Serie A 2023/24, la classifica a confronto dopo 26 giornate

0
confronto classifica serie a

Mancano 12 turni al termine della Serie A 2023-2024, ma il confronto tra la classifica attuale e quella dello scorso anno è sempre più inequivocabile nel determinare i valori in campo. In vetta si mantiene stabilmente l’Inter (+16), vittoriosa per 0-4 sul campo del Lecce (-3) e che tiene a debita distanza la Juventus (+4). I bianconeri, dal canto proprio, mettono fine al periodo di crisi e tornano alla vittoria, per 3-2 sul Frosinone, allontanando nuovamente il Milan (+5). I rossoneri, infatti, impattano sull’1-1 contro l’Atalanta (+4), e questo risultato penalizza maggiormente la formazione ospite.

I nerazzurri, infatti, vedono momentaneamente scavalcarsi al quarto posto dal Bologna (+12), vittorioso per 2-0 sull’Hellas Verona (+1) e ormai sempre più certezza di questo campionato. È vero che se le italiane dovessero andar bene nelle coppe europee i posti per la Champions League potrebbero essere 5, ma la compagine bergamasca punterà senza dubbio a non fare troppi calcoli e tornare davanti ai rossoblù. Il tutto sfruttando al meglio il prossimo recupero infrasettimanale contro un Inter sicuramente appagata dalla propria situazione di classifica.

Napoli senza pace, in tre al penultimo posto

Nel confronto tra la classifica di Serie A attuale e passata, la compagine ad aver fatto peggio tra tutte continua ad essere quella campionessa in carica, ovvero il Napoli (-31). Un passivo inasprito dall’1-1 sul campo del Cagliari e che evidenzia il netto contrasto tra l’eccezionalità del risultato conseguito lo scorso maggio e un’annata sicuramente al di sotto delle aspettative, nella quale rischia addirittura di restare fuori da tutte le coppe europee.

Discorso analogo per il Torino (-1), sconfitto 3-2 dalla Roma (-3), la quale a propria volta non perde la scia delle dirette avversarie. Rilancio deciso anche per la Fiorentina (+7) vittoriosa per 2-1 sulla Lazio (-9). I biancocelesti non danno quindi seguito al successo ottenuto proprio sul Torino, per 0-2, nel recupero infrasettimanale.

A metà classifica continua in scioltezza l’ottimo campionato del Genoa, che nell’anticipo del sabato sera batte 2-0 l’Udinese (-12), la quale, dal canto proprio, resta fuori dalla lotta per non retrocedere ma non ancora alla giusta distanza di sicurezza. Condizione, questa, che invece sta raggiungendo l’Empoli (-3), nel quale si vede l’importante apporto di Davide Nicola: sotto la sua guida, infatti, gli azzurri hanno raccolto, senza mai perdere, 12 punti in 6 partite. Gli ultimi nello scontro diretto sul campo del Sassuolo (-13) battuto per 2-3.

Situazione delicatissima in casa neroverde, visto il penultimo posto in coabitazione con Cagliari e Hellas Verona, davanti alla sola Salernitana (-13). I campani, infatti sono praticamente in cadetteria, soprattutto dopo l’ennesima sconfitta, stavolta per 0-2 contro il Monza (+3). Difficile ipotizzare un’impresa analoga a quella di due stagioni fa, viste le condizioni e i presupposti decisamente differenti. Ecco, nel dettaglio, la classifica di Serie A 2023-2024 dopo 26 giornate, con la differenza di punti rispetto alla scorsa stagione.

Confronto classifica Serie A 2023-2024 – 26^ giornata

  1. Inter 66 (+16)*
  2. Juventus 57 (+4)
  3. Milan 53 (+5)
  4. Bologna 48 (+12)
  5. Atalanta 46 (+4)*
  6. Roma 44 (-3)
  7. Fiorentina 41 (+7)
  8. Lazio 40 (-9)
  9. Napoli 37 (-31)*
  10. Torino 36 (-1)
  11. Monza 36 (+3)
  12. Genoa 33 (In Serie B)
  13. Empoli 25 (-3)
  14. Lecce 24 (-3)
  15. Udinese 23 (-12)
  16. Frosinone 23 (In Serie B)
  17. Sassuolo 20 (-13)*
  18. Hellas Verona 20 (+1)
  19. Cagliari 20 (In Serie B)
  20. Salernitana 13 (-13)

* = una partita in meno

Dove vedere il calcio in streaming e come risparmiare

Su DAZN, al costo di 34,99 euro al mese, è possibile vedere tutte le partite della Serie A, la Serie B, l’Europa League e alcune partite della Conference League.

Sky ha la sua piattaforma streaming, Now TV, dove il Pass Sport, che include tre partite per turno della Serie A e tutta la Champions League e Serie B, costa 9,99 euro al mese.

Amazon Prime Video costa 4,99 euro al mese, e include tutti i servizi Prime oltre le migliori sedici partite della Champions League del mercoledì.

Bonus: come avere un abbonamento alle piattaforme streaming e risparmiare

Esistono alcuni servizi che consentono di condividere l’account delle migliori piattaforme streaming (DAZN, Now TV, Netflix, Prime Video, Disney Plus, ecc.) con altre persone e dunque di risparmiare sugli abbonamenti, parliamo di GamsGoGoSplit o CooSub. Grazie a GamsGo, GoSplit e CooSub è possibile acquistare, ad un prezzo irrisorio, un abbonamento condiviso con altri utenti in maniera facile, veloce e sicura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui