Roma Femminile, Elisa Bartoli può salutare in estate

0
Roma Femminile, Elisa Bartoli può salutare in estate

La Roma Femminile, fresca vincitrice dello Scudetto e della Coppa Italia in finale ai rigori contro la Fiorentina Femminile, può perdere proprio direzione Firenze la capitana che questo trofeo ha alzato al cielo: Elisa Bartoli infatti può lasciare le giallorosse. 

La romana classe 1991, infatti, potrebbe essere ritenuta cedibile dalla dirigenza giallorossa alla ricerca di un’alternativa più giovane della veterana.

Bartoli-696x419-1 Roma Femminile, Elisa Bartoli può salutare in estateQuesta mossa però potrebbe anche rivelarsi un boomerang vista l’importanza della Bartoli nello spogliatoio, dunque va ponderata attentamente.

Quel che è certo è che la Fiorentina, anche per provare a giocarsi al meglio le sue carte in Women Champions League, sta provando a convincere la Bartoli a tornare a Firenze. La capitana delle giallorosse, infatti, ha già vestito la maglia viola dal 2016 al 2018 prima di trasferirsi proprio nella Roma Femminile.

Elisa Bartoli, ritorno a Firenze o chiusura di carriera nella “sua” Roma Femminile?

La carta d’identità della Bartoli segna 33 anni, dunque per la giallorossa si apre un dilemma: accettare la corte della Fiorentina o rimanere a Roma? In viola potrebbe sia ritrovare una piazza dove è stata bene, sia essere titolare sulla fascia per almeno 2 stagioni. 

Nella Roma invece, dovrebbe decidere di prolungare il contratto in scadenza il 30 Giugno 2025, ma al tempo stesso accettare un ruolo meno importante. Si di leader nello spogliatoio, ma in campo col passare del tempo per lei ci sarebbe sempre meno spazio. 

coppa-italia-roma-femminile-696x382-1 Roma Femminile, Elisa Bartoli può salutare in estate
Elisa Bartoli da capitana delle giallorosse ha alzato al cielo vari trofei: qui ecco mentre solleva la prima Coppa Italia conquistata!

La scelta dunque per una delle figure fondamentali dello spogliatoio è di quelle chiave. E di sicuro Elisa Bartoli, che vanta anche quasi 100 presenze con la maglia della nazionale femminile, saprà prendere la scelta più giusta

Anche se non è sempre facile dover decidere tra il cuore e le prospettive di carriera, che comunque sia finora è stata più che soddisfacente. Una guerriera, capace anche di segnare gol pesanti e soprattutto un’atleta esemplare, che merita un finale all’altezza della sua fama

Dove vedere il calcio in streaming e come risparmiare

Su DAZN, al costo di 34,99 euro al mese, è possibile vedere tutte le partite della Serie A, la Serie B, l’Europa League e alcune partite della Conference League.

Sky ha la sua piattaforma streaming, Now TV, dove il Pass Sport, che include tre partite per turno della Serie A e tutta la Champions League e Serie B, costa 9,99 euro al mese.

Amazon Prime Video costa 4,99 euro al mese, e include tutti i servizi Prime oltre le migliori sedici partite della Champions League del mercoledì.

Bonus: come avere un abbonamento alle piattaforme streaming e risparmiare

Esistono alcuni servizi che consentono di condividere l’account delle migliori piattaforme streaming (DAZN, Now TV, Netflix, Prime Video, Disney Plus, ecc.) con altre persone e dunque di risparmiare sugli abbonamenti, parliamo di GamsGoGoSplit o CooSub. Grazie a GamsGo, GoSplit e CooSub è possibile acquistare, ad un prezzo irrisorio, un abbonamento condiviso con altri utenti in maniera facile, veloce e sicura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui