Roma, la conferenza di presentazione di Bryan Reynolds

0
Roma Reynolds

Si è presentato in conferenza stampa il nuovo terzino della Roma Bryan Reynolds, esprimendo tutta la sua gioia per questo trasferimento. Il classe 2001 arriva a titolo definitivo dai Dallas FC, con i giallorossi che hanno battuto anche la concorrenza importante della Juventus.

Le parole del nuovo terzino della Roma Reynolds

“Le mie migliori qualità? Sicuramente la fase offensiva, la mia fisicità. Sono un giocatore rapido, veloce e forte. Devo migliorare la fase difensiva e il posizionamento. Me la cavo bene con i duelli fisici, ma le mie caratteristiche dovranno essere adattate alle tattiche della squadra“. 

Sulla crescita del calcio negli Stati Uniti aggiunge:

La MLS sta crescendo anno dopo anno, forse il campionato perfetto per un livello intermedio dove giovani talenti possono iniziare a esprimersi e affermarsi, perché serve tempo per adattarsi al calcio professionistico e lanciarsi poi nei maggiori campionati europei. McKennie è uno dei migliori centrocampisti in circolazione, a riprova che il movimento sta funzionando bene. Sempre più calciatori americani giocano in Europa, così i giovani bambini hanno dei modelli da seguire”.

Sul suo primo approccio con Fonseca e Friedkin

“Fonseca? Sì ho parlato con il mister, mi ha detto che era contento del mio arrivo. Il piacere era reciproco. Mi ha ribadito che era la scelta migliore per la mia crescita. Adesso spetta a me ambientarmi per poter trovare un posto in prima squadra, sono sicuro di aver fatto la scelta migliore. Friedkin? Ho parlato con Ryan, siamo entrambi texani e questo mi aiuterà ad ambientarmi rapidamente. Alla base della mia scelta c’è il progetto tecnico, avrò la possibilità di crescere, di essere integrato da subito con la prima squadra e accelerare il più possibile il processo di ambientamento”.

Conclude sulle sue prime impressioni da giocatore giallorosso:

Impressioni magnifiche, stupende. Arrivare in un grande club come la Roma è un salto di qualità incredibile. Ho dato un’occhiata al centro sportivo e… wow. È incredibile, sono sopraffatto dalle emozioni. Sono felice di essere qui”. 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui