Salernitana-Atalanta (1-0), Gasperini: “Mi sento responsabile”

0

Gian Piero Gasperini, allenatore dell’Atalanta, ha parlato al termine della brutta sconfitta contro la Salernitana di Paulo Sousa. All’Arechi di Salerno va in scena un match decisivo per due lotte: quella Champions e quella salvezza. A spuntarla sono i campani grazie al goal decisivo di Candreva subentrato a dieci minuti dalla fine, molto bene Piatek a servirlo alla perfezione con una sponda al limite dell’area. Per i bergamaschi dopo un buon primo tempo, la prestazione dei giocatori cala vertiginosamente e rischia più volte di subire goal. Ora la corsa alla Champions League si fa quasi impossibile.

Salernitana-Atalanta, Gasperini: “Mi dispiace tanto”

Il tecnico dei bergamaschi ha commentato cosi la sconfitta dei suoi ragazzi a Salerno: “L’Atalanta ha fatto un discreto primo tempo anche se lì non siamo stati abbastanza pericolosi. Nel secondo tempo siamo stati surclassati in tutto. Sull’entusiasmo, sulla qualità tecnica, sulla qualità fisica, sulla condizione. Abbiamo preso il gol al 92′. La squadra è stata a lungo in difficoltà. Giocavamo contro una squadra come la Salernitana che è obiettivamente buona. Noi potevamo anche perdere la partita, ma non abbiamo avuto nè lo spirito nè le motivazioni adeguate al momento della classifica e al finale di campionato e di questo mi sento assolutamente responsabile. Mi dispiace tanto. Abbiamo queste tre partite dove con un po’ o tanta fortuna dobbiamo cercare di trovare un posticino da qualche parte in Europa perché per me è l’unica cosa che conta. Nel primo tempo, pur senza qualità, ha fatto la sua partita. Nel secondo tempo si è sciolta e non ha avuto neanche il carattere per portare in porto il risultato e per capire il momento importante della classifica”.

Sull’obiettivo da qui a fine campionato: “Il settimo posto potrebbe valere l’Europa, il sesto sarebbe sicuro. Noi cercheremo di battagliare, ma quello che ho visto oggi non è neanche lontano parente del DNA dell’Atalanta e mi sento responsabile di questo”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui