Rashford: la battaglia per i pasti caldi nel Regno Unito

0
Rashford: la battaglia per i pasti caldi nel Regno Unito

Marcus Rashford giovane calciatore del Manchester United si è schierato in prima linea per una battaglia nobilissima: dare pasti caldi ai bambini poveri. Con la chiusura delle scuole e di conseguenza delle mense, chi non gode di una buona stabilità economica non sempre riesce a sostentarsi, e questo lo sa bene Rashford. Infatti Marcus non proviene da una famiglia ricca, e ha molto a cuore le difficoltà di chi non ha i mezzi per avere una vita normale. Già durante lo scorso lockdown si era battuto per la stessa causa, ottendendo buoni risultati e la massima onorificenza da parte della Regina, che l’ha premiato come Membro dell’Impero Britannico.

La solidarietà creata da Rashford

I numeri sono chiari, il 71 per cento dell’opinione pubblica appoggia la sua causa. Più di 850 mila firme raccolte e flotte di ristoranti, bar, fattorie e perfino il McDonold’s hanno contribuito con pasti caldi. «Anche nel loro momento più difficile, dopo aver sentito gli effetti devastanti della pandemia, le imprese locali hanno stretto tra le loro braccia la comunità, afferrando i bambini vulnerabili mentre cadevano», ha dichiataro Marcus. Ora si aspetta una mossa anche da parte del Premier Boris Johnson, in modo che non venga vanificato lo sforzo del giocatore del Manchester.

GettyImages-1052615612-e1594819350261 Rashford: la battaglia per i pasti caldi nel Regno Unito

Grande giocatore oltre che grande uomo

A soli 4 anni inizia a giocare a calcio, viene visionato dai “Red Devils” per anni fino a quando, raggiunto uno sviluppo fisico accettabile, viene acquistato. A 14 anni vince la Fa Youth Cup under 16 da protagonista. Da lì in poi avrà una crescita inesorabile, fino alla stagione 2015/2016, dove esordisce in Europa League e sigla una doppietta. Lo stadio è in visibilio, lo United comprende di avere tra le mani un gioiellino da non perdere. Tre giorni dopo arriva l’Arsenal all’Old Trafford. Marcus sigla un’altra doppietta, che lo consacra definitivamente a “grande promessa”.  “Il ragazzo è destinato a stravolgere le squadre in cui gioca. È sulla strada giusta per diventare uno che lascerà un segno”. Questo dice di lui Gary Neville.

Dove vedere il calcio in streaming e come risparmiare

Su DAZN, al costo di 34,99 euro al mese, è possibile vedere tutte le partite della Serie A, la Serie B, l’Europa League e alcune partite della Conference League.

Sky ha la sua piattaforma streaming, Now TV, dove il Pass Sport, che include tre partite per turno della Serie A e tutta la Champions League e Serie B, costa 9,99 euro al mese.

Amazon Prime Video costa 4,99 euro al mese, e include tutti i servizi Prime oltre le migliori sedici partite della Champions League del mercoledì.

Bonus: come avere un abbonamento alle piattaforme streaming e risparmiare

Esistono alcuni servizi che consentono di condividere l’account delle migliori piattaforme streaming (DAZN, Now TV, Netflix, Prime Video, Disney Plus, ecc.) con altre persone e dunque di risparmiare sugli abbonamenti, parliamo di GamsGoGoSplit o CooSub. Grazie a GamsGo, GoSplit e CooSub è possibile acquistare, ad un prezzo irrisorio, un abbonamento condiviso con altri utenti in maniera facile, veloce e sicura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui