Sassuolo-Roma (1-1), Mourinho: “Tradito da un giocatore non professionale”

0

José Mourinho, tecnico della Roma, ha commentato nel post-partita il match Sassuolo-Roma ai microfoni di DAZN. Dopo il ko nel derby della Capitale, la Roma si è dovuta rimboccare le maniche e proseguire il suo percorso in A. Stessa cosa per il Sassuolo di Dionisi, reduce da due sconfitte consecutive contro Empoli e Napoli. Per la squadra di Mourinho il pareggio di stasera al Mapei Stadium è frutto di errori tecnici e poche soluzioni in fase offensiva, nonostante il gol di Abraham (80’); regola i conti Andrea Pinamonti (85’) e porta a casa un punto per i neroverdi.

Sassuolo-Roma, Mourinho: “Abbiamo fatto una buona partita”

José Mourinho, tecnico della Roma, ha commentato nel post-partita il pareggio contro il Sassuolo: “Abbiamo fatto una buona partita nonostante i nostri limiti. L’atteggiamento è stato positivo e serio dopo due giorni difficili, ma la squadra voleva vincere. Il Sassuolo è difficilissimo da affrontare, mi dispiace perché lo sforzo è stato tradito da un giocatore con un atteggiamento non professionale. Non mi hai visto parlare così di Ibanez contro la Lazio perché l’atteggiamento era top, l’errore fa parte del gioco, i calciatori sanno che possono sbagliare. L’atteggiamento non professionale mi dispiace. È comunque un punto fuori casa, non si può dire sia negativo. Sono contento dell’atteggiamento generale della squadra”.

Sul giocatore in questione: “Non ve lo dico, l’ho già detto nello spogliatoio ed è una cosa che non faccio spesso. Ho avuto 16 giocatori in campo, l’atteggiamento di 15 mi sono piaciuti, mentre di uno no. Ad un altro gli ho fatto la domanda ‘perché questo atteggiamento oggi e non sempre?’. Il risultato non è drammatico, ma non è quello che volevamo. Manca una partita in cui affronteremo una grande squadra come il Torino e vediamo se possiamo conquistare i 3 punti”.

Sulla squadra: “Io ho visto tutti i giocatori dare il proprio massimo. Sono soddisfatto, arriviamo davanti alla porta dobbiamo spaccare e fare gol. Non abbiamo i giocatori più creativi, abbiamo messo sulle spalle di un bambino che qualche mese fa giocava su un campo di plastica e in una competizione di un livello bassissimo e con poca qualità, abbiamo fatto il massimo. Mai stato critico con Rui che l’anno scorso ha sbagliato qui, Ibanez che ha sbagliato qui, Pellegrini che ha sbagliato il rigore con la Juve, non sono mai stato critico con un giocatore, anch’io sbaglio come famiglia, dobbiamo appoggiarci l’un l’altro, l’atteggiamento è qualcosa di diverso, quando sei professionista tu devi rispettare chi tu rappresenti, quelli che lavorano con te. Non sono 3, è 1, abbiamo un punto in più rispetto a 4 ore fa, andiamo avanti, giochiamo l’ultima domenica e cercheremo di prendere punti per finire”.

Sassuolo-Roma (1-1), Mourinho: “Tradito da un giocatore non professionale”

Il tecnico giallorosso: “Dybala non so se ci sarà domenica”

Il tecnico portoghese ha parlato di Abraham: “Io ho parlato alla squadra e ho parlato a due giocatori, uno è Abraham e l’altro rimane fra me e loro. A Tammy ho fatto una domanda e di pensare, perché l’atteggiamento di oggi non è stato l’atteggiamento di altre volte, non parlo di efficacia, parlo di atteggiamento, oggi è stato straordinario, ha preso tutte le palle, quando l’ha persa ha fatto uno sforzo per recuperare la posizione, ha fatto una prova fantastica, mi deve spiegare perché oggi sì e le altre volte no”.

Su Dybala per domenica: “Non lo so se ci sarà, difficile da dire. Non conosco i suoi contatti con l’Argentina e Scaloni, non so se deve giocare domenica per andare al Mondiale oppure non deve giocare per andare al Mondiale con più sicurezza, però i giocatori che vanno al Mondiale nell’ultima partita hanno la testa al Qatar. Se posso scegliere, mi piacerebbe avere Dybala contro il Torino”.

Su Volpato: “Ha giocato con la Primavera, non posso aspettarmi che ogni partita giochi e illumini tutto. Sono contento, è un ragazzo che ha talento e deve migliorare, non posso aspettarmi che prenda la squadra sulle spalle. Come squadra abbiamo avuto chance, Shomurodov deve spaccare la porta nel primo tempo. Non mi sento di dire nulla di più alla squadra, sono contento”.

Dove vedere il calcio in streaming e come risparmiare

Su DAZN, al costo di 34,99 euro al mese, è possibile vedere tutte le partite della Serie A, la Serie B, l’Europa League e alcune partite della Conference League.

Sky ha la sua piattaforma streaming, Now TV, dove il Pass Sport, che include tre partite per turno della Serie A e tutta la Champions League e Serie B, costa 9,99 euro al mese.

Amazon Prime Video costa 4,99 euro al mese, e include tutti i servizi Prime oltre le migliori sedici partite della Champions League del mercoledì.

Bonus: come avere un abbonamento alle piattaforme streaming e risparmiare

Esistono alcuni servizi che consentono di condividere l’account delle migliori piattaforme streaming (DAZN, Now TV, Netflix, Prime Video, Disney Plus, ecc.) con altre persone e dunque di risparmiare sugli abbonamenti, parliamo di GamsGoGoSplit o CooSub. Grazie a GamsGo, GoSplit e CooSub è possibile acquistare, ad un prezzo irrisorio, un abbonamento condiviso con altri utenti in maniera facile, veloce e sicura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui