Serie A 2023/24, la classifica a confronto dopo 32 giornate

0
confronto classifica serie a

La Serie A si avvicina sempre più inesorabilmente al termine della stagione 2023-2024, ma la classifica, e il relativo confronto con la scorsa stagione, subisce pochi cambiamenti significativi. La maggior parte delle gare, infatti, sono state contraddistinte dal segno X. Il primo di questi ha visto come protagonista la capolista Inter (+26), clamorosamente fermata sul 2-2 dal Cagliari ma che allo stesso tempo potrebbe centrare il 20° Scudetto già nel prossimo turno, in caso di vittoria nel derby meneghino.

Poche ore prima dei nerazzurri, infatti, ha pareggiato anche il Milan (-12), per 3-3 sul campo del Sassuolo (-17). I rossoneri mantengono tuttavia la giusta distanza di sicurezza sulla Juventus (+3), che nel derby contro il Torino (+3) non va oltre lo 0-0. Stesso risultato e stessa distanza mantenuta anche dal Bologna (+14), fermato a propria volta sul pari dal Monza (-1). Anche il match Udinese-Roma stava portando in dote un altro pareggio, ma il malore occorso a Evan N’Dicka, attualmente fuori pericolo, comporterà il recupero dei minuti rimanenti in data da destinarsi.

Riscossa Lazio, guizzo salvezza Lecce

Nel confronto tra la classifica di Serie A attuale e passata, la squadra che continua a “vantare” il peggiore score è il Napoli (-30), che anche in questa giornata delude e non riesce ad andare oltre il 2-2 nel match contro il Frosinone. Mezzo passo falso del quale approfitta al meglio la Lazio (-12), che ottiene tre punti importanti tra le mura amiche, sbarazzandosi con un largo 4-1 della Salernitana (-19), alla quale manca davvero poco per la matematica certezza della retrocessione. Onta, quest’ultima, che allo stato attuale sembra poter evitare il Lecce (+1), che vince per 1-0 l’importante scontro diretto contro l’Empoli (-4) e sale al quattordicesimo posto.

Nei due posticipi del lunedì si è confermata la tendenza di tutta la 32^ giornata, con Atalanta (-2) ed Hellas Verona (+1) che hanno pareggiato 2-2 e Fiorentina (-1) e Genoa 1-1. Equilibrio assolutamente palpabile, pronto a essere infranto a partire già dalla prossima giornata. Ecco, nel dettaglio, la classifica di Serie A 2023-2024 dopo 32 giornate, con la differenza di punti rispetto alla scorsa stagione.

Confronto classifica Serie A 2023-2024 – 32^ giornata

  1. Inter 83 (+26)
  2. Milan 69 (+12)
  3. Juventus 63 (+3)
  4. Bologna 59 (+14)
  5. Roma 55 (-2)*
  6. Atalanta 51 (-2)*
  7. Lazio 49 (-12)
  8. Napoli 49 (-30)
  9. Torino 45 (+3)
  10. Fiorentina 44 (-1)*
  11. Monza 43 (-1)
  12. Genoa 39 (In Serie B)
  13. Lecce 32 (+1)
  14. Cagliari 31 (In Serie B)
  15. Udinese 28 (-14)*
  16. Empoli 28 (-4)
  17. Hellas Verona 28 (+1)
  18. Frosinone 27 (In Serie B)
  19. Sassuolo 26 (-17)
  20. Salernitana 15 (-19)

* = una partita in meno

Dove vedere il calcio in streaming e come risparmiare

Su DAZN, al costo di 34,99 euro al mese, è possibile vedere tutte le partite della Serie A, la Serie B, l’Europa League e alcune partite della Conference League.

Sky ha la sua piattaforma streaming, Now TV, dove il Pass Sport, che include tre partite per turno della Serie A e tutta la Champions League e Serie B, costa 9,99 euro al mese.

Amazon Prime Video costa 4,99 euro al mese, e include tutti i servizi Prime oltre le migliori sedici partite della Champions League del mercoledì.

Bonus: come avere un abbonamento alle piattaforme streaming e risparmiare

Esistono alcuni servizi che consentono di condividere l’account delle migliori piattaforme streaming (DAZN, Now TV, Netflix, Prime Video, Disney Plus, ecc.) con altre persone e dunque di risparmiare sugli abbonamenti, parliamo di GamsGoGoSplit o CooSub. Grazie a GamsGo, GoSplit e CooSub è possibile acquistare, ad un prezzo irrisorio, un abbonamento condiviso con altri utenti in maniera facile, veloce e sicura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui