Roma-Hellas Verona 3-1, Juric: «Mancata concentrazione»

0

Seconda sconfitta nelle ultime tre partite per il Verona, che cade 3-1 all’ “Olimpico” contro la Roma al termine di una gara in cui gli scaligeri hanno fatto vedere alcuni spunti positivi solo nella ripresa: la formazione di Juric resta comunque al nono posto in classifica. Sono bastati poco meno di dieci minuti ai giallorossi per chiudere la contesa nel primo tempo con le reti di Mancini, Mkhitaryan e Mayoral: un fatto insolito per i veneti, che si presentavano al cospetto dei capitolini con la miglior difesa del campionato (al pari della Juventus).

Non pervenuto per gran parte della sfida, il Verona ha mostrato accenni di reazione solo con i cambi nel secondo tempo. Il giovane Colley ha provato a riaprire i giochi, poi gli scaligeri hanno continuato ad attaccare per ridurre ulteriormente le distanze ma i rischi corsi dalla Roma sono stati davvero pochi. Il prossimo impegno del Verona sarà in trasferta contro l’Udinese, oggi vittorioso a La Spezia.

Roma-Hellas Verona 3-1, Juric: «Giusto perdere quando facciamo regali»

Deluso il tecnico gialloblù Ivan Juric nel postpartita per una prestazione da dimenticare. Le sue parole ai microfoni di Sky Sport: «Quando ci manca la concentrazione e la fame escono fuori le difficoltà e finisce male, non succedeva da tempo. Nei primi venti minuti abbiamo fatto bene. Sul primo calcio d’angolo però ci è mancato un saltatore ovvero Dawidowicz che era fuori, e ci siamo persi regalando alcune cose. Dopo la nostra partita è stata fatta anche bene, sul 3-1 abbiamo attaccato. Però quando facciamo regali è giusto perdere.

Sarebbe grave pensare di rilassarci dopo la buona stagione disputata finora. Siamo una realtà piccola rispetto a tante altre ma siamo riusciti a migliorare in diverse cose. A volte ci può mancare la tecnica, possiamo sbagliare alcuni passaggi e i giovani possono commettere qualche errore. La cattiveria agonistica e la concentrazione non devono però mai mancare. Se abbiamo perso così è perché non siamo stati tosti».

Dove vedere il calcio in streaming e come risparmiare

Su DAZN, al costo di 34,99 euro al mese, è possibile vedere tutte le partite della Serie A, la Serie B, l’Europa League e alcune partite della Conference League.

Sky ha la sua piattaforma streaming, Now TV, dove il Pass Sport, che include tre partite per turno della Serie A e tutta la Champions League e Serie B, costa 9,99 euro al mese.

Amazon Prime Video costa 4,99 euro al mese, e include tutti i servizi Prime oltre le migliori sedici partite della Champions League del mercoledì.

Bonus: come avere un abbonamento alle piattaforme streaming e risparmiare

Esistono alcuni servizi che consentono di condividere l’account delle migliori piattaforme streaming (DAZN, Now TV, Netflix, Prime Video, Disney Plus, ecc.) con altre persone e dunque di risparmiare sugli abbonamenti, parliamo di GamsGoGoSplit o CooSub. Grazie a GamsGo, GoSplit e CooSub è possibile acquistare, ad un prezzo irrisorio, un abbonamento condiviso con altri utenti in maniera facile, veloce e sicura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui