale il portiere ospite Gomes nega la doppietta a Kane con una bella parata all’incrocio dei pali.

Albania e Romania in corsa per gli spareggi

Nello stesso girone l’Albania resta in corsa per il secondo posto grazie alla vittoria per 1-0 sull’Ungheria. I magiari restano comunque a tre punti dalla posizione per gli spareggi. Nel primo tempo sono gli ospiti a rendersi più pericolosi con i tentativi di Kleinheisler e Szoboszlai respinti da Berisha. Nella ripresa sono invece i padroni di casa a sfiorare il vantaggio con Balaj e Cekici sui quali si oppone Gulacsi. Il gol decisivo arriva all’87’ grazie a Broja.

Dilaga la Polonia che vince 1-7 in casa di San Marino, mantenendo il secondo posto nel gruppo I. Vantaggio dei biancorossi al 5’ con Lewandowski che controlla in area e mette a sedere il portiere, poi al 16’ arriva il raddoppio di Swiderski che cinque minuti più tardi serve a Lewandowski il pallone del tris e della doppietta. L’attaccante del Bayern Monaco serve anche l’assist per il poker di Linetty, che al 44’ batte Benedettini con un destro in area. C’è anche il gol di San Marino al 48’ grazie a Nanni, poi la Polonia macina altri gol grazie a uno strepitoso Buksa, subentrato a Lewandowski dopo l’intervallo. Il centravanti del New England Revolution mette a segno una tripletta al 67’, al 92’ e al 94’.

Successo importante della Romania che batte 2-0 il Liechtenstein e aggancia il terzo posto del gruppo J, a una sola lunghezza dalla posizione utile per gli spareggi. Vantaggio di Tosca all’11’, e sette minuti dopo Manea firma già il raddoppio su assist di Hagi. Liechtenstein ultimo del girone con zero punti.

Germania incontenibile, l’Islanda rimonta la Macedonia

Esagera la Germania che travolge 6-0 l’Armenia scavalcandola al comando del girone J. Gnabry firma il doppio vantaggio al 6’ con un sinistro sul secondo palo e al 15’ con un destro al volo in area, mentre al 35’ Reus firma il tris di sinistro dopo un bel colpo di tacco di Werner. Lo stesso attaccante del Chelsea cala il poker al 45’ sfruttando la sponda di testa di Goretzka. C’è gloria anche per Hofmann al 52’ con una conclusione che da fuori area finisce nell’angolino basso. Adeyemi firma il sesto gol al 91’ con un sinistro in area su assist di Wirtz.

Qualificazioni Mondiali, la giornata 5 è ricca di reti per le big

Orgoglio dell’Islanda che, nella giornata 5 delle qualificazioni europee ai Mondiali 2022, rimonta la Macedonia dopo uno svantaggio di due reti. Finisce 2-2, con i balcanici che sprecano l’occasione di agganciare il secondo posto del gruppo J. Sono proprio gli ospiti a sbloccare il match al 12’ con Velkovski che segna di testa su corner di Alioski, il quale si mette in proprio al 54’ firmando il raddoppio con una conclusione dal limite dell’area. Poco dopo segna Arnason per i padroni di casa ma il gol è annullato per fuorigioco, tuttavia Bjarnason riesce ad accorciare le distanze al 78’. Trajkovski manca il tris colpendo il palo, e all’84’ arriva il pareggio dei nordici con Gudjohnsen Andri.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui