Sassuolo-Spezia, la conferenza di mister De Zerbi alla vigilia

0
pagellone della giornata 29

Il Sassuolo punta a ritrovare una vittoria che manca da quattro partite: per tornare a sorridere, domani, la squadra di De Zerbi dovrà superare lo Spezia, battuto 1-4 all’andata. Gli emiliani sono reduci dalle sconfitte contro Juventus e Lazio e dai pareggi, ottenuti in extremis, contro Parma e Cagliari. Le due squadre contano cinque precedenti tra Serie A, B e Coppa Italia: hanno sempre vinto i nero-verdi.

Sassuolo-Spezia, De Zerbi: «Formazione? A Cagliari hanno fatto tutti bene»

Le parole di mister Roberto De Zerbi nella conferenza stampa della vigilia, analizzando le ultime gare della sua squadra. «Il fatto che recuperiamo le partite nei minuti finali non è più una casualità, anzi sta diventando una qualità che dimostra il carattere della squadra, brava a concludere le partite in attacco e a crederci fino alla fine. Se analizziamo le partite, sia col Parma che col Cagliari non meritavamo la sconfitta. Per tanti motivi siamo andati sotto ma poi siamo riusciti a recuperare due gare che sarebbe stata un’ingiustizia perdere. Anche contro la Lazio, abbiamo chiuso il primo tempo in parità ma nei primi venti minuti potevamo fare due gol».

Report su recuperi, assenti e possibili scelte di formazione: «Credo che la squadra non sia ancora al cento per cento dal punto di vista fisico, anche se ultimamente stiamo crescendo. Caputo e Defrel devono migliorare in questo senso, la buona notizia è il recupero di Berardi ma vedremo se farlo partire titolare, non voglio rischiare. Anche Traorè e Djuricic danno garanzie, Raspadori fa sempre la sua parte quando entra e anche Oddei, che a Cagliari è stato determinante nel gol del pareggio. Nella rifinitura di oggi ritroviamo Chiriches che ha finito l’isolamento, Bourabia è ancora fermo, Maxime Lopez è squalificato e Toljan ha qualche problemino. Non credo ci saranno grandi stravolgimenti nella formazione di partenza rispetto a Cagliari, dove tutti hanno fatto bene».

De Zerbi chiede di più in attacco: «Siamo poco efficaci sottoporta»

Sugli avversari di domani: «Lo Spezia sta facendo un campionato oltre quello che direbbe la carta. Per noi è una partita da tenere in considerazione come giocassimo contro una delle prime della classe, in questo campionato non ci sono gare scontate. La squadra di Italiano è molto organizzata, verrà per fare la partita e ha giocatori di qualità come Farias, Galabinov, Maggiore, Gyasi e Nzola. Si sta facendo spazio con prestazioni e risultati, ma noi comunque pensiamo a noi stessi».

Il tecnico neroverde sulle ultime prestazioni della sua squadra: «Non credo ci sia un giocatore determinante nel complesso. Se ci riferiamo però alla costruzione del gioco allora dipendiamo dal portiere e dai difensori. Ultimamente facciamo fatica ad essere efficaci sottoporta, serve qualità e condizione fisica dei giocatori offensivi che in questo momento ci sta mancando. Le partite continuiamo a comandarle e portiamo una marea di palloni nell’area avversaria».

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui