Recupero Udinese-Roma: la Lega valuta due date

0

La sfida dell’ultimo turno di Serie A tra Udinese e Roma è stata sospesa al minuto 72′ nel corso del secondo tempo dal direttore di gara, chiaramente in seguito allo spaventoso malore accusato in campo dal difensore centrale giallorosso Evan N’Dicka: in un primo momento la sensazione era quella che la sfida potesse terminare nell’immediato, dopo uno stop di qualche minuto servito ai medici per valutare le condizioni del giocatore e all’allenatore Daniele De Rossi per sincerarsi che il proprio pupillo difensivo stesse realmente bene, invece l’arbitro Luca Pairetto, insieme ai due mister delle squadre sfidanti, ha deciso di decretare con anticipo il triplice fischio portando verso il necessario recupero il restante scorcio di gara non giocato. Nelle scorse ore la Lega ha ipotizzato due date nel calendario per far coesistere tutti i numerosi impegni.

Udinese-Roma, in pole l’ipotesi 25 aprile: recupero Serie A

Quando il termine della stagione calcistica 2023/24 si avvicina non risulta affatto semplice incastrare sfide di recupero, soprattutto per formazioni che sono impegnate nelle fasi finali delle competizioni europee, oltre alla Serie A, come nel caso della Roma di mister Daniele De Rossi: dopo essersi presi uno spavento molto grande con le condizioni di salute di Evan N’Dicka, accasciatosi a terra con forti dolori all’altezza di petto e cuore attorno al minuto 72 nel match di campionato scorso contro l’Udinese, i giallorossi aspettano la definitiva decisione da parte della Lega italiana circa la data nella quale andare a concludere i restanti diciotto minuti della partita sospesa.

Stando a quanto riportato da La Gazzetta dello Sport, nello specifico, l’ente calcistico avrebbe messo in cima alla mini-lista giovedì 25 aprile. Si tratterebbe del giorno successivo alle sfide delle semifinali di ritorno di Coppa Italia. Nelle quali né Udinese e né Roma sono coinvolte. La conferma dovrebbe arrivare già da venerdì 19 aprile. Da considerare anche che se i giallorossi dovessero superare l’ostacolo Milan in Europa League e procedere verso le semifinali europee non ci sarebbero, di fatto, altre date comode disponibili.

Invece, se la ciurma di Daniele De Rossi dovesse essere ribaltata ed eliminata dai rossoneri questo giovedì allora l’idea del recupero alla sfida del trentaduesimo turno di Serie A contro friulani potrebbe spostarsi di qualche giorno. Più nello specifico si andrebbe ad individuare un giorno utile tra il primo e l’ottavo giorno di maggio. In tutta questa vicenda, chiaramente, deve essere messa in risalto l’umanità e la professionalità dell’arbitro della gara Pairetto. Stesso che ha da subito accolto la decisione della Roma di sospendere l’evento. Anche il pubblico di Udine ha risposto molto bene. Ad oggi N’Dicka sembra stare molto meglio. Scampato il pericolo.

Dove vedere il calcio in streaming e come risparmiare

Su DAZN, al costo di 34,99 euro al mese, è possibile vedere tutte le partite della Serie A, la Serie B, l’Europa League e alcune partite della Conference League.

Sky ha la sua piattaforma streaming, Now TV, dove il Pass Sport, che include tre partite per turno della Serie A e tutta la Champions League e Serie B, costa 9,99 euro al mese.

Amazon Prime Video costa 4,99 euro al mese, e include tutti i servizi Prime oltre le migliori sedici partite della Champions League del mercoledì.

Bonus: come avere un abbonamento alle piattaforme streaming e risparmiare

Esistono alcuni servizi che consentono di condividere l’account delle migliori piattaforme streaming (DAZN, Now TV, Netflix, Prime Video, Disney Plus, ecc.) con altre persone e dunque di risparmiare sugli abbonamenti, parliamo di GamsGoGoSplit o CooSub. Grazie a GamsGo, GoSplit e CooSub è possibile acquistare, ad un prezzo irrisorio, un abbonamento condiviso con altri utenti in maniera facile, veloce e sicura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui