Rennes-Milan (3-2), Pioli: «Passaggio del turno tutt’altro che scontato»

0

Il Milan passa agli ottavi di finale dell’Europa League ed è solo il primo passo per gli uomini di Pioli, che oggi perdono 2-3 contro il Rennes. La matematica promuove i rossoneri, che all’andata avevano vinto per 3-0. Ora si attende l’urna. Nel finale ha parlato il tecnico Stefano Pioli. 

Pioli su Rennes-Milan (3-2): «La difesa va migliorata nella comunicazione»

Il campo ha parlato e sarà il Milan di Pioli a giocarsi gli ottavi di finale, condannando il Rennes all’eliminazione. Partita che viene vinta 3-2 dai francesi, ma il 3-0 dell’andata grazia i rossoneri. Si prende la scena Bourigeraud con una tripletta (due gol su rigore), mentre per il Milan le reti arrivate sono quella di Jovic e il sigillo di Rafa Leao. Ora si attende il sorteggio degli ottavi, ma intanto ha parlato Stefano Pioli. 

Pioli analizza così la partita: «Ci siamo tolti la soddisfazione di aver superato un turno abbastanza difficile, che era sembrato facile per come era andata. L’Europa è fatta così, è complicata. Dovevamo sfruttare di più gli spazi, le ripartenze e siamo stati bravi nel ritmo. Ci portiamo a casa una qualificazione e tanto materiale su cui lavorare». 

Il tema difesa sarà sicuramente analizzato a Milanello nei prossimi giorni, perché con oggi e la partita di Monza sono sette gol subiti. Pioli commenta così: «Penso che la partita di questa sera abbia confermato che abbiamo un potenziale difensivo importante e che, se lasciamo troppo spazio, possiamo complicarci la vita. Dobbiamo migliorare in solidità e comunicazione, ma anche nell’impostazione». Poi aggiunge: «È chiaro che non siamo contenti e che non volevamo subire tre gol. Dobbiamo cercare di essere solidi e migliorare la linea difensiva. Ci complichiamo spesso la vita. Dobbiamo cercare di essere efficaci».

L’uscita di Pulisic e Leao forse non è colmata in campo da Okafor e Chukwueze. Pioli ribatte le critiche ai due esterni: «No, non si può dire così. Anche con Leao e Pulisic in campo abbiamo avuto dei momenti in cui abbiamo sofferto e preso gol. Non credo di avere solo undici titolari, ma anche dei ragazzi che sono subentrati e hanno risposto presente mettendosi a disposizione della squadra. Dovevamo fare meglio rispetto a Monza e adesso dovremo pensare all’Atalanta, che quest’anno ci ha sempre battuto».

Se il Milan può essere favorito nella competizione invece è ancora un dilemma per Pioli che spiega: «Noi vogliamo provarci. In campionato ci siamo fermati dopo un momento positivo la scorsa domenica, ma vogliamo riconfermarci. Vogliamo guardare avanti e raggiungere Inter e Juventus. Per l’Europa League le difficoltà aumenteranno già agli ottavi perché c’è la possibilità di incontrare anche una squadra forte. Credo che non sarà nemmeno felice chi ci pescherà». 

Sempre ritornando alla prestazione Pioli analizza il gol di Leao: «Sono tantissimo contento di questo gol di Leao. È chiaro che si tratta di un giocatore determinante e che abbiamo sottolineato spesso come sia importante anche quando non segna. Ha ritrovato serenità perché aveva sbagliato delle occasioni. Sono contento per il suo atteggiamento, ma deve continuare a lavorare così, perché è un giocatore veramente forte».

Ritornando alla difesa Pioli programma il lavoro per costruire una solida difesa: «Sicuramente loro hanno molti giocatori di gamba che ci hanno messo in difficoltà. Credo che sia una questione di lavoro individuale e anche di lavoro collettivo. Va migliorata la comunicazione tra i membri della linea difensiva. A certi livelli questi errori li paghi cari, ci stiamo lavorando e speriamo di poter migliorare».

L’importanza di Jovic è notevole e Pioli elogia il serbo: «Jovic purtroppo ha commesso un’ingenuità grave domenica scorsa. Ha avuto oggi la sua occasione e se l’è meritata. Rimango dell’idea che lui abbia grandi potenzialità e qualità, perché sa essere puntuale nell’area, lavora bene spalle alla porta e con un altro attaccante in coppia. Penso che con Olivier formerebbero una bella coppia di attacco. Sta facendo bene, deve continuare sia per la squadra che per sè stesso, così per dimostrare di essere anche un giocatore da Milan».  

Dove vedere il calcio in streaming e come risparmiare

Su DAZN, al costo di 34,99 euro al mese, è possibile vedere tutte le partite della Serie A, la Serie B, l’Europa League e alcune partite della Conference League.

Sky ha la sua piattaforma streaming, Now TV, dove il Pass Sport, che include tre partite per turno della Serie A e tutta la Champions League e Serie B, costa 9,99 euro al mese.

Amazon Prime Video costa 4,99 euro al mese, e include tutti i servizi Prime oltre le migliori sedici partite della Champions League del mercoledì.

Bonus: come avere un abbonamento alle piattaforme streaming e risparmiare

Esistono alcuni servizi che consentono di condividere l’account delle migliori piattaforme streaming (DAZN, Now TV, Netflix, Prime Video, Disney Plus, ecc.) con altre persone e dunque di risparmiare sugli abbonamenti, parliamo di GamsGoGoSplit o CooSub. Grazie a GamsGo, GoSplit e CooSub è possibile acquistare, ad un prezzo irrisorio, un abbonamento condiviso con altri utenti in maniera facile, veloce e sicura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui