Serie A 2023/24, la classifica a confronto dopo 34 giornate

0
confronto classifica serie a

La Serie A si avvicina in maniera inesorabile verso la conclusione della stagione 2023-2024, ma il confronto tra la classifica attuale e quella passata deve ancora determinare diversi verdetti. Uno già sicuro è quello della nuova squadra campione d’Italia, l’Inter (+26), che nel lunch match di domenica vince nuovamente, stavolta per 2-0 sul Torino. Le dirette inseguitrici, Milan (+9) e Juventus (-1), nello scontro diretto non vanno invece oltre lo 0-0, ma rossoneri ottengono la matematica certezza di partecipare alla prossima Champions League.

Pareggio, sofferto, anche per la quarta forza del campionato, il Bologna (+17), che tra le mura amiche si ferma sull’1-1 contro l’Udinese (-17), ma nel contempo è certo dell’accesso a una competizione europea il prossimo anno. I bianconeri, a propria volta, dopo la bruciante sconfitta nel recupero contro la Roma, restano terzultimi e neanche l’approdo in panchina di Fabio Cannavaro sembra aver cambiato qualcosa per tentare di centrare una salvezza non impossibile ma sempre più complicata.

Il quinto è ultimo slot disponibile per la Champions League rappresenta invece un piccolo rebus. Al momento è proprio la Roma (+1) a precedere le dirette rivali, ma il 2-2 acciuffato in extremis sul campo del Napoli (-33) consente di guadagnare terreno all’Atalanta (-1), vittoriosa a propria volta per 2-0 sull’Empoli (-7) e con una partita ancora da recuperare, contro la Fiorentina. Due lunghezze più sotto guadagna terreno la Lazio (-9), che si sbarazza dell’Hellas Verona (+1) con un un più che sufficiente 1-0.

Salernitana retrocessa, Sassuolo sempre più a rischio

Nel confronto tra la classifica attuale e passata, una delle squadre che ha fatto peggio è sicuramente la Salernitana (-20): i campani salutano ufficialmente la Serie A e tronano in cadetteria dopo tre anni, perdendo 3-0 sul campo del Frosinone, che invece compie un bel passo avanti per uscire dalla zona retrocessione. Fortemente a rischio per seguire il fanalino di coda c’è il Sassuolo (-18), che nel posticipo di domenica perde 5-1 sul campo della Fiorentina (+4) e vede allontanarsi di cinque lunghezze la zona salvezza.

Chi invece sembra aver messo questo obiettivo in cassaforte è il Lecce (+5), che pur subendo a tempo quasi scaduto l’1-1 dal Monza (-2) riesce ad allungare di sei punti il vantaggio sulla zona retrocessione. Non ancora fuori pericolo invece il Cagliari, che nel posticipo del lunedì perde rovinosamente per 3-0 sul campo del Genoa già salvo, e che quindi dovrà ancora sudarsi la permanenza in massima serie. Ecco, nel dettaglio, la classifica di Serie A 2023-2024 dopo 34 giornate, con la differenza di punti rispetto alla scorsa stagione.

Confronto classifica Serie A 2023-2024 – 34^ giornata

  1. Inter 89 (+26) (CAMPIONE D’ITALIA)
  2. Milan 70 (+9) (CHAMPIONS LEAGUE)
  3. Juventus 65 (-1)
  4. Bologna 63 (+17)
  5. Roma 59 (+1)
  6. Atalanta 57 (-1)*
  7. Lazio 55 (-9)
  8. Fiorentina 50 (+4)*
  9. Napoli 50 (-33)
  10. Torino 46 (0)
  11. Monza 44 (-2)
  12. Genoa 42 (In Serie B)
  13. Lecce 36 (+5)
  14. Cagliari 32 (In Serie B)
  15. Hellas Verona 31 (+1)
  16. Frosinone 31 (In Serie B)
  17. Empoli 31 (-7)
  18. Udinese 29 (-17)
  19. Sassuolo 26 (-18)
  20. Salernitana 15 (-20) (RETROCESSA IN SERIE B)

* = una partita in meno

Dove vedere il calcio in streaming e come risparmiare

Su DAZN, al costo di 34,99 euro al mese, è possibile vedere tutte le partite della Serie A, la Serie B, l’Europa League e alcune partite della Conference League.

Sky ha la sua piattaforma streaming, Now TV, dove il Pass Sport, che include tre partite per turno della Serie A e tutta la Champions League e Serie B, costa 9,99 euro al mese.

Amazon Prime Video costa 4,99 euro al mese, e include tutti i servizi Prime oltre le migliori sedici partite della Champions League del mercoledì.

Bonus: come avere un abbonamento alle piattaforme streaming e risparmiare

Esistono alcuni servizi che consentono di condividere l’account delle migliori piattaforme streaming (DAZN, Now TV, Netflix, Prime Video, Disney Plus, ecc.) con altre persone e dunque di risparmiare sugli abbonamenti, parliamo di GamsGoGoSplit o CooSub. Grazie a GamsGo, GoSplit e CooSub è possibile acquistare, ad un prezzo irrisorio, un abbonamento condiviso con altri utenti in maniera facile, veloce e sicura.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui