Sampdoria-Inter (2-1), Conte: «Meritavamo qualcosa di più»

0

Dopo otto vittorie consecutive l’Inter di Antonio Conte perde in trasferta contro la Sampdoria. Al minuto 12 del primo tempo l’arbitro concede ai nerazzurri un calcio di rigore, ma Alexis Sanchez non riesce a trasformarlo in rete. La Sampdoria al contrario approfitta del rigore concesso al minuto 23 con Antonio Candreva, a cui poi segue il gol del blucerchiato Keita Balde. L’Inter reagisce solo verso la fine della partita riuscendo a segnare una rete con De Vrij, ma il match va alla squadra di casa grazie ai due marcatori del primo tempo, entrambi ex nerazzurri.

Sampdoria-Inter (2-1), Conte: «C’è rammarico, l’impegno è stato tanto»

Antonio Conte interviene ai microfoni di Inter Tv dopo la sconfitta. «Ho definito strana questa partita perché ci siamo ritrovati dal rigore sbagliato e la respinta sulla traversa al doppio svantaggio. Il secondo gol è una delle poche situazioni in cui la Samp ha attaccato la nostra porta. Deve esserci rammarico perché c’è stato impegno e si è creato tanto, ma loro sono stati più cinici sotto porta e noi quando potevamo segnare non siamo stati precisi. E quando lo siamo stati abbiamo trovato Audero».

Il motivo principale del rammarico è sicuramente il fatto che l’Inter si è impegnata molto in campo, di conseguenza secondo Antonio Conte la squadra non meritava di perdere. «E’ questo che deve rammaricare. La sconfitta tante volte la meriti per atteggiamento sbagliato o maggior bravura dell’avversario. Oggi penso che meritassimo qualcosa in più ma questo è calcio. A volte c’è da giustificare delle sconfitte pur avendo fatto una buona prova a livello collettivo e di impegno. C’è da rammaricarsi». Infine, a chi gli chiede come si supera la brutta sconfitta: «C’è sempre pochissimo tempo per pensare a quello che è stato e dobbiamo subito voltare pagina. Sappiamo che la strada intrapresa è buona, poi bisogna essere bravi a tenere i piedi per terra dopo le vittorie e a rialzarsi dopo le sconfitte».

Dove vedere il calcio in streaming e come risparmiare

Su DAZN, al costo di 34,99 euro al mese, è possibile vedere tutte le partite della Serie A, la Serie B, l’Europa League e alcune partite della Conference League.

Sky ha la sua piattaforma streaming, Now TV, dove il Pass Sport, che include tre partite per turno della Serie A e tutta la Champions League e Serie B, costa 9,99 euro al mese.

Amazon Prime Video costa 4,99 euro al mese, e include tutti i servizi Prime oltre le migliori sedici partite della Champions League del mercoledì.

Bonus: come avere un abbonamento alle piattaforme streaming e risparmiare

Esistono alcuni servizi che consentono di condividere l’account delle migliori piattaforme streaming (DAZN, Now TV, Netflix, Prime Video, Disney Plus, ecc.) con altre persone e dunque di risparmiare sugli abbonamenti, parliamo di GamsGoGoSplit o CooSub. Grazie a GamsGo, GoSplit e CooSub è possibile acquistare, ad un prezzo irrisorio, un abbonamento condiviso con altri utenti in maniera facile, veloce e sicura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui