Qualificazioni Mondiali: l’Ucraina ferma la Francia, Olanda ko

0

Cominciano le qualificazioni europee ai Mondiali 2022 in Qatar. Non mancano le sorprese nella prima serata come il crollo dell’Olanda con la Turchia e il pareggio della Francia con l’Ucraina. Tris di Belgio e Serbia, la Croazia cade clamorosamente in Slovenia mentre il Portogallo si impone di misura sull’Azerbaigian. Tris esterni di Russia e Norvegia, pareggio divertente tra Finlandia e Bosnia mentre Jovetic regala i tre punti al Montenegro. Cipro resiste alla Slovacchia, Repubblica Ceca travolgente in Estonia. Vediamo nel dettaglio tutti i risultati.

Qualificazioni Mondiali: al Portogallo basta un’autogol

Massimo risultato con il minimo sforzo per il Portogallo, che nel gruppo A batte 1-0 l’Azerbaigian. Il match, che si gioca all’ “Allianz Stadium” di Torino per le restrizioni anti-covid nel Paese iberico, è letteralmente dominato dai lusitani sul piano del possesso palla e delle conclusioni ma per sbloccarlo ci vuole un’autorete sfortunata di Medvedev al 37′. Cristiano Ronaldo in campo per tutta la partita.

Nell’altra gara del girone, parte bene la Serbia che si impone 3-2 sull’Irlanda. Sono i britannici a portarsi in vantaggio al 19′ con il colpo di testa di Browne, ma al 40′ arriva il pareggio dei padroni di casa: assist di Tadic e rete del fiorentino Vlahovic. I balcanici aumentano la pressione nel secondo tempo e completano la rimonta al 69′ con Mitrovic, subentrato da pochi minuti. Lo stesso attaccante al 77′ fa doppietta con un colpo di testa. Collins accorcia le distanze per gli irlandesi all’86’ ma non basta.

Nel gruppo D pareggio pirotecnico tra Finlandia e Bosnia che fanno 2-2. Succede tutto nel secondo tempo: ospiti in vantaggio con Pjanic che al 55′ sbaglia un rigore ma lo ribadisce in rete, poi dopo tre minuti i nordici pareggiano subito con Pukki. L’attaccante del Norwich al 77′ cala anche la doppietta completando la rimonta. Tuttavia la gara non è finita perchè all’84’ Stevanovic pareggia i conti su assist di Dzeko.

La Francia fa e disfa, tris del Belgio al Galles

Sempre nel gruppo D comincia con un mezzo passo falso il cammino della Francia, che pareggia 1-1 in casa contro l’Ucraina. La squadra allenata da Shevchenko disputa una gara attenta e ordinata, pur andando sotto al 19′ per un’invenzione di Griezmann che difende palla sul vertice dell’area di rigore e scarica un bellissimo sinistro a giro che si infila all’angolino. Con questa rete, le “Petit Diable” raggiunge quota 34 gol in nazionale come David Trezeguet. Gli uomini di Deschamps non chiudono la partita e al 57′ subiscono il pareggio: tiro sporco di Sydorchuk e deviazione decisiva di Kimpembe nella propria porta.

Qualificazioni Mondiali: l'Ucraina ferma la Francia, Olanda ko

Pur soffrendo, il Belgio rispetta il pronostico e batte 3-1 il Galles nella prima gara del gruppo E di qualificazioni Mondiali. Sono però i Dragoni a portarsi in vantaggio al 10′ con Wilson su assist di Bale, ma al 23′ il tiro vincente di De Bruyne da fuori area vale il pareggio. Passano cinque minuti e Thorgan Hazard ribalta il punteggio con un colpo di testa su cross di Meunier. Al 72′ ci pensa Lukaku a chiudere i giochi su calcio di rigore.

Comincia con una prestazione travolgente il cammino della Repubblica Ceca che abbatte 2-6 in trasferta l’Estonia nell’altra sfida del gruppo E. Sul campo neutro di Lublino, in Polonia, a passare in vantaggio al 12′ sono gli estoni con Sappinen. Sei minuti dopo arriva subito il pareggio di Schick. Barak completa la rimonta al 28′, poi sale in cattedra Soucek che cala il tris al 32′ e ne fa altri due al 43′ e al 48′, portandosi a casa il pallone. Al 56′ arriva anche il sesto gol con il sampdoriano Jankto, poi la rete di Anier all’86’ serve solo a ridurre le distanze.

Qualificazioni Mondiali: la Turchia surclassa l’Olanda, tris Norvegia

Una delle sorprese della serata arriva dal gruppo G, dove la Turchia batte 4-2 l’Olanda. Ad Istanbul, i padroni di casa passano in vantaggio al 15′ con la botta da fuori di Yilmaz tutt’altro che irresistibile, ma la deviazione di De Ligt inganna il portiere Krul. Gli Orange fanno la partita ma sbattono contro l’ottima organizzazione difensiva della squadra di Gunes che colpisce in ripartenza, e al 34′ raddoppia ancora con Yilmaz su rigore. Nel finale di primo tempo De Ligt colpisce un palo e Yokuslu salva sulla linea di porta.

La ripresa si apre subito con il terzo gol della Turchia al 46′ grazie al tiro da fuori di Calhanoglu. De Boer corre ai ripari e inserisce Klaassen e Luuk De Jong che riaprono incredibilmente la partita rispettivamente al 75′ e al 76′. I turchi però rimettono la freccia con uno strepitoso Yilmaz, che firma la tripletta all’81’ direttamente su punizione con Krul non esente da colpe. Nel recupero c’è anche un calcio di rigore per l’Olanda ma Depay se lo fa respingere da Cakir.

La Norvegia non fallisce vincendo 0-3 sul campo di Gibilterra. Nonostante un dominio incontrastato, ci vogliono 43 minuti per sbloccare la sfida con un colpo di testa di Sorloth, e due minuti dopo arriva il raddoppio di Thorstvedt. Nella ripresa ci pensa Svensson a calare il tris al 57′. In campo anche il milanista Hauge, mentre Haaland resta a secco ed esce al 62′.

Nell’altra sfida del gruppo G, parte bene il Montenegro che si impone 1-2 in casa della Lettonia. A passare in vantaggio sono i baltici al 40′ con Ikaunieks, ma dopo nemmeno un minuto arriva il pareggio di Jovetic. Lo stesso attaccante del Monaco è decisivo per firmare la doppietta che vale la vittoria all’83’.

Tris Russia a Malta, impresa Slovenia sulla Croazia

Il risultato forse più clamoroso della prima serata di qualificazioni mondiali arriva dal gruppo H dove la Slovenia è capace di imporsi per 1-0 sui vice-campioni del mondo della Croazia. Nonostante il predominio nel gioco e nelle occasioni, la nazionale di Dalic va sotto al 16′ per la rete di Lovric che insacca la sfera nell’angolino dopo un rapido ribaltamento di fronte. L’occasione più nitida per la Croazia arriva nel recupero finale con Pasalic ma il risultato non cambia.

Non ha particolari problemi la Russia ad imporsi in casa di Malta. Finisce 1-3 per la nazionale di Cherchesov, che passa in vantaggio con Dzyuba al 23′ e raddoppia al 35′ con Mario Fernandes, su iniziativa dell’attaccante dello Zenit. I padroni di casa riaprono i giochi al 56′ con Mbong, ma al 90′ arriva il tris di Sobolev (assist dell’atalantino Miranchuk) che chiude la partita.

Buon punto per Cipro, che nell’altra gara del gruppo H resiste alla Slovacchia strappando lo 0-0. In campo per la formazione di Tarkovic l’interista Skriniar e il parmense Kucka.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui