Recuperi Serie A: ufficiali le date

0

Sono ufficiali le date dei recuperi di diverse partite della Serie A, che erano state rinviate nel mese di gennaio per i focolai Covid nelle squadre. A circa due mesi dalla fine del campionato è ancora tutto in ballo, dallo Scudetto alla lotta per non retrocedere. Nella situazione attuale sono diverse le squadre con degli asterischi nella classifica, ciò non rende del tutto veritiera la graduatoria. Nella giornata di ieri la Lega Calcio ha ufficializzato le date delle gare non disputate nel massimo campionato. Queste partite non erano state recuperate fino ad ora sia per gli impegni europei di diverse squadre coinvolte, sia per i ricorsi ancora in sospeso. 

Ufficiali le date dei recuperi di Serie A

Ad annunciare la calendarizzazione delle sfide è proprio la Lega attraverso una nota ufficiale, in cui figurano anche le dichiarazioni del nuovo Presidente Lorenzo Casini:

“Abbiamo programmato nelle prime date utili i recuperi delle cinque partite rinviate tra fine dicembre e inizio gennaio a causa della pandemia. Ringrazio tutti i componenti del Consiglio di Lega per il lavoro svolto, che ora consente a tifosi e Società di avere il quadro chiaro degli impegni sportivi fino al termine del campionato. In futuro sarà bene non attendere mesi per stabilire le date delle gare non disputate”.

Le squadre coinvolte sono ben otto: Inter, Udinese, Salernitana, Fiorentina, Bologna, Atalanta, Torino e Venezia. La sfida tra Atalanta e Torino potrebbe subire un ulteriore slittamento, a causa degli impegni della formazione nerazzurra di Gasperini in Europa League. Le partite in questione vanno a condizionare la classifica in ogni sua zona. La lotta scudetto con l’Inter impegnata sul campo del Bologna, la zona europea con Fiorentina e Atalanta coinvolte. Inoltre è implicata anche la zona retrocessione, con Udinese, Venezia e Salernitana.

Di seguito l’elenco completo delle gare da recuperare. Per la 19a giornata si ha Udinese-Salernitana il 20 Aprile. Mentre per la 20a giornata si giocheranno Fiorentina-Udinese, Salernitana-Venezia e Bologna-Inter il 27 Aprile, mentre Atalanta-Torino l’11 Maggio.

Dove vedere il calcio in streaming e come risparmiare

Su DAZN, al costo di 34,99 euro al mese, è possibile vedere tutte le partite della Serie A, la Serie B, l’Europa League e alcune partite della Conference League.

Sky ha la sua piattaforma streaming, Now TV, dove il Pass Sport, che include tre partite per turno della Serie A e tutta la Champions League e Serie B, costa 9,99 euro al mese.

Amazon Prime Video costa 4,99 euro al mese, e include tutti i servizi Prime oltre le migliori sedici partite della Champions League del mercoledì.

Bonus: come avere un abbonamento alle piattaforme streaming e risparmiare

Esistono alcuni servizi che consentono di condividere l’account delle migliori piattaforme streaming (DAZN, Now TV, Netflix, Prime Video, Disney Plus, ecc.) con altre persone e dunque di risparmiare sugli abbonamenti, parliamo di GamsGoGoSplit o CooSub. Grazie a GamsGo, GoSplit e CooSub è possibile acquistare, ad un prezzo irrisorio, un abbonamento condiviso con altri utenti in maniera facile, veloce e sicura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui