Roma-Brighton (4-0), De Rossi: «Felicissimi per il risultato»

0

Una vittoria degna di ricordo alla pari delle imprese britanniche di Giulio Cesare e dell’imperatore Claudio; la Roma batte 4-0 il Brighton. De Rossi si prende probabilmente una fetta larga di quarti di finale e candida probabilmente la sua squadra come possibile candidata per la conquista finale. Nell’epilogo della partita ha parlato il tecnico giallorosso. 

De Rossi su Roma-Brighton(4-0): «La nostra rosa è invidiata da molti»

Se due mesi fa avessimo pensato a una Roma devastante, probabilmente avremmo pensato a un’utopia con la crisi della panchina di Mourinho. La vittoria della legione di De Rossi sul Brighton di De Zerbi per 4-0 è sicuramente un fatto concreto di una nuova fase per la Roma, con l’ex capitano che si è confermato all’altezza di riportare in alto la squadra nella scena internazionale. L’inizio con Dybala e Lukaku, poi i gol nel secondo tempo di Mancini e Cristante; tanto spettacolo per una città che sogna in grande nuovamente. 

Daniele De Rossi ha commentato la larga vittoria sugli inglesi nel post partita. Ha iniziato dicendo: «Io penso che ogni squadra, comprese le migliori, hanno dei momenti nella stagione in cui calano di energia. Non ho fatto chissà cosa, ma tutto si è incanalato nel migliore modi e si vede anche dai risultati. Sono felicissimo, ma penso dal primo giorno che i miei giocatori siano veramente forti, che devono vincere perché hanno qualità».

Ha poi aggiunto: «Abbiamo una rosa che, secondo me, certe squadre ci invidiano, soprattutto adesso. Vince le partite. Io cerco solo di allenarli al meglio, trasmettergli le mie idee e caricarli. Nel calcio di adesso bisogna correre tanto e diciamo che stanno rispondendo bene sul campo in questo momento».

Surclassare 4-0 il Brighton, che gioca in Premier League e che ha il possesso palla nel DNA, probabilmente è una grande lezione di calcio. De Rossi ha argomentato così la vittoria di stasera affermando: «Io sono contento e non minimizzo l’importanza di questa vittoria. Non minimizzo nemmeno la prestazione dei miei giocatori. Ho visto tante cose buone e alcune su cui migliorare. Per esempio, stiamo comodi più bassi, ma nel secondo tempo dovevamo ripartire meglio. Sono felice della prestazione per l’attenzione e perché avevo rotto parecchio le scatole durante la preparazione».

Aggiunge sugli avversari inglesi: «Il Brighton è una squadra diversa da quelle affrontate. L’allenatore secondo me è uno dei migliori in circolazione, indipendentemente dal gusto personale. Giocare con un avversario del genere ci fa capire anche a che livello siamo e il nostro potenziale».

Parlando di rinnovo invece il tecnico devia il discorso con queste parole: «Facciamo i bravi, perché la serata di stasera non va sporcata con discorsi del genere. Io conosco la città, è l’ultimo dei miei pensieri. Lo dico perché al momento faccio un lavoro che mi piace nel posto che amo di più. I giocatori mi danno soddisfazioni che nemmeno pensavo lontanamente di togliermi. Se andiamo in Inghilterra pensando di essere già ai quarti, probabilmente ci faranno male».

Ha poi parlato dell’ottima partita di Spinazzola: «L’abbiamo preparata bene. Avevo detto che si sarebbe giocata soprattutto a sinistra dalla parte di Leo. Non si tratta di giocatori forti o meno, ma di un divario fisico tra Spinazzola e Buonanotte. Dobbiamo sfruttarlo. Sono giocatori che nella corsa vanno sfruttati. Loro tendono anche a giocare uomo contro uomo, non avendo paura».

Il Brighton è stato fermato al centro, dove di solito crea le proprie azioni. De Rossi ha parlato della trasformazione della Roma: «Penso che queste partite le prepari rispettando il valore dell’avversario. Le squadre di Roberto sono squadre che sanno cosa fare con la palla ai piedi. O li aspettavamo sotto la porta o li aggredivamo. Sembra che ho fatto un capolavoro, ma secondo me il risultato è anche troppo ampio».

Elogia poi il carattere della squadra: «Abbiamo concesso qualcosa di troppo, ma contro queste squadre te lo devi aspettare. La prestazione è stata frutto di giocatori quasi perfetti. Bene nell’aggressività, nella corsa. Penso solo ai kilometri fatti da Dybala e Lukaku con enorme sforzo fisico. Mi piace molto questo atteggiamento da animale. Se non ce l’hai rischi di prendere le imbarcate».

Dove vedere il calcio in streaming e come risparmiare

Su DAZN, al costo di 34,99 euro al mese, è possibile vedere tutte le partite della Serie A, la Serie B, l’Europa League e alcune partite della Conference League.

Sky ha la sua piattaforma streaming, Now TV, dove il Pass Sport, che include tre partite per turno della Serie A e tutta la Champions League e Serie B, costa 9,99 euro al mese.

Amazon Prime Video costa 4,99 euro al mese, e include tutti i servizi Prime oltre le migliori sedici partite della Champions League del mercoledì.

Bonus: come avere un abbonamento alle piattaforme streaming e risparmiare

Esistono alcuni servizi che consentono di condividere l’account delle migliori piattaforme streaming (DAZN, Now TV, Netflix, Prime Video, Disney Plus, ecc.) con altre persone e dunque di risparmiare sugli abbonamenti, parliamo di GamsGoGoSplit o CooSub. Grazie a GamsGo, GoSplit e CooSub è possibile acquistare, ad un prezzo irrisorio, un abbonamento condiviso con altri utenti in maniera facile, veloce e sicura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui